Stati Uniti e Canada raccontati su Facebook

Oltre 3000 chilometri in auto tra New England (Usa), Ontario e Quebec (Canada)

  • di Iskra2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Ecco la cronistoria di una scorribanda - mia e della mia compagna Sara - tra New England (Nord Est degli Stati Uniti), Ontario e Québec (Est del Canada), lungo oltre 3000 km, percorsi in auto (http://g.co/maps/mz76h). Proposta così come l’ho raccontata, giorno per giorno, su Facebook, nell’agosto del 2011.

Sono solo piccoli flash di poche righe, impressioni, atmosfere; ma forse possono offrire utili sensazioni e qualche dritta.

Per informazioni più dettagliate sul viaggio, conviene seguire le guide che preferite. Io ho trovato utili: 1) la Dumont “Boston e New England”, ed. 2010. 2) la Lonely Planet “Boston. Incontri”, ed. 2010. 3) la Guide du Routard “États-Unis, côte Est” 2010-2011. 4) la Guide du Routard “Québec et Provinces maritimes” 2011-2012 (le Routard sono entrambe nell’edizione francese). 5) la Eyewitness Travel "Top 10 Toronto" in inglese. In estrema sintesi.

Io e Sara siamo partiti il 6 agosto 2011 da Milano, via Dublino, con un volo della compagnia irlandese Aer Lingus per Boston; e da qui siamo ripartiti il 27 agosto con un volo analogo, arrivando in Italia il giorno dopo. I biglietti sono stati acquistati online sul sito www.aerlingus.com all’inizio di marzo 2011: costo 1393 euro in due a/r. Aer Lingus si è rivelata la compagnia aerea più economica, per il mese di agosto (ma non solo), e comoda: partenza da Linate, lungo una rotta veloce e favorevole verso Boston con rapido controllo da parte della dogana Usa direttamente nello scalo irlandese: cosicché una volta negli States non è stata necessaria nessuna ulteriore formalità (ovviamente bisogna ottenere in anticipo online l’Electronic System for Travel Authorization - Esta per gli Usa, http://italian.italy.usembassy.gov/visti/esta.html). In altre stagioni o mesi meno... “turistici” si può risparmiare il 30-40%. Abbiamo soggiornato a Boston, Herkimer (tappa intermedia), Niagara Falls, Toronto, Montréal, Tadoussac, Québec Ville, varie località del Maine (Bar Harbor, Bothbay Harbor, Portland). Tutti gli hotel e i b&b sono stati acquistati online: tramite http://it.hotels.com/ gli hotel, direttamente sui loro siti i b&b (con l’aiuto dei giudizi degli utenti letti su Hotels.com e TripAdvisor). I costi di hotel, b&b e ristoranti (tra tre e quattro stelle gli hotel; prezzo medio i ristoranti) sono stati inferiori a quelli equivalenti di centri analoghi italiani, grazie anche al cambio favorevole (il dollaro canadese è un po’ costoso di quello americano).

L’automobile l’abbiamo prenotata in marzo (da Boston a Boston) tramite un broker inglese (il sito in italiano è www.enoleggioauto.it) che utilizzo spesso: soprattutto provvedendo con molto anticipo sulla partenza, consente forti risparmi. Ho speso 578 euro per 19 giorni, tutto compreso, copertura assicurativa totale e chilometraggio illimitato, con la possibilità di attraversare il confine tra Usa e Canada. Ovviamente durante i primi tre giorni di soggiorno a Boston non avevamo l’auto perché in città non serve.

Consiglio tutti gli hotel e i b&b in cui siamo stati (ma segno con l’asterisco quelli preferiti): *Charlesmark Hotel (Boston), Bellinger Rose Bed & Breakfast (Herkimer), Inn By The Falls (Niagara Falls, lato canadese), *Banting House Inn (Toronto), Le Nouvel Hotel (Montréal), *Auberge la Sainte Paix (Tadoussac), B&B Aux Trois Balcons (Québec Ville), Primrose Inn (Bar Harbor), *Bayberry House (Boothbay Harbor), Wild Iris Inn (Portland).

Per informazioni potete scrivermi: marco.brando@gmail.com ----- o ----

Il diario di viaggio su Facebook

MILANO, 2 GIORNI PRIMA

Previgilia della partenza per il viaggio in Usa e Canada (via Boston) attraverso Massachussets, New York, Ontario, Québec, Maine e New Hampshire, con auto a noleggio. E comincia la paranoia da codici della strada, severissimi: inizio a "sognare" trucidi sceriffi statunitensi con occhiali da sole, pancia e mascella alla John Wayne. I poliziotti canadesi invece me li aspetto, d'istinto, più bonaccioni... Vedremo

  • 15089 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social