Porto Santo

Vi racconto il mio viaggio a Portosanto.... Per darvi alcune indicazioni sulla struttura presso la quale ho soggiornato (da evitare) e sul luogo che ho visitato... La mia compagna di viaggio è mia mamma, ogni anno ci regaliamo una vacanza ...

  • di ale1976
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Vi racconto il mio viaggio a Portosanto... Per darvi alcune indicazioni sulla struttura presso la quale ho soggiornato (da evitare) e sul luogo che ho visitato...

La mia compagna di viaggio è mia mamma, ogni anno ci regaliamo una vacanza a luglio o a settembre...Una settimana di relax da passare insieme.. Questa volta veniamo attirate da questa meta insolita, a noi sconosciuta dal nome piuttosto esotico “Porto Santo”in Portogallo.. La quota che versiamo per l'intero pacchetto non è eccessiva, il tour operator sembra affidabile seppur non notissimo (I Viaggi di Atlantide) cosi decidiamo di partire. Una settimana dal 28/06 al 03/07/06.

Viaggiamo con la compagnia aerea Neos, partenza alle ore XXXX , la coda che facciamo al banco di accettazione per prelevare i ns. Biglietti è lunga ed estenuante..( 1 ora e 15 nonostante la ns. Estrema puntualità) svariate prenotazioni non risultano, molti biglietti non sono reperibili, le assistenti dei Viaggi di Atlantide devono addirittura produrli a mano...La corsa al Gate è inevitabile, non abbiamo nemmeno il tempo di comprarci un giornale...

Quando atterriamo all'incirca all'ora locale 00.30 di sono 17 gradi..Fa un freddo tremendo... C'è un vento che ti taglia la faccia in due (Il catalogo dei viaggi di Atlantide recita "Il clima dell'isola è decisamente fuori dalla norma della mitezza, le temperature medie variano dai 18 ai 27 gradi tutto l'anno"... Non vi nascondo la ns. Preoccupazione...La prima cosa che ho pensato è che non poteva trattarsi di un fenomeno passeggero... Faceva cosi inesorabilmente freddo che ho pensato di essere capitata in un posto in cui la stagione non consente bagni, sole..Ho pensato “ma qui è bassa stagione!” Ho pensato che di caraibico proprio non aveva nulla..( pur ammettendo di non essere mai stata ai Caraibi).

Veniamo caricate sul pulman in compagnia degli altri sconcertati passeggeri e attraversiamo un paesaggio brullo e deserto.. Persino nella cittadina che loro chiamano "Centro" (Vila Baleira) non c'è un'anima viva... Penso “ok, è l'una di notte “ ma io di solito nei posti di mare che ho visitato (Spagna, Grecia,Italia etc) un pò di movimento c'era !!!... "vabbè" mi dico..."vediamo domani" ......

La struttura che ci accoglie, l’hotel Villa Baleira, è a 3,5 Km. Dalla cittadina di Vila Baleira e a 6 km dall'aeroporto... Ci informano che tutti i giorni c'è comunque un pullman che fa la spola da e per il "centro" (la verità è che c'è una corsa ogni ora, se va bene, e per tornare puoi anche aspettare due o tre ore perchè ce n'è una alle 16.00 e quella dopo è alle 19.00, ottimo vero? quando terminano le scuole e la finiscono tardi verso fine giugno appunto, poi sono ancora piu' sporadiche).

Il pullman costa 1 euro..Un taxi 5 euro ma alla fine prendi il taxi perchè sei annoiata a morte dopo un'ora in questo paese dove non c'è NIENTE. ..A parte una pittoresca piazzetta con un giardinetto con palme (molto curati i giardini e gli spazi verdi) la casa dove ha soggiornato Colombo, una bella chiesa con un notevole azuleio di ceramica sulla facciata. Le uniche attrattive che non mancano solo le taverne, ce ne sono davvero molte, ma noi non abbiamo usufruito delle loro specialità culinarie, perchè , purtroppo avevamo la pensione completa. I negozi (che poi alla fine si contano sulle dita di due mani, compresi i casalinghi, la farmacia e una cartoleria) chiudono alle 19.00, e se ti soffermi un attimo di piu' abbiamo saputo che ti invitano proprio ad uscire...Scusate ma io non ho mai visto una cosa del genere in un posto di mare... Locali dove andare a sorseggiare qualcosa non ce ne sono... Solo qualche bar da paese come quelli che si trovano nelle frazioni meno popolate delle ns. Campagne. La cosa che mi ha lasciato interdetta è la totale mancanza di vita notturna. Se io fossi in posto del genere tutto l'anno mi verrebbe la depressione ed infine mi suiciderei. Fortuna che ero con mia mamma perchè mi sento di sconsigliare a tutti i single con voglia di socializzare di visitare questa parte di mondo... La morte civile regna sovrana

  • 52152 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Franco Ferlisi
    , 17/9/2010 16:26
    Ma tu sei già stata in Sicilia (Marina di Noto ad es.) dopo il 10 di Settembre?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social