Bula Bal

(segue dal racconto delle Fiji e Cook) Arrivati a Los Angeles ritiriamo la nostra auto a noleggio e ci dirigiamo subito verso San Diego. In U.S.A c’eravamo stati l’anno scorso per un mese, in viaggio di nozze, ma siamo innamorati ...

  • di littlehonesty
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: 3500
 

(segue dal racconto delle Fiji e Cook) Arrivati a Los Angeles ritiriamo la nostra auto a noleggio e ci dirigiamo subito verso San Diego.

In U.S.A c’eravamo stati l’anno scorso per un mese, in viaggio di nozze, ma siamo innamorati di questo paese e quindi ci torniamo sempre molto volentieri. Stavolta poi eravamo in compagnia e quindi non vedevamo l’ora di fare da ciceroni ai nostri amici.

San Diego l’avevamo saltata nel viaggio precedente e cosi’ ne abbiamo approfittato.

Purtroppo la visita di questa citta’ e’ stata un po’ mordi e fuggi ... un po’ dovuto al ritardo del volo che praticamente ci ha fatto perdere tutto il primo pomeriggio.

E poi xche’ abbiamo avuto un piccolo inconveniente con i marines.

Mentre eravamo alla ricerca di Coronado Beach abbiamo sbagliato strada e ci siamo trovati di fronte alla base navale con tanto di posto di blocco.

Abbiamo spiegato l’accaduto e ci hanno chiesto i passaporti e la patente.

Pensavamo non ci fosse nulla di male in un semplice controllo ma ci hanno fatto accostare senza restituirci i documenti.

Ci hanno lasciati li’ x un po’ senza dirci una parola ,poi e’ arrivata una macchina della polizia e ci siamo accorti che il poliziotto, senza scendere dalla macchina, ci stava scrutando dallo specchietto.

Abbiamo scherzato sulla cosa xche’ ci sembrava una candid camera ma il tempo passava e nessuno ci diceva niente. Di scendere dalla macchina non se ne parlava anche xche’ c’erano marines armati ovunque quindi ... Dopo un po’ e’ arrivata un’altra macchina della polizia e poi una terza. Alla fine son scesi 3 poliziotti e un marine e si sono avvicinati a noi. Ci hanno chiesto tutti i documenti e fatto un piccolo interrogatorio (dove alloggiavamo, dove abbiamo noleggiato l’auto, motivo della visita, numero di cellulare per essere reperibili ...) poi si sono allontanati e hanno iniziato a confabulare e a far chiamate.

Son passate due ore e noi sempre li’ ad aspettare che qualcuno ci dicesse qualcosa xche’ iniziavamo a preoccuparci.

Finalmente un poliziotto, capito il nostro nervosismo, ci ha spiegato che stavamo facendo dei controlli xche’ eravamo “quasi entrati” in zona militare e ogni qual volta uno straniero supera la linea blu (che noi ovviamente non abbiamo visto) viene sottoposto ad una procedura che prevede alcuni controlli incrociati e tra questi NCIS, CIA, INTERPOL ... Insomma che, avendo le fedine penali pulite, dopo un po’ e’ arrivato l’ok e ci hanno lasciato andare ma ... per un po’ ce la siamo fatta sotto.

Il nostro pomeriggio e’ praticamente andato x cui facciamo giusto in tempo ad andare a vedere il tramonto a Mission Beach.

Il giorno seguente ci trasferiamo a Las Vegas (giusto dietro l’angolo !) ma nel tragitto ci fermiamo a fare shopping in un outlet (Premium Outlet di Desert Hills) dove usciamo belli carichi di sacchetti.

Arriviamo a Las Vegas che sono le 21 e prendiamo possesso delle nostre stanze al New York New York.

Mangiamo un hot-dog veloce e poi ci facciamo tutta la strip a piedi.

Lo spettacolo delle fontane del Bellagio e’ sempre piacevole da vedere !! Il giorno dopo torniamo a Los Angeles.

Il trasferimento e’ lungo per via del traffico e xche’ x un breve tratto guido io (che vado come una lumaca) ma viaggiare on the road con la musica country in sottofondo ci piace.

Facciamo tappa a S.Monica e dopo tanti hamburger e taco stavolta ci concediamo una succulenta cena da Benihana.

Il giorno dopo portiamo i nostri amici a vedere le classiche tappe di Hollywood (la scritta sulla collina, Walk of fame, Mann’s Chinese Theatre ...) e ci rechiamo anche a Venice Beach dove tra l’altro ci troviamo nel mezzo di una ripresa senza farlo apposta Il tempo scorre veloce e ahime’ e’ giunta l’ora di rientrare alla base.

Riconsegnamo l’auto e ci rechiamo in aeroporto dove un comodissimo volo (sull’aereo c’eravamo solo noi e quindi ci siamo sdraiati alla grande) ci ha riportati in Italia.

  • 97 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social