Scozia: semplicemente indimenticabile

Ciao siamo Nino e Antonella di Foggia, ci piace definirci 2 viaggiatori e non “turisti” che ogni anno cercano di conoscere bellezze e abitudini di alcune parti del mondo. Insieme alla mia ragazza abbiamo trascorso 18 giorni in giro x ...

  • di Nino Castriota
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Ciao siamo Nino e Antonella di Foggia, ci piace definirci 2 viaggiatori e non “turisti” che ogni anno cercano di conoscere bellezze e abitudini di alcune parti del mondo.

Insieme alla mia ragazza abbiamo trascorso 18 giorni in giro x la costa e l’entroterra scozzese più ulteriori 3 giorni a Londra.

Il viaggio è stato organizzato dal sottoscritto in circa due mesi e mezzo prenotando quasi tutto via internet. Per il volo abbiamo scelto la Ryanair, sicuramente la più economica ed affidabile per queste mete;abbiamo prenotato il volo di andata con partenza Orio al Serio-Londra Stansted (in quanto ci trovavamo vicino Milano da amici) al costo di euro 53 per 2 persone tasse incluse mentre al ritorno abbiamo prenotato il volo Londra Stansted-Pescara al costo di 127 euro per 2 persone.Vi consigliamo di prenotare con un buon anticipo perché i voli low cost a differenza dei last minute aumentano i costi con l’avvicinarsi della partenza e anche perché così si riescono a trovare soluzioni migliori a prezzi ottimi. Per i pernottamenti ho preferito prenotare principalmente dei B&B in case private (che poi si sono rivelati delle vere e proprie case delle bambole), perché ti permette di entrare a stretto contatto con le persone del posto e fare colazione spesso allo stesso tavolo con altri viaggiatori,(a differenza dei luoghi comuni abbiamo incontrato un popolo davvero gentile, ospitale ed amichevole), mentre in alcuni casi abbiamo dovuto optare per l’albergo oppure per dei lodge privati.Anche se non masticate molto l’inglese bastano poche frasi standard per richiedere la disponibilità delle camere e poi spesso anche se era tutto pieno gli stessi proprietari ci segnalavano gli indirizzi di altri B&B che avrebbero potuto ospitarci. Solo in tre casi abbiamo dovuto dare un anticipo di 20 sterline con carta di credito mentre per il resto abbiamo sempre pagato sul posto.

Ma partiamo con ordine:il nostro volo è atterrato a Londra Stansted la mattina del 9 Agosto e ad accoglierci abbiamo trovato una puntuale pioggerellina in perfetto stile inglese( mi raccomando cercate di vestirvi sempre a strati e con l’inmancabile K-way perché la temperatura cambia con incredibile velocità) e all’uscita dall’aeroporto abbiamo preso un pullman della Terravision (i biglietti li abbiamo acquistati sull’aereo a euro 17 per persona a/r, ma vendono anche i biglietti di altre compagnie),che in circa 1 ora ci ha portato a Liverpool strret nel centro londinese.

Di qui abbiamo preso la metro per la stazione di King’s cross (sinceramente le 3 sterline per un biglietto di corsa singola ci è sembrato un po’ troppo), dalla quale abbiamo preso il treno che in circa 4 ore e mezzo ci ha portati alla stazione centrale di Edimburgo (un consiglio: i trasporti nel Regno Unito sono un po’ costosi quindi facendo il biglietto di a/r insieme si riesce a risparmiare qualcosina;noi abbiamo pagato circa 190 sterline in due).

I biglietti non vanno vidimati prima di partire anche perché sui treni c’è tanto di quel personale che i biglietti li controllano a tutti, non sfugge nessuno!! Usciti da Edimburgo l’impatto è stato subito più che positivo:vicinissimo si scorge Princess Street disseminata di negozi e di gente, sormontata da vecchi monumenti che conferiscono alla città un’aria di benevola imponenza e poi per le strade si udiva il caratteristico suono delle cornamuse che ci ha accompagnato in tutti i posti che abbiamo visitato.Ad Edimburgo siamo rimasti 2 giorni in un appartamentino privato di 2 piani molto vicino ad High street (la via principale) al costo totale di 198 sterline, e vi assicuro che per questa città non sono davvero niente, prenotato su www.Bookings.It/hotel/gb/scottishapartment.Com. High street è in pratica il teatro all’aperto di Edimburgo dove fino alle 21 possono esibirsi artisti di strada di ogni genere tra i quali alcuni davvero bravi. Per le strade c’era un’aria di festa, una marea di gente diretta alla parata del Military Festival Tatoo e tutte le persone in costume tradizionale che vi prendevano parte. Per visitare le varie attrazioni della Scozia( Castelli, rovine, cattedrali, abbazie, segrete e tanto altro) abbiamo deciso di acquistare l’Explorer Pass al costo di 30 sterline per persona che potevamo utilizzare 10 giorni nell’arco di un mese:l’explorer ti consente di non fare file di ingresso- anche se per la verità abbiamo trovato un turismo sempre composto-e poi avendo 72 o 74 attrazioni da poter visitare spesso nei nostri vari spostamenti in auto ci ha permesso di fermarci in posti che altrimenti non avremmo mai visitato e vi assicuro sarebbe stato un vero peccato!!Il pass si può acquistare c/o il TIC sopra la stazione

  • 3351 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social