Est and Midwest

Eccoci qui, siamo Moreno e Marina, pronti per la ns. 14^ volta negli Stati Uniti, come sempre un viaggio lungo tutto il mese di Agosto, dove i primi 10 giorni saranno nella zona Est, mentre il resto attraverso il Midwest. ...

  • di moreno65
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Eccoci qui, siamo Moreno e Marina, pronti per la ns. 14^ volta negli Stati Uniti, come sempre un viaggio lungo tutto il mese di Agosto, dove i primi 10 giorni saranno nella zona Est, mentre il resto attraverso il Midwest.

La partenza è il 2 Agosto da MXP, ed abbiamo bisogno che tutto vada liscio in questa giornata perché la coincidenza a Monaco è abbastanza stretta, ma come sempre, sia Lufthansa per Mxp-Monaco, sia United Airlines per Monaco-Washington si comportano alla perfezione, ed in perfetto orario atterriamo a Washington-Dulles. Ritiriamo l’auto e partiamo subito, ci attendono 340 km. Attraverso il Maryland e la Pennsylvania fino alla cittadina di Bethlehem dove abbiamo l’albergo Best Western prenotato per due notti. All’arrivo in hotel, dopo 11 ore di volo, 4 ore e mezza di macchina e la prenotazione fatta in maggio, ci dicono allegramente che per un loro disguido la camera non è disponibile e ci piazzerebbero in un altro hotel secondo noi di livello inferiore... Non accettiamo, proviamo a presentare la ns. Tessera Gold Crown Club Platinum, alziamo un po’ la voce, ed ecco magicamente apparire la ns. Camera...

Domenica 3 Agosto è uno dei giorni importanti di questa ns. Vacanza , che giustifica il fatto di essere venuti subito qui nel Nord-Est della Pennsylvania...Siamo appassionati di automobilismo e delle gare di Nascar, quindi oggi andremo al “Pocono Raceway” per la gara e sarà come sempre puro spettacolo...Dopo aver visto negli anni precedenti le “500 miglia” di Darlington e di Indianapolis, oggi è la volta della “Pennsylvania 500”...Davvero una giornata fantastica.

Da oggi 4 Agosto, inizia il ns. Girovagare per gli States, quindi partiamo da Bethlehem in direzione Sud per Philadelphia, dove arrivando con la strada statale e non con la Interstate, si ha occasione di vedere la dura e cruda periferia della città. Per noi, a “Philly” è la seconda volta, e quindi tralasciamo la Liberty Bell e l’Indipendence Nat.Historical Park, per visitare la casa dove è stata cucita la prima bandiera americana e la parte antica della città, insieme ad altri quartieri, compresa la zona commerciale e moderna. Philly è molto bella da visitare e per il pranzo proviamo la loro specialità, il “Philly Cheesesteak”, un panino caldo con carne speziata e formaggio, molto buono. Dopo Philadelphia ed un breve passaggio in Delaware, rientriamo in Maryland restando comunque ad Est della Chesapeake Bay percorrendo la bella e panoramica statale 213 verso Sud...Bellissimo il paesino di Chesapeake City, quattro strade, il porticciolo ed una grande tranquillità. Attraversiamo la baia ad Annapolis, giriamo attorno alla “capitale” e giù ancora a Sud fino a Richmond, capitale della Virginia (che è stata la capitale dei confederati durante la guerra di secessione). Passiamo la serata e la mattina seguente in città, visitando lo State Capitol, il museo della guerra civile e la Monument Avenue, il viale con i monumenti degli eroi della guerra civile e da entrambi i lati le case della ricca borghesia del XIX secolo...C’è molta storia, peccato non potere dedicare più tempo anche ai dintorni, visto l’itinerario che ci siamo prefissati. Dopo Richmond, andiamo ancora a Sud dove incontriamo alcune piantagioni ed arriviamo a Williamsburg, che con Jamestown e Yorktown formano il “Colonial Nationa Historic Park”, dove nel 1600 gli inglesi fondarono le prime colonie...Facciamo una visita un po’ veloce, poiché è tutto bello ma forse troppo turistico.

Direzione ancora Sud, attraversiamo Norfolk, Virginia Beach e siamo in North Carolina, dove scendiamo nelle Outer Banks, la catena di isole nell’oceano atlantico che si trovano di fronte alla costa del North Carolina; arriviamo fino a Cape Hatteras, visitando i fari e fermandoci qua e là sulla spiaggia...Sinceramente ci aspettavamo molto di più da questa zona, ed anche la strada stessa è un po’ monotona, così anticipiamo di un giorno la risalita verso Nord rispetto alla ns. Tabella di marcia. Dopo un tratto all’interno del North Carolina, siamo di nuovo in Virginia a Petersburg a Sud di Richmond, dove visitiamo il Petersburg Nat’l Batterfield, un parco molto bello che si percorre in macchina con varie soste per visitare i luoghi di battaglia della guerra civile tra le truppe del Generale Lee per i confederati, ed il Generale Grant per l’Unione. Dopo essere ripassati da Richmond, ci dirigiamo ad Ovest verso le montagne e prima della cittadina di Charlottesville, incontriamo la tenuta di Monticello, residenza del terzo presidente americano ed autore della dichiarazione di indipendenza Thomas Jefferson; la tenuta è costruita sopra una collina come una piantagione, mentre la villa è la stessa che appare ancora oggi sul retro delle monete da 5 cent di dollaro ed è molto bella, anche se 15 usd a persona per entrare sono un po’ troppi...Nel tardo pomeriggio decidiamo di entrare comunque nel “Shenandoah N.P.” senza attendere la mattina seguente. Percorriamo la “Skylane Drive”, l’unica strada che attraversa tutto il parco da Sud a Nord, siamo ad un’altitudine di circa 1000 metri con varie soste per vedere il panorama o la partenza di vari sentieri...All’uscita da una curva, blocchiamo di colpo la macchina perché all’improvviso esce dal bosco un’orsetto nero che attraversa la strada, poi si ferma un attimo, si gira a guardarci e scompare dall’altra parte del bosco...L’immagine di questo orsetto che ci guarda, è un bellissimo ricordo di questa vacanza. Dopo qualche miglia percorse, ci fermiamo ancora perché all’interno del bosco si intravedono una mamma orsa con due piccoli orsetti e questa volta riusciamo a seguirli e vederli benissimo mentre salgono su un’ albero di mele e mangiano indisturbati...Che meraviglia, mai visti gli orsi così bene e così vicino, e soprattutto è bello pensarli liberi nel loro ambiente. Usciamo poi dal parco per trovare un motel nei dintorni per la notte, e torniamo nel parco la mattina successiva, anche se la fortuna di vedere gli animali si esaurisce solo in qualche cervo...Usciti dallo “Shenandoah N.P.”, si và verso Washington fermandoci prima al “Manassas Nat.L Batterfield Park” altro luogo importante della guerra di secessione, ma purtroppo non abbiamo il tempo per una visita approfondita; arriviamo nella “capitale”, per noi è la seconda volta a Washington ed è di domenica, i parcheggi sono liberi e riusciamo a trovare posto proprio davanti allo State Capital. Facciamo tutta la passeggiata sul National Mall tra i vari musei (tutti gratuiti), l’obelisco, ed arriviamo al Lincoln Memorial, da dove poi ritorniamo passando per la Casa Bianca. Washington a noi piace molto, si respira proprio l’aria di una città importante, soprattutto alla sera, quando i monumenti importanti sono illuminati. Dopo aver dormito ad Alexandria, la mattina seguente torniamo in città, giriamo attorno al Pentagono ed andiamo all’Arlington National Cemetery; seguendo la piantina, visitiamo tombe di personaggi più o meno conosciuti, tra cui quelle del Presidente J.F.Kennedy e della moglie, e cerchiamo anche la sessione di quelle recenti, quelle dell’Iraq...Riusciamo a trovarla, ed è un colpo al cuore vedere questi ragazzi e ragazze dai 20 ai 30 anni che hanno perso la vita nelle operazioni “Iraqi Freedom” o “Enduring Freedom” in Afghanistan...Arriviamo ad una buca vuota, pronta per il funerale di un “marines” di 25 anni...Non ci sono parole per descrivere tutto questo, noi amiamo il popolo Americano e da oggi probabilmente ancora di più...Prima di uscire da Arlington, assistiamo con rispetto ed a debita distanza, al funerale militare di un ex marines ed è molto toccante, con la banda, la bandiera che avvolge la bara che viene piegata e consegnata alla famiglia, con l’ultimo saluto di spari a salve

  • 7927 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social