Nord Est USA

On the road tra le città della costa est e le cascate del Niagara
 
Partenza il: 28/08/2019
Ritorno il: 13/06/2019
Viaggiatori: 3
Spesa: 3000 €

Info pratiche

  • 17 giorni/16 notti
  • Noleggio auto per 13 giorni. 2800 km percorsi.
  • Costo totale per 3 persone: 6900 euro

Dettaglio:

Voli 1500 euro, motel 1780 euro, noleggio auto + EZ-Pass 790 euro, mezzi pubblici 190 euro, esta/assicurazione sanitaria/scheda SIM/patente internazionale 260 euro, benzina/cibo/ingressi/varie 2380 euro.

I voli sono stati prenotati con largo anticipo, su Expedia.it. Il mio sogno era di volare con Emirates sull’Airbus A380, quindi abbiamo speso circa 500 euro a testa A/R, ma cambiando compagnia ed aggiungendo uno scalo si possono trovare voli anche a 300 euro.

Ho prenotato tutti gli alloggi su Booking, circa 6 mesi prima. I prezzi in questa zona sono alti, ma rimanendo in zone periferiche ho trovato motel a prezzi convenienti, con colazione. Avendo l’auto, la soluzione del motel si è rivelata giusta, perché il parcheggio è gratuito (in zona parcheggiare è molto costoso!); lasciavamo l’auto tutto il giorno al motel senza pagare nulla, e ci spostavamo comodamente con i mezzi pubblici. Impensabile usare l’auto nelle città!

Ho scelto di non fare alcun pass per le attrazioni di NY, perché nessun pass comprendeva tutte le attrazioni che mi interessavano: avrei dovuto fare un pass e pagare a parte qualcosa, e a conti fatti mi è convenuto pagare le attrazioni singolarmente. Ma questo è molto soggettivo, dipende da quello che si vuole vedere.

Ho comprato un po’ di dollari presso la mia banca prima di partire, poi ho pagato con carta di credito o prelevato direttamente sul posto. Il costo delle commissioni per il prelievo è alto, quindi consiglio di acquistare i dollari sufficienti per le spese in contanti in Italia, poi pagare con la carta sul posto, ma di non prelevare dollari sul posto, se possibile.

Per il telefono: abbiamo acquistato una SIM americana su Amazon con giga illimitati, al costo di circa 42 euro per 21 giorni di validità, messa su un solo telefono, settato in hot spot, così ne abbiamo usufruito tutti e tre tramite wi-fi. Attenzione, solo le carte T-Mobile lo permettono, le AT&T non possono essere usate in Hot Spot, dovrete avere una scheda per ogni utenza.

Alcune strade e ponti sono a pagamento; in alcuni stati ci sono caselli virtuali ogni 10/20 miglia che prelevano qualche centesimo dall’abbonamento EZ-Pass (tipo telepass), in altri stati ci sono veri e propri caselli all’entrata e all’uscita , come in Italia, in cui è ancora possibile ritirare il biglietto all’entrata e poi pagare in contanti all’uscita. Consiglio fortemente di richiedere l’EZ-Pass quando noleggiate l’auto, vi eviterete scocciature, perché è tutto automatico e non pensate a nulla. Alla riconsegna dell’auto salderete il dovuto.

New York è molto cara, ma Philadelphia non lo è affatto!

Diario di viaggio

28 agosto 2019

Lunga giornata di viaggio. Partiamo da Malpensa alle 17, con un’ora di ritardo perché il volo, che proviene da Dubai, porta già con se questo regalino … poco male, il volo si rivela davvero confortevole, a parte il freddo assurdo che soffriamo a bordo!! Emirates è una compagnia favolosa, nulla da eccepire, l’offerta di intrattenimento a bordo è eccezionale, il cibo abbondante e buono, e 9 ore scivolano via..

Arriviamo a NY alle 20. Le formalità per l’immigrazione e il ritiro bagagli ci rubano un’ora di tempo (pensavo peggio …). Alle 21 circa siamo pronti per lasciare l’aeroporto. Ci aspettano nell’ordine: Air Train (che, ricordo, si paga all’uscita), la metro fino al Port Authority, e il bus per il New Jersey, perché per risparmiare abbiamo prenotato un motel a Jersey City, con navetta che ogni mattina ci porta a Manhattan attraverso il Lincoln Tunnel.

Appoggiamo finalmente la testa sul cuscino quando mezzanotte è già passata da qualche minuto. In Italia sono già le 6 del mattino … siamo stravolti e crolliamo in un baleno.

29 agosto

Il fuso orario non ci disturba, la notte è stata tranquilla. Meno male, perché oggi ci aspettano grandi cose! New York è la città più bella del mondo, lo confermo! Incasinata, rumorosa, viva, nuova, tutto il mondo la guarda e la copia. Sole stupendo e colazione a base di waffles, la prima attrazione della giornata è la Freedom Tower. Arriviamo con la metro, e sbuchiamo proprio all’Oculus, la bellissima e bianchissima stazione di Calatrava che spicca tra i grattacieli. Giusto il tempo di orientarci e di rivolgere un pensiero alle vittime dell’11 settembre alle Memorial Pools, che il nostro sguardo è rapito dall’altissima torre al One World Trade Center (Freedom Tower); abbiamo la salita prenotata per le 10.15, ma non possiamo aspettare e alle 9.45 siamo già all’ingresso. Essendoci poca gente ci fanno salire prima. Che emozione!! Già il velocissimo ascensore è un’esperienza fantastica, poi il filmato introduttivo e il colpo di scena finale: i pannelli che si aprono a svelare il panorama spettacolare!! Ragazzi, una cosa meravigliosa!!! Si vede tutto, ma proprio tutto!!

Rimaniamo in ammirazione per un po’, poi la voglia di scoprire la città è troppa e scendiamo. Ci spostiamo prima in metro poi a piedi, sempre con il naso all’insù, e vediamo nell’ordine la Trinity Church, Zuccotti Park, Wall Street, il Charging Bull.

Nel pomeriggio ci spostiamo a Battery Park, da dove prendiamo il traghetto per la Statua della Libertà. Inutile dire, l’icona di NY, emozionante. Rimaniamo un po’ sull’isola a riposare i piedi e a mangiare un gelato, scattando milioni di foto allo skyline. Nel tardo pomeriggio attraversiamo tutto il Ponte di Brooklyn, e scendiamo fino al quartiere di Dumbo (down under Manhattan bridge overpass). Da Washington street vediamo lo scorcio famosissimo: l’Empire State Building che sbuca da sotto il Manhattan Bridge. Inutile dire che quello scatto è finito sulla parete del mio soggiorno… Tornati a Manhattan, ci dirigiamo verso la Ledder 8, la caserma dei pompieri (funzionante) set del film Ghostbuster. Facciamo qualche foto con i gentilissimi firefighters, e andiamo a Times Square per goderci un po’ di luci e una cena da Bubba Gump.

30 agosto

Iniziamo la giornata nel quartiere emergente di Hudson Yard; qui l’attrazione più famosa è The Vessel, un’istallazione fatta di scale che assomiglia ad un alveare gigantesco. Da qui facciamo 2 passi sulla High Line, una vecchia linea ferroviaria sopraelevata in disuso trasformata in parco. Ci dirigiamo poi verso la Grand Central Station, il Crysler Building, l’Empire State Building, il Flatiron, percorrendo a piedi la bellissima Park Avenue. Poi visitiamo Bryant Park, ci imbattiamo nella statua HOPE, il Rockfeller Center e Fao Shwartz, il negozio di giocattoli famoso per il pianoforte gigante che si suona con i piedi.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Boston
    Diari di viaggio
    da washington a chicago: costa est degli states on the road

    Da Washington a Chicago: Costa Est degli States on the road

    In una delle tante fredde serate invernali passate in birreria, io, Steve e Andry decidiamo di fare una vacanza insieme negli Stati Uniti....

    Diari di viaggio
    nord est usa

    Nord Est USA

    Info pratiche17 giorni/16 notti Noleggio auto per 13 giorni. 2800 km percorsi. Costo totale per 3 persone: 6900 euroDettaglio: ...

    Diari di viaggio
    je me souviens

    Je me souviens

    Un lungo viaggio in aereo con scalo a Roma Fiumicino. Siamo un bel gruppo di 6 amici e 2 bambine. Il viaggio in areo mi dà sempre la...

    Diari di viaggio
    da new york al canada e ritorno

    Da New York al Canada e ritorno

    Da New York al Canada e ritorno (by Luca, Sabrina, Federico, Leonardo e Valentina)Sabato 11 Agosto:Finalmente! … Dopo...

    Diari di viaggio
    negli states per un tour nella grande mela e non solo

    Negli States per un tour nella Grande Mela e non solo

    di metri ma molto caratteristica. Attraversiamo il Distretto Finanziario, il Benjamin Franklin Parkway e la notevole porta cinese a...

    Diari di viaggio
    indian summer nel new england e québec

    Indian Summer nel New England e Québec

    parte sterrata ricca di curve e abbastanza ripida. Dopo aver parcheggiato, passeggiamo in vetta, con un tempo che continua a cambiare, e...

    Diari di viaggio
    alla scoperta degli states per festeggiare 50 anni

    Alla scoperta degli States per festeggiare 50 anni

    Ad agosto compio 50 anni e voglio regalarmi un viaggio in USA. E' da bambina che ho questo sogno nel cassetto e mi sembra arrivata l'ora di...

    Diari di viaggio
    canada orientale e new england

    Canada orientale e New England

    Il nostro terzo viaggio in America si è svolto tra Canada Est e New England. Abbiamo potuto fare un viaggio di soli 16 giorni e questo è...

    Diari di viaggio
    states fai da te

    States fai da te

    VIAGGIO A NEW YORK, WASHINGTON E BOSTON MERCOLEDÌ 14 SETTEMBRE Partenza dall'Aeroporto Marco Polo di Venezia alle ore 13.25. Arrivo al...

    Diari di viaggio
    a spasso negli usa

    A spasso negli Usa

    è veramente unica e assolutamente da visitare, per la sua mescolanza allegra di stili e una realtà completamente originale.10...