Fuga da Isla Margarita

Partenza il 21 giugno alle ore 12:15 con volo diretto Roma-Caracas, con Alitalia, da Fiumicino. Il volo è stato piacevole, ottima assistenza e cortesia da parte del personale di bordo. All'incirca dieci ore dopo siamo arrivati a Caracas, alle 16:05 ...

  • di Denox
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Partenza il 21 giugno alle ore 12:15 con volo diretto Roma-Caracas, con Alitalia, da Fiumicino. Il volo è stato piacevole, ottima assistenza e cortesia da parte del personale di bordo. All'incirca dieci ore dopo siamo arrivati a Caracas, alle 16:05 ora locale. Io e la mia ragazza, siamo arrivati con molto entusiasmo e aspettative, premettendo che le aspettative ci sono state create dallo zio della mia ragazza che vive in venezuela sull'isola di margarita.

Detto questo, ora viene la parte tragicomica. Usciti dall'aeroporto, lo "zio d'america" era li che attendeva il nostro sospirato arrivo. Prendiamo 2 taxi. Uno per arrivare a caracas, prendendo l'autostrada caracas-guarena, uno per arrivare al terminal d'oriente di caracas dov'è situato il terminal dei pullman gt. Sono passate ormai 8 ore dal nostro arrivo, e finalmente il pullman è in partenza alla volta di puerto la cruz. Temperatura esterna 32° 87% d'umidità, temperatura all'interno del pullman 11°!!! dopo altre 4 ore di viaggio arriviamo a puerto la cuz, da dove prendiamo un'altro taxi che ci porta all'imbarco dei traghetti. Ormai è notte fonda, e dopo kilometri di fila per l'imbarco, alle ore 03:30 di mattina partiamo finalmente per l'isola di margarita, descrittaci come una perla, un posto magico...4 ore e trenta minuti dopo vediamo in lontananza l'isola...Ci siamo! terraaa!!!...

Ormai nn ricordo più da quant'è che stiamo in viaggio! 25 ore di viaggio! di cui 14 per coprire la tratta caracas-isla margarita! mostruoso! arrivati sull'isola capiamo subito, al volo, cosa ci aspettasse in questi giorni! dovevamo restare 50 giorni, per valutare eventuali investimenti in ambito turistico, ma abbiamo appreso di li a poco che l'isola nn è attrezzata per tale scopo. Mancanza di infrasterutture.

Turismo selvaggio.

Poca ospitalità.

Nn c'è il porto (dicono sia in fase di realizzazione).

Poca sicurezza.

Degrado.

Escludendo l'hesperia (favoloso) e l'Hilton (incantevole), mancano strutture ricettive di adeguato livello internazionale. spiaggie sporche, abbandonate...

L'unica attrattiva di tutta l'isola è un centro commerciale (sambil) neanche troppo grande, dove si riversano i "vip" della zona... (tanto vale restare a napoli, visto che stiamo pieni di centri commerciali).

Dopo una settimana sconvolgente, abbiamo preso la saggia decisione di far ritorno a casa. Per il ritorno decido di acquistare i biglietti aerei per tornare a caracas da margarita. Mi era stato sconsigliato (sempre dallo zio). L'1 mattina di luglio partiamo da margarita in aereo. 30 minuti di volo, perfetto! alle 18:00 ore locali ci imbarchiamo per l'attesissimo ritorno a casa...Ore 12 italiane del 2 luglio, siamo salvi! siamo tornati a casa, più leggeri, con 3200 euro in meno. Morale della storia, se avete uno zio in america, desistete dal credergli! Isla Margarita- Caraibi... Meglio Ischia!!!! alla prossima!

  • 10691 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social