Nizza e la Costa Azzurra

Una settimana di vacanza in un vero paradiso... non l'avrei mai detto

  • di degrottola
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

La nostra settimana di ferie, in luglio, ha visto quest'anno come meta Nizza e la Costa Azzurra. Abbiamo optato per questa zona su consiglio di amici e per via del bel tempo, che spesso qui fa da padrone. Per il soggiorno abbiamo deciso di affittare un appartamento (scelto dal sito www.homelidays.com) e la soluzione si è rivelata perfetta, soprattutto per gli alti costi che avrebbe comportato mangiare fuori tutti i giorni. La destinazione è stata raggiunta con il treno; la zona è servita benissimo da treni regionali (Ter, puntuali e puliti) e autobus (molte linee e prezzo del biglietto 1€), spostarsi quindi lungo la costa o nell'entroterra è veramente comodo, senza correre il rischio di impazzire per i parcheggi, a Nizza poi l'auto non serve. Il nostro intinerario è stato creato giorno per giorno (mi ero comunque un po' documentata prima di partire e avevo con me una fidata Lonely Planet) e le spiagge e/o paesi toccati sono stati i seguenti:

  • Villefranche Sur Mer: paesino sulla costa, prima di Nizza arrivando dall'Italia. Vi si arriva, partendo da Nizza, con autobus n°100 o n°81 o con il treno (tempo stimato circa 10min.). Qui vi è un mare splendido, con sabbia mista a sassolini; l'acqua è trasparente e pulita. Le spiagge sono diverse, tutte libere con docce e bagni pubblici. Il paese è caratterizzato da viette strette che salgono e scendono regalando scorci sul mare. Non mancano negozi tipici e di souveniers.
  • Eze Village - Cammino de Nietzs - Eze Sur Mer: questo paese si trova in collina e domina la costa sottostante. Il villaggio è caratterizzato da stradine strette di pietra, piccoli e lussuosi hotel e ristoranti, un giardino di cactus (a pagamento) e tantissimi fiori che invadono balconi e facciate, ti sembra che il tempo qui si fermi e la pace si diffonda in te. Merita sicuramente una visita e da Nizza si raggiunge con l'autobus n° 82. Per scendere poi verso il mare ci sono due soluzioni, la prima con un autobus (n ° 83) e la seconda, da noi scelta, percorrere il così detto "Cammino di Nietzsche". Da premettere che serve un abbigliamento consono per affrontarlo, sicuramente scarpe da tennis e dell'acqua perchè il tragitto dura circa un'ora e il terreno è fatto di ciotoli, sassi e gradoni, quindi non sempre lineare, seppure comunque sicuro e ben segnalato. Fino a quando non si è abbastanza in basso per ammirare il mare cristallino, si è solo circondati da montagne, soli con la propria mente (noi abbiamo incontrato pochissime persone). Una volta arrivati giu, al mare, rimarrete a bocca aperta: acqua trasparente come fosse quella dei caraibi, unica differenza la spiaggia (sempre libera) di sassi e non di sabbia. Qui c'è pochissima gente, si code di pace, calma e tranquillità. Bagni di rito e pranzo sulla spiaggia presso un ristorantino, prima del rientro a Nizza, questa volta con il treno!
  • Juans Les Pins: Cambiando direzione e spostandosi verso Cannes, ci siamo fermati (con il treno) nella stazione balneare di Juans les Pins (si trova tra Antibes e Cannes). Questa località potrebbe essere paragonata alla Rimini italiana, non per il mare però, che qui è sublime: acqua trasparente e spiaggia di sabbia (finalmente!), ma per i numerosi hotel/residence, negozi e vita notturna. Un bagno qui è quasi d'obbligo.
  • Principato di Monaco - Montecarlo: Ebbene si, ci siamo concessi il lusso di visitare il Principato di Monaco, non ci eravamo mai stati e quale occasione migliore di questa. Si raggiunge con il treno da Nizza o con l'autobus n°100 (1€). Abbiamo optato per questa seconda soluzione per poter ammirare il panorama lungo la strada (tempo di percorrenza 45min). Bella e ovviamente lussuosa, tutto curato e tenuto bene. Siamo rimasti veramente entusiasti. Abbiamo ammirato la rocca dei Grimaldi, che sovrasta la città, ci siamo diretti e concessi una visita al museo Oceanografico (€ 14 ingresso), la cui posizione è a picco sul mare e dal cui ristorante all'ultimo piano (vi consiglio di pranzare qui per la qualità e i prezzi a buon mercato) si ha una vista senza eguali. Ci siamo diretti al porto per ammirare gli splendidi panfili ormeggiati e siamo rimasti a bocca aperta davanti al casinò, alle bellissime macchine parcheggiate e alla piazza di fontane e giardini. Montecarlo è un vero gioiello!
  • Nizza: lasciata per ultima perchè di cose da dire ce ne sono molte: è una vera e propria città con i suoi pro e contro. E' stata la nostra base, per cui abbiamo avuto modo di vedere bene le sue sfaccettature; sicuramente multiculturale e sempre affollata di persone, qui non ci si annoia mai. Ci sono due casinò, moltissimi negozi spesso aperti anche alla sera e piazze pedonali dove si passeggia ammirando le vetrine, cenando in uno dei tanti locali con tavoli all'aperto o semplicemente gustando un gelato. La piazza più famosa e più grande è Place Massèna, la riconoscerete per le sue statue di Budda sopra dei pilastri, illuminate di sera, e perchè qui in mezzo vi passa il tram (niente macchine). Se volete fare una passeggiata lungomare invece c'è la lunghissima Promenade des Angleis con il famoso hotel Negresco e il mare che vi tiene compagnia. Vi posso sicuramente dire di andare a fare una passeggiata allo Chateau Park, sovrasta Nizza e vi offre una prospettiva a 360° sul mare e la città. Si raggiunge a piedi, in zona porto, o con un ascensore, è un ottimo tocca sana per rilassarsi su una delle numerose panchine, portare i bimbi a giocare o semplicemente sedersi accanto alla grande cascata artificiale e guardare l'orizzonte. Scendendo poi vi consiglio di fermarmi nella Vecchia Nizza, un dedalo di vicoli e bancarelle di fiori e prodotti locali, nonchè tanti ristorantini quasi nascosti, molto caratteristico

Annunci Google
  • 17498 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social