Nuova Zelanda e Phi Phi Island

Viaggio di nozze autoorganizzato (vabbè, sarebbe il mio lavoro organizzare viaggi, ma non sarebbe un problema per nessuno...). Partiamo il giorno dopo il matrimonio molto prima dell'alba del 9 febbraio con volo KLM da Venezia e proseguiamo per Kuala Lumpur ...

  • di Irene Faraon
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Viaggio di nozze autoorganizzato (vabbè, sarebbe il mio lavoro organizzare viaggi, ma non sarebbe un problema per nessuno...). Partiamo il giorno dopo il matrimonio molto prima dell'alba del 9 febbraio con volo KLM da Venezia e proseguiamo per Kuala Lumpur con Malaysia Airlines. Segnalo a tutti che con pochi accorgimenti di itinerario siamo riusciti a fare 25.000 miglia - punti con la tessera Frequent flyer e abbiamo guadagnato un volo gratis per l'europa con un solo viaggio. Auckland è in effetti la destinazione più lontana dall'europa, tanto che si raggiunge sia via atlantico pacifico che via oriente!! Dopo 12 ore di sosta Kuala, ospitati in hotel a carico di Malaysia (ma noi siamo andati a zonzo, potevamo forse perderci Kuala?) siamo ripartiti per Auckland arrivando il giorno11 febbraio, 2 giorni dopo e con + 12 ore di fuso orario. Resistendo a stento gli attacchi di sonno siamo andati un po' in giro per la città, abbiamo visitato il War Memorial Museum. Veramente interessante, ci sono oggetti di artigianato Maori e del pacifico e una parte dedicata ai Neozelandesi e le guerre combattute.

Per la cena auckand offre un'infinità di ristoranti di tutte le cucine. La prima cena la abbiamo fatta in un ristorante Mongolo vicino all'hotel. Devo dire che poi ho dormito tutta la notte e ho preso facilmente il fuso, merito della forza di volontà di non dormire prima e della melatonina.

13 Febbraio: Giorno intero dedicato alla città di Auckland, che ha veramente molte cose da mostrare ed è una città giovane, viva e cosmopolita. Consigliamo di salire sulla Skytower per ammirarne l'estensione (dicono sia seconda solo a los Angeles, sebbene non fittamente popolata) e magari fare anche Bungee junping dalla cima...

In effetti non ne abbiamo avuto il coraggio, ma forse abbiamo fatto male: la Nuova Zelanda va vissuta così, non solo guardata, è bello partecipare a tutte le attività all'aperto che i pazzi Kiwi si inventano, perchè è tutto molto divertente ma allo stesso tempo gestito in sicurezza. Tornando ad Auckand, consigliamo anche di fare un giro in barca per il golfo di Hauraki, perchè la prospettiva dall'acqua della skyline è molto affascinante. Cena da Kermandek, ottimo ristorante di Pesce vicino al villaggio della coppa america.

Il 13/2 Partiamo con l'auto a noleggio per Waitomo, dove si trovano le famose grotte. Per entrare meglio nello spirito del luogo, consiglio vivamente di NON fare la visita guidata tradizionale, ma di provare il BLACK WATER RAFTING: vestiti con muta, caschetto con luce e stivali di gomma, adeguatamente istruiti dalle nostre guide, abbiamo percorso qualche chilometro di un fiume sotterraneo galleggiando seduti dentro camere d'aria di camion! DIVERTENTISSIMO!!! In più, spegnendo la torcia potevamo scoprire un cielo stellato sopra di noi: I glow Worms: larve luminose che vivono nelle grotte, SPETTACOLARE!! Terminata la "giostra" siamo ripartiti alla volta di National Park, ai piedi del Tongariro, complesso di Vulcani sacro ai Maori su cui si trova il percorso trekking di un giorno più bello del paese. I Kiwi anche in questo sono molto organizzati: con l'autobus ti portano all'inizio del sentiero al mattino e vengono a riprenderti alla fine alla sera, contando bene che non si sia perso nessuno...

Peccato che quel giorno piovesse, sempre e non siamo riusciti a vedere nulla, avvolti dalle nuvole. I laghi di smeraldo li abbiamo visti solo quando li avevamo sotto i piedi. Ogni tanto mi toglievo gli scarponi per strizzare i calzini..

  • 1478 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social