Caliente Andalusia

Ciao....anche quest anno le vacanze sono finite.Ma anche se stiamo a casa sentiamo ancora il calore andaluso. Vista la mia paura dell aereo anche quest anno siamo partiti all avventura con la nostra fedele Clio.L’ unica cosa certa?Il nostro punto ...

  • di Laura Panfoli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Ciao...Anche quest anno le vacanze sono finite.Ma anche se stiamo a casa sentiamo ancora il calore andaluso.

Vista la mia paura dell aereo anche quest anno siamo partiti all avventura con la nostra fedele Clio.L’ unica cosa certa?Il nostro punto di arrivo:Tarifa.Una piccola premessa:se non si ha paura dell avventura,cioe’ della possibilita’ anche di dormire in macchina non prenotate tramite agenzie.Propongono solo alberghi a prezzi altissimi,quando poi sul posto anche a 75 € trovi alberghi veramente belli.E poi nell entroterra in estate e’ bassa stagione e i prezzi sono ancora piu’ bassi.

Il nostro viaggio e’ durato 18 giorni ed abbiamo speso all incirca 2800€ in 2.

Il viaggio inizia il 7 agosto 2005,prima tappa:Ospedaletti,vicino Samremo.Pomeriggio al mare,la sera capatina al casino' di SanRemo e la notte la passiamo in un alberghetto sul lungomare a sole 52€ a notte(che per l italia va piu' che bene!).L 8 partiamo e ci facciamo in un sol fiatone tutto il tragitto fino a Tarragona,evitando volutamente la stupenda Barcellona.La citta' ci sembra un po' sporca e anche l hotel che troviamo.Prima ci dice che con 36€ possiamo pernottare li' e poi ci spedisce in una pensione sporca e puzzolente.State lontani quindi dall hotel Cosmos(o perlomeno fatevi spiegare bene quale camera vi stanno offrendo).Comunque a noi ci serve solo per fare tappa e poco ci importa di quel tugurio...

Il giorno 9 ci dirigiamo nell entroterra ,piu' precisamente a Campo De Criptana per visitare i luoghi del Don Chisciotte.Proprio in questo paese si trovano i famosi mulini a vento con cui il Don Chisciotte combatte pensando di combattere contro i giganti.Pernottiamo all hotel "Casa de la torrecilla"(www.Casadelatorrecilla.Com) proprio al centro del paese:carino e molto particolare.Decidiamo di pernottare li' per 2 notti(50€ a notte compresa prima colazione),anche perche' il personale e' molto gentile e cordiale e questo non e' poco specialmente per chi come noi non conosce la lingua.Dopo un veloce riposino andiamo alla ricerca dei mulini.All improvviso ce li troviamo di fronte e ci emozionano:il vento e' fortissimo e i mulini sono giganti.Il paesino e' molto caratteristico;ovunque casette tinteggiate di bianco e blu.Oltre i mulini non c'e' altro da vedere e ne approfittiamo per riposarci e andare un po' a zonzo per le viuzze del paese.La sera decidiamo di mangiare nel ristorante dell albergo.Ma scopriamo di non aver fatto una buona scelta:il menu' e' misero e i prezzi molto elevati.

Il 10 ci alziamo con lo scopo di percorrere i luoghi piu' importanti del Don Chisciotte.La nostra visita inizia da Toledo,cittadina con una splendida cattedrale(entrata 5,50€).Peccato che non ci facciano fare foto.C'e' anche l alcazar con all interno un museo delle armi.Ma a noi non interessa ed evitiamo la visita.Dopo aver visitato tutti i negozietti di souvenir della citta' ci dirigiamo verso la macchina e facciamo appena in tempo ad entrare che inizia a piovere.Sperando che smetta ci dirigiamo verso Consuegra,dove ci sono altri mulini.Per fortuna l' acquazzone finisce subito ma il vento no.Sbattendo contro le pale dei mulini sembra quasi che urlino.Starei le ore a guardarli...Sono veramenti stupendi.E poi da li' si vede il panorama sulle campagne della Murcia.Proseguiamo la strada verso Puerto Lapice,dove si trova la locanda dove il Don Chisciotte ebbe l'investitura da cavaliere.Rimaniamo stupiti da quanta gente c'e'!Pensavamo di essere gli unici a seguire quell itinerario.Meglio evitare di comprare qualcosa al negozietto all interno della locanda:2 gelati ce li fanno pagare 4.40€.Meglio il negozietto di souvenir all altra parte della strada che ha prezzi un po' piu' accessibili.Da li' ci spostiamo a El Toboso,dove c'e' la casa di Dulcinea,l'amata di don Chisciotte.La casa non e' niente di eccezionale,si potrebbe anche evitare di visitarla(entrata:0,60€).Molto carino in piazza invece il monumento al Don Chisciotte.C'e' anche un museo Cervantesco ma purtroppo apre piu' tardi e noi dobbiamo proseguire.Ultima tappa del giorno il castello di Belmonte, anche se non c'entra nulla con il Don Chisciotte.Entriamo(entrata:2€)ma ci accorgiamo subito che forse era meglio guardarselo dall esterno.All'interno non c'e' praticamente nulla,e' in uno stato di abbandono totale e facciamo subito il confronto con i bellissimi castelli della Loira visitati a d Aprile.Un vero peccato!!!! Purtroppo non riusciamo ad andare a visitare i laghi di Rudeira e il paese di El Tomelloso...Torniamo in albergo e cadiamo in un sonno ristoratore,che al confronto la bella addormentata del bosco sembra soffrire d'insonnia!!!!! L'11 lasciamo l 'albergo e ci dirigiamo verso Cordoba:abbiamo la fortuna di trovare un hostal,Los Patios(www.Lospatios.Net), carino a 36€ a notte proprio davanti alla Mezquita.Prenotiamo per 2 notti prendendolo come appoggio per visitare anche Siviglia che dista all incirca 140 km.Dopo aver posato i bagagli e aver trovato parcheggio andiamo alla scoperta della citta':anche qui casette bianche a non finire,fiori un po' ovunque,piccole stradine piene di negozietti.Entriamo nella Mezquita(8€),antica moschea trasformata poi in cattedrale cristiana.Scopriamo che la mattina dalle 8.30 alle 10.00 l'entrata e' gratuita.Molto bella:e' stata costruita in diverse epoche ma all interno si respira un aria molto particolare.Cominciamo a sentire un po' la stanchezza e con la scusa di contemplare la cattedrale che c'e' all interno ci riposiamo un po.Il caldo e' forte:ci sono all'incirca 43 gradi.Usciamo e ci facciamo un giro per il paese.Ci sono zingare ovunque che con la scusa di offrirti un ramoscello ti vogliono leggere la mano.Ma se gli dici di no non insistono.Prenotiamo due posti per lo spettacolo di flamenco:quest'anno non ci vogliamo far sfuggire nulla e vogliamo sentire cosa significa Spagna.Lo spettacolo ci costa 19€:speriamo che ne valga la pena.Per la cena vogliamo paella .Scopriamo poi che probabilmente la sera ti fanno mangiare quella avanzata per il pranzo.Altra cosa da notare e' che si pranza tardi e si cena dalle 21.30 in poi,anche perche’ fa’ notte molto piu’ tardi che da noi.Comunque in qualsiasi ora i ristoranti e i bar sono sempre pieni di gente.Andiamo allo spettacolo di flamenco:ci e' piaciuto abbastanza anche se quelli che cantavano ci facevano un po' ridere

  • 1539 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social