Dalla natura del Borneo ai grattacieli di Hong Kong

Una grande isola verde, un'esplosione di natura, una spettacolare scoperta

Diario letto 33754 volte

  • di debsfo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Il Borneo è un paese un po’ insolito, è una destinazione che offre come punto di forza una natura lussureggiante, una meta indicata agli amanti del trekking, delle immersioni, degli animali e della fotografia macro. Per 13 giorni circa la percentuale di cemento che si presenterà davanti ai nostri occhi sarà veramente bassa, saremo circondati da foresta e da un mare spettacolare!

Abbiamo deciso quindi di inserire 3 giorni a Hong Kong, sulla via di ritorno, in modo da riportare i nostri polmoni a un livello di inquinamento adeguato prima di rientrare a Roma. Mi scuso in anticipo per le fotografie postate, ma quest’anno la nostra scheda sd con tutte le foto del viaggio ha deciso di rompersi. Abbiamo tentato in tutti i modi di recuperarle, ma il costo esorbitante richiesto ci ha costretti, nostro malgrado, ad accontentarci di quelle fatte con il cellulare e con la gopro.

09/08/2014: Hong Kong

Partiamo che è tardo pomeriggio, il volo è con la China Eastern, e io riesco a dormire per tutto il tempo. Atterriamo a Hong Kong che sono le otto di sera, belli freschi e riposati, prendiamo il comodissimo treno che collega in 24 minuti esatti l’aeroporto alla stazione Central. (costo 10€ orario 5:50 - 1:15) Da li solo due fermate di metro e arriviamo all’ hotel prenotato poche ore prima della partenza.

Lasciamo gli zaini e ci dirigiamo subito verso la vicinissima Walk Street, la via delle stelle del cinema cinese, imperdibile, non certo per la fama degli attori asiatici a noi ovviamente sconosciuti, ma perché da qui si può godere uno dei panorami più belli sulla baia di Hong Kong.

Lo skyline di HK lascia veramente senza fiato, grattacieli altissimi, ultra moderni e illuminati a festa si specchiano sul mar cinese regalando uno spettacolo di grande impatto visivo.

Percorriamo tutta la via costeggiando la baia e ci fermiamo a sorseggiare un’ottima birra ghiacciata in uno dei tanti locali della zona continuando a godere di questa vista meravigliosa e iniziando a fantasticare su quello che ci attende in Borneo.

10/08/2014: Kota Kinabalu

La sveglia è puntata all’alba. A quest’ora il treno è chiuso, quindi raggiungiamo l’aeroporto in taxi. Un volo Airasia ci porta a Kota Kinabalu , capitale del Borneo malese. Con un comodissimo autobus (1,20€ - ogni 20 minuti) raggiungiamo la stazione da dove partono gli autobus diretti al Monte Kinabalu. In realtà sono minivan da 8 posti, che partono una volta pieni o comunque una volta che hanno raggiunto il numero di persone necessarie a coprire i costi della tratta (4,80€ solo andata). Passeremo due ore su una strada che sale e si immerge, fin da subito, in una lussureggiante natura. Man mano che passa il tempo l’aria che entra dal finestrino è sempre più fredda , arriviamo ai piedi del Monte Kinabalu che sono circa le quattro del pomeriggio. Ci dirigiamo subito verso il nostro alloggio, che dista solo qualche passo dal cancello d’ingresso del parco. Ora prendete carta e penna, questo posto è decisamente degno di nota. J. Residence è un hotel economico (20€ la doppia), tranquillo e immerso nel verde. Offre camere grandi, fornite di tutto il necessario con enormi vetrate che vi permetteranno di godere di una vista favolosa sulla foresta, tutte con un patio dove rilassarsi, anche se il freddo è davvero pungente. Se passate da queste parti cercate di accaparravi la stanza n. 5B, è quella che offre la vista più bella

  • 33754 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social