Sei giorni ad Amsterdam in agosto

Vacanza di metà agosto alla scoperta delle bellezze di Amsterdam, con una visita ai mulini a vento e all'Aia
Partenza il: 10/08/2021
Ritorno il: 15/08/2021
Viaggiatori: 5
Spesa: 1000 €

GIORNO 1: 10 agosto 2021

Siamo partiti da Bologna con il volo KLM delle 6 di mattina, a bordo ci hanno dato un panino non molto buono e una bevanda. Atterraggio a Schiphol alle 8. L’aeroporto era ancora tranquillo, i negozi chiusi e siamo andati in uno Starbucks per fare colazione. All’esterno della zona degli arrivi è stata installata la famosa scritta IAmAmsterdam, quindi ci siamo fatti subito le prime foto. Seguendo i cartelli, ci siamo diretti alla biglietteria per acquistare il biglietto di andata per la stazione Zuid (€3.10), dove si trovava il nostro hotel. In Olanda tutti parlano benissimo inglese, quindi è facile comunicare. Inoltre ci è capitato spesso di trovare personale italiano, anche in hotel, cosa che può essere utile se non si mastica tanto l’inglese. In tutta la città si trovano inoltre negozi della catena Albert Heijn, di varie dimensioni, dove comprare acqua e snack, anche se i prezzi in Olanda sono decisamente alti. Inoltre va menzionato il fatto che è richiesto ovunque il pagamento con carta di credito, anche per importi minimi; spesso si trovano i cartelli “no cash”.

Zuid station è una zona periferica, molto moderna, con grattacieli e tanti cantieri, ma ben servita da metro e tram e soprattutto direttamente collegata via treno con l’aeroporto. In circa 15 minuti siamo arrivati e ci accoglie l’unica pioggia dell’intera vacanza. Abbiamo soggiornato cinque notti nell’hotel Innside Melia, con prima colazione inclusa. Consiglio assolutamente questa struttura, prenotata su booking.com. È un palazzo di 19 piani, inaugurato da pochi mesi, infatti ci sono ancora dei lavori che devono essere ultimati e l’ingresso ne è bloccato, bisogna fare un giro intorno o passare dal parcheggio, collegato con ascensore alla hall. Credo sia un problema di qualche settimana poi sarà risolto. La hall è luminosa, le camere compatte ma ben accessoriate. Noi eravamo al 17° piano e la vista dall’ampia finestra era bella. Consiglio caldamente di prenotare con la colazione inclusa perché ne vale assolutamente la pena: viene servita al 19° piano, in quello che poi in orario serale diventa un ristorante spagnolo. L’atmosfera è rilassante, la vista bella, l’offerta è molto valida, sia per il dolce che per il salato.

Quando siamo arrivati la nostra camera era già a disposizione. La gentile signora della reception ci ha fornito le informazioni necessarie sugli orari, una mappa della città e ci ha dato la possibilità di fare l’abbonamento ai mezzi pubblici presso di loro. L’abbonamento è conveniente, perché i biglietti singoli sono costosi e, vista la posizione decentrata, non era pensabile andare solo a piedi. La camera era già disponibile, quindi abbiamo portato i bagagli e poco dopo siamo usciti, fortunatamente la pioggia era finita. Con la metro 52 ci siamo diretti a piazza Dam, punto nevralgico della città, nel quale siamo tornati varie volte. Abbiamo passeggiato sul viale principale, Damrak, guardando le vetrine dei tanti negozi. Primo pranzo da KFC, la catena di pollo fritto. Siamo tornati in piazza Dam perché avevamo prenotato qualche giorno prima la visita del palazzo reale che vi si affaccia (biglietti solo on-line 10€ adulti, ingresso gratuito per i bambini). Sinceramente è una tappa che si può evitare, l’edificio non ha un fascino particolare, comunque si visita rapidamente. C’è un guardaroba dove si devono lasciare le borse più ingombranti e all’ingresso viene fornita un’audioguida multilingue. Il suo funzionamento è uguale a quello che troveremo in altri musei: accanto ai pannelli descrittivi c’è uno spazio su cui puntare con il comando e parte in automatico la spiegazione nella lingua prescelta. All’uscita dal palazzo, complice la giornata soleggiata, abbiamo deciso di salire su uno dei battelli ormeggiati in zona per fare il classico giro dei canali. Il primo disponibile è stato quello della Rederij che, per 13€ adulti e 9€ bambini, ci ha portato un’oretta in giro sull’acqua. Sicuramente ci sono soluzioni più interessanti, perché il giro non è stato molto interno rispetto alla zona più famosa e non era disponibile la lingua italiana per le spiegazioni. Stanchi dopo la lunga giornata, ci siamo diretti nella zona dell’hotel e abbiamo cenato al Wagamama, catena di cibo orientale, specializzata in ramen. Attenzione, i ristoranti ad Amsterdam chiudono presto, è normale trovare gente seduta a tavola alle 18.30!

Guarda la gallery
Sei giorni ad Amsterdam in agosto

Sei giorni ad Amsterdam in agosto



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo Leggi i Diari di viaggio su Amsterdam
Diari di viaggio
Sei giorni ad Amsterdam in agosto

Sei giorni ad Amsterdam in agosto

GIORNO 1: 10 agosto 2021 Siamo partiti da Bologna con il volo KLM delle 6 di mattina, a bordo ci hanno dato un panino non molto buono...

Diari di viaggio
Assaggio di primavera in Olanda

Assaggio di primavera in Olanda

È da un po' che vogliamo andare a vedere la fioritura dei tulipani... e cosi partiamo per l'Olanda, sei giorni ad Amsterdam e tre a...

Diari di viaggio
Amsterdam e i suoi canali

Amsterdam e i suoi canali

8/6/19 Sabato Ormai è diventata un classico, la colazione da Vince prima della partenza. Ore 10 siamo puntuali davanti all'Hotel...

Diari di viaggio
Breve fuga di due amiche in Olanda

Breve fuga di due amiche in Olanda

Ciao a tutti... mi piace pensare che questo diario possa essere utile magari a due amiche... come me e Mariella che decideranno di...

Diari di viaggio
Anversa ed Amsterdam: due città diversamente fantastiche

Anversa ed Amsterdam: due città diversamente fantastiche

Anche quest'anno, come ormai da tradizione, ci tocca scegliere una grande città europea per la gita di primavera/estate. E finalmente,...

Diari di viaggio
Spring break olandese

Spring break olandese

il nostro viaggione!

Diari di viaggio
Amsterdam e Keukenhof nel periodo più bello dell'Olanda

Amsterdam e Keukenhof nel periodo più bello dell’Olanda

anni di coltivazione del tulipano in Olanda, la Forest Cabin Garden un giardino boschivo con le sue aspre combinazioni di piante...

Diari di viaggio
Amsterdam: amore a prima vista

Amsterdam: amore a prima vista

e maestosi al mondo. Volendam, infine, è un villaggio di pescatori con un bel lungomare sull’insenatura. In tutti questi paesi,...

Diari di viaggio
Amsterdam e la festa del Re 2

Amsterdam e la festa del Re 2

Ad Amsterdam tra il Giorno del Re, i mulini di Zaanse Schans, il parco Keukenhof e... patatine fritte. Circa un anno fa ho...

Diari di viaggio
Tour in Olanda, fra i campi di tulipani, mulini a vento e dighe

Tour in Olanda, fra i campi di tulipani, mulini a vento e dighe

L’Olanda era uno dei Paesi europei che io e Alessio sognavamo da tempo di visitare; ci eravamo innamorati dei colori dei tulipani in...