Ma che bel baltico!!!

Siamo sempre stati una coppia amante di viaggi nel mondo….Australia, Florida, Messico, Egitto, Turchia….Il nostro ultimo da sogno è stato un tour nella West Cost degli Stati Uniti, dove davanti alla Kodak film di Los Angeles svelo a mio marito ...

  • di Romy Crystal
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Siamo sempre stati una coppia amante di viaggi nel mondo...Australia, Florida, Messico, Egitto, Turchia...Il nostro ultimo da sogno è stato un tour nella West Cost degli Stati Uniti, dove davanti alla Kodak film di Los Angeles svelo a mio marito Gianni la “possibilità” di aspettare un bambino, e se così fosse stato l’avrei chiamato Oscar.

Otto mesi dopo è nato il nostro piccolo uomo “detto figlio del cinema americano” .

Nonostante le normali difficoltà che si incontrano per affrontare le vacanze, niente e nessuno ci ha fermato, con il motto: I BAMBINI BASTA ABITUARLI DA PICCOLI..., siamo stati a Ibiza, Maiorca, Fuerteventura...

Stanchi delle isole e dei villaggi desideravamo per quest’estate ritornare a vivere l’esperienza di un tour: cosa meglio di una crociera per tre? Detto fatto. Optiamo per il Baltico. A parte le giustificata attese in aeroporto e i vai check-in, eccoci il giorno sabato 11 luglio ore 16 a bordo della nave da crociera MSC Orchestra attraccata a Copenhagen.

Per noi famiglie (un ragazzo indonesiano ci accompagna alla nostra camera con i bagagli) ci viene consegnata una cabina con oblò, piccola, ma graziosa, pulita e con ogni comfort; ore 17 nel Savannah bar ponte 6 riunione informativa sulla vita di bordo e sulle escursioni.

Assolutamente entusiasti del nuovo mezzo di trasporto; giriamo come matti, scattando foto, prendendo mille volte gli ascensori e le il luminosissime scale e ... Come di consueto per chi è alla prima esperienza... Ci perdiamo! Ore 19.30 salpiamo per Kiel, l’indomani mattina precisi ore 8.00 arriviamo; purtroppo essendo domenica la città era deserta, negozi chiusi, si vedono per strada solo i turisti delle varie navi.

Strade, parchi in perfetto stato, rimaniamo colpiti dalla via che sta di fronte al porto piena di negozi e locali sexi (ridevamo davanti alle domande ingenue di nostro figlio).

Risaliamo per pranzo a buffet e sano relax sul ponte sotto un fresco sole; ore 16 via verso la bellissima Stoccolma.

Parzialmente soleggiata, circa 20°, decidiamo di approfittare della conveniete offerta della HOP-ON HOP-OFF BOAT SIGHTSEEING a 10 € a persona, bimbo gratis; l’idea di usufruire di una barchetta per raggiungere il centro è molto gradita anche a Oscar.

Scendiamo all’ “Old Town”, e tutta a piedi proseguiamo fino alla zona commerciale nei pressi de “The Royal Palace” dove assistiamo al cambio della guardia. Oimè 3 ore più tardi e inizia a piovere, di corsa risaliamo sulla BOAT per terminare il giro turistico “in acqua”.

Mercoledì mattina Tallin, nei pressi della nave troviamo una “cabrio buses” della stessa catena “HOP-ON HOP-OFF CITY SIGHTSEEING”; il prezzo del biglietto è interessante solo se fosse stato possibile sfruttarlo per 2 giorni. Ugualmente con le cuffie alle orecchie e guida in italiano giriamo tutta la città moderna, scendiamo poi nei pressi della Torre Hermann e visitiamo tutta la a piedi la città “vecchia”... che dire bellissima, romantica; nella piazza principale vi è pure un mercato di loro manufatti tipici. È tardi entro le 16.30 tutto a bordo! Avendo saltato il pranzo ci facciamo una super merenda con veduta mare, in navigazione.

Giovedì San Pietroburgo giornata serena e molto calda; dato che siamo in Russia, in nave ci avevano fornito di un visto , e dopo quasi un’ora per superare la frontiera saliamo sul pullman per la nostra unica gita organizzata “obbligata” € 35 adulti e € 32 bimbi (un’ affare ) “giro città e Fortezza di Pietro e Paolo”. Che dire della breve infarinatura, è una città piena di diversità e di magnificenza ... 3 ore e ½ non sono nemmeno bastate per gustarcela a pieno; bisognerà ritornarci per forza!

Ultimo giorno in nave con rotta verso Copenhagen (671 miglia nautiche) a questo punto ne approfitto per dire che in nave, un po’ come nei classici villaggi turistici, in ogni momento della giornata vengono organizzate da parte dell’equipe di animazione, vari intrattenimenti, così pure per i bambini di ogni età. Tutte le attività venivano ampiamente illustrate nel giornalino “Programma del giorno” che puntualmente ogni sera trovavamo all’interno della nostra cabina; vi erano scritti tutti gli appuntamenti, gli spettacoli, vari avvisi, quali il cambio d’orario, l’abbigliamento consigliato per la sera e... Chi più ne ha più ne metta

  • 3260 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social