Godersi Amsterdam

Lo ammetto: abbiamo avuto a disposizione tanti giorni! E nonostante ciò non abbiamo visitato tutto il visitabile perché preferiamo camminare per la città e questo richiede tempo! L'itinerario contiene diversi consigli contrassegnati da un asterisco (*) per trovarli più facilmente! ...

  • di diamante81
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Lo ammetto: abbiamo avuto a disposizione tanti giorni! E nonostante ciò non abbiamo visitato tutto il visitabile perché preferiamo camminare per la città e questo richiede tempo! L'itinerario contiene diversi consigli contrassegnati da un asterisco (*) per trovarli più facilmente! ;) Mercoledì 26 Dicembre 2007 Il viaggio inizia nella mia città natale e prosegue verso Roma. Non amiamo le levatacce perciò trascorreremo una notte in un hotel vicino la stazione Termini per poi prendere il bus per l'aeroporto di Ciampino il giorno dopo alle 9.30! Primo consiglio *: ci sono molte possibilità di alloggio vicino la stazione Termini a prezzi molto vantaggiosi; per una notte, compresa la colazione, abbiamo speso 50 euro in due. Secondo consiglio *: la zona tra Via Marsala e Castro Pretorio è abbastanza buona. Evitate il più possibile la zona di Via Giolitti (non succede niente ma è un quartiere davvero brutto e degradato!); gli hotel, ovviamente, costano un pò meno ma sono comunque carini (il nostro era nella zona di Via Giolitti ed era carinissimo).

Giovedì 27 Dicembre 2007 Il pullman per l'aeroporto parte alle 9.30 perciò ci alziamo di buon'ora e ne approfittiamo per una abbondante prima colazione. Il pullman costa 14 euro A/R ma con i mezzi pubblici si risparmia (noi abbiamo optato per la comodità del viaggio diretto!). Il volo Ryanair ci costa solo 129.44 euro (compreso un bagaglio imbarcato) ma dobbiamo scendere ad Eindhoven e prendere un pullman per Amsterdam (il bus è diretto, però!). Il volo parte con un ritardo di 30 minuti: pazienza! Arrivati all'aeroporto di Eindhoven trovare il punto vendita del pullman per Amsterdam è facilissimo: subito a destra. Compriamo i biglietti A/R al costo di 35 euro e partiamo. Il viaggio dura un'ora e un quarto (in Olanda i tempi di viaggio sono calcolati alla perfezione!). Arrivati in via Prinz Hendrikkade, vicino la Stazione Centrale, raggiungiamo la fermata dell'autobus che ci porterà a Purmerend, una città a 20 km da Amsterdam, dove alloggeremo. Terzo consiglio *: se si hanno a disposizione diversi giorni come noi alloggiare fuori dalla città risulta economico e permette di vedere anche i dintorni. Se, al contrario, si vuole vedere solo una città, ad esempio Amsterdam, è consigliabile stare al centro perché i mezzi pubblici sono piuttosto costosi (tipo Roma). Arrivati a Purmerend ci aspetta una piacevole sorpresa: la cena viene servita alle 18.30! Quarto consiglio *: in Olanda gli orari di pranzo e cena sono diversi dai nostri. Molti ristoranti si sono adeguati ai nostri orari e, soprattutto, ci sono sempre dei chioschetti pronti a sfamarci a qualsiasi ora ma bisogna fare attenzione perché alcuni locali restano aperti ma solo per i drink e non per la cucina! ;) In ogni caso in Olanda è più facile ingrassare che dimagrire, soprattutto durante le feste! Venerdì 28 Dicembre 2007 Camminiamo per circa nove ore senza sederci! E ne è valsa la pena! Dalla Stazione Centrale ci incamminiamo verso la zona vecchia della città costeggiando la Chiesa vecchia (Oude Kerk), il quartiere a luci rosse, la zona di Nieuwmarkt (la Chinatown di Amsterdam), la Waterlooplein per arrivare alla Gassan Diamond che offre un tour gratuito alla scoperta dei diamanti. Il tour è disponibile in italiano e permette di scoprire il taglio delle pietre e come distinguere i diamanti ed il loro valore. Poi c'è la parte "consiglio per gli acquisti" in cui ti propongono i diamanti sfusi o incastonati ma i prezzi sono accessibili a pochi! ;) Ultima parte del tour...Tè o caffè gratuiti! :) Entriamo in un coffe-shop, The Stix, ma il fumo è davvero troppo per me e cominciano a bruciarmi gli occhi perciò consumo la cioccolata in fretta ed usciamo. Arrivati alla Museumplein ci dirigiamo al museo Van Gogh. Dobbiamo pagare 10 euro per l'ingresso e, come consigliatoci da un altro turista per caso, affittiamo un'audio guida a 4 euro: fantastico (e anche divertente, i commenti erano al limite della parodia). Trascorriamo oltre un'ora nel museo che è grande, bello, ricco di opere! La visita che più ci ha entusiasmato, però, è l'Albert Cuypmarkt. E' un mercato come tanti, con abiti di scarsa qualità e prodotti per la cucina, ma ogni tanto si intravedono bancarelle particolari come quella del tè e degli infusi che vende di tutto o quella della frutta secca ed esotica o, infine, il venditore di patatine fritte più buone ed economiche di Amsterdam: Pietersmag! Altro che il Vlaamse Fritenhuis sulla Damrak che, per fare in fretta, ti da le patatine ancora crude! Per pranzo proviamo un Maoz Falafel, un panino arabo farcito con falafel, insalata e un assortimento di condimenti a propria scelta (cus-cus, salse piccanti, pomodori, etc.), il cui costo si aggira sui 4 euro. Finalmente ci sediamo: è ora di cena! Andiamo al Bojo Indonesian Restaurant e prendiamo un Gado-gado e una Tempura (il menù si può leggere all'esterno ed è tutto spiegato in inglese). Ogni piatto, ricchissimo e abbondante, costa 7.75 euro. Quinto consiglio *: se non avete problemi alimentari provate tutto! Troverete una varietà di cucine diverse da farvi restare di stucco! Sesto consiglio *: spostarsi con i mezzi pubblici è davvero pratico. I biglietti utilizzati, le Strippenkarten, possono essere vidimati dall'autista così non dovrete nemmeno imparare ad usare le macchinette obliteratrici! ;) Inoltre i trasporti funzionano anche di notte perciò non si rimane mai...Appiedati! :) Tranne il 31 dicembre! In questo giorno i trasporti terminano alle 20.00 (dentro e fuori Amsterdam) e riprendono intorno alle 7.00 del 1 gennaio! Alcuni preferiscono fare una tessera, che fino a quest'anno si chiamava IAmsterdam Card, che permette di usufruire dei trasporti pubblici gratuitamente e ci sono diversi ingressi gratuiti ai musei e altri sconti il tutto per 24, 48 o 72 ore a prezzi variabili, dai 33 ai 53 euro circa. Per essere conveniente dovreste essere Flash Gordon nell'entrare ed uscire dai musei perciò se avete pochi giorni potrebbe convenirvi davvero altrimenti è una spesa inutile! Sabato 29 Dicembre 2007 L'intenzione di visitare la zona nuova della città è stata soppiantata dalla visita al Nemo, il museo della scienza che, in effetti, è stato creato per i bambini ma gli adulti potranno lo stesso divertirsi e troveranno...Pane per i loro denti (rompicapi, illusioni ottiche, videogiochi, giochi interattivi, test di intelligenza e di personalità, e, come sempre, un bel bar all'ultimo piano!). Noi ci abbiamo trascorso quasi tre ore e non siamo riusciti a vedere e fare tutto! Usciamo solo perché dobbiamo comprare i biglietti per la notte di San Silvestro. Non potendo restare "all'aria aperta" fino alle 7 di mattina per tornare a Purmerend, abbiamo deciso di trascorrere la nottata in un locale e abbiamo scelto De Melkweg, vicino Leidseplein. Comprati i biglietti al Last minute tickets office ci dirigiamo nella parte nuova e cerchiamo da mangiare ma sulla Damrak e dintorni tutto è molto commerciale perciò proviamo le patatine al chiosco Vlaamse Fritenhuis, constatiamo che quelle dell'Albert Cuypmarkt sono più buone e torniamo a Purmerend

  • 2508 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social