Scozia senza pioggia

Abbiamo visitato la Scozia in auto seguendo un itinerario da sud a nord, visitando prima la parte occidentale e poi quella orientale. Ogni giorno una tappa per un totale di 1.392,00 Km. Un solo giorno di pioggia, ma eravamo ancora in Inghilterra
 
Partenza il: 19/07/2011
Ritorno il: 29/07/2011
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Io e Lucia siamo partiti il 19 luglio da Venezia, volo Ryanair con scalo a Leeds (180,00 euro), Inghilterra centro-settentrionale. All’aeroporto abbiamo noleggiato un’auto (Hertz 158,00 euro – 7 giorni) con riconsegna all’aeroporto di Edimburgo il giorno 25 luglio. Al nostro arrivo il tempo era variabile, ma risalendo verso nord peggiorava sempre di più fino a quando non ha cominciato a piovere. La nostra prima tappa è stata Durham, graziosa cittadina universitaria del nord Inghilterra, che abbiamo scelto come prima tappa logistica nella nostra risalita verso la Scozia. Cercavamo un posto all’altezza del Vallo di Adriano e la scelta è stata azzeccata: Durham ha un bellissimo centro storico in cui spiccano una bellissima cattedrale normanna ed un castello, ed è una città costruita fisicamente attorno all’ansa di un fiume, mentre culturalmente ruota tutto attorno all’antica Università. Abbiamo pernottato al St. John’s College, residenza universitaria che durante l’estate diventa un B&B per i turisti: è nella zona pedonale, il costo è di 54,00 £ per una doppia, è molto accogliente e grazioso, la colazione a buffet. Il secondo giorno siamo ripartiti dopo aver visitato il centro di Durham e ci siamo diretti verso la A68, strada che porta a nord ma che all’incrocio con la A69 vede il passaggio di quel che resta del Vallo di Adriano. E’ stato un pò difficoltoso trovarlo ma alla fine ci siamo riusciti, sotto la pioggia e tra le pecore dal muso nero che pascolavano beate. Dopo aver attraversato il Nothumberland National Park siamo entrati in Scozia e come per miracolo, alla vista della bandiera che indica il confine, ha smesso di piovere. Tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio abbiamo visitato le abbazie di Jedburgh e di Melrose: vi consigliamo l’acquisto del biglietto cumulativo (34,00 £) che vi permette di visitare fino a settanta siti in 7 giorni, tra i quali i castelli di Edimburgo e Stirling (e soprattutto evitate le code infinite alle biglietterie dei centri più grandi). L’atmosfera di questi luoghi è molto suggestiva. Proseguendo verso nord raggiungiamo la città di Stirling, situata a circa settanta Km a nord ovest da Edimburgo. Qui alloggiamo all’Old Tram House, un B&B molto carino con una padrona di casa molto ospitale e prodiga di consigli ed indicazioni. Il terzo giorno vistiamo Stirling (la città di Braveheart), il suo maestoso e suggestivo castello ed il centro cittadino. Poi ripartiamo verso nord con destinazione Invergarry, nelle Highlands nord occidentali: imbocchiamo la A84 ed un pò alla volta ci rendiamo conto che il paesaggio sta cambiando, da Callander in poi entriamo nella zona dei Trossachs, montagne e vallate verdissime che con le nuvole che vanno e vengono fanno dei giochi di luce spettacolari. Lungo il percorso ci fermiamo molte volte a fotografare il paesaggio, è irresistibile. A Fort William facciamo una piccola deviazione verso GlennFinann (A830): in questo sito c’è l’insenatura di un lago alla cui estremità si trovano il monumento a Bonnie Prince Charlie (ultimo giacobita che ha tentato di riprendersi il trono di Scozia a metà del Settecento) ed il famosissimo ponte ferroviario utilizzato nel film Harry Potter. Giunti ad Invergarry alloggiamo in un piccolo B&B molto ospitale ed immerso nel verde dei boschi, gestito dal Signor Glen e da sua moglie. Il villaggio, perchè non si può definire diversamente, è piccolissimo ma ospitale. Il quarto giorno ripartiamo verso Eielan Donan Castle, il luogo più fotografato della Scozia. Risalendo poi verso Inverness, la capitale delle Highlands, ci fermiamo al Castello di Urquhart che si affaccia su Loch Ness. Molto carino ma un pò troppo turistico. Arrivati ad Inverness alloggiamo nel B&B di Mr Kenny, che il giorno dopo ci preparerà la colazione vestito con il kilt. La cittadina è un tipico porto del nord Europa e qui la temperatura è un pò rigida, circa 10 gradi C° di sera. Il quinto giorno ripartiamo, ma questa volta verso sud, direzione Ballater, nei Cairngorms. Ma subito fuori Inverness ci fermiamo nel sito di Culloden, luogo che ha visto l’ultima grande battaglia tra inglesi e scozzesi a metà del Settecento per l’indipendenza della Scozia: il luogo è suggestivo. La nostra tappa successiva è Ballater nei Cairngorms. ed anche qui il paesaggio è spettacolare. Sistemati a Ballater in un centralissimo B&B (l’unico non prenotato da casa tramite internet) Visitiamo il piccolo centro cittadino che ruota attorno alla vecchia stazione vittoriana, oggi diventata un ristorante ed un centro informazioni, in cui un tempo giungeva la regina Vittoria per recarsi nella residenza estiva di Balmoral. Nel pomeriggio vistiamo il castello di Balmoral (aperto da aprile a fine luglio). Il sesto giorno partiamo in direzione di St.Andrews, nella regione del Fife: lungo la strada visitiamo il castello di Glamis e l’abbazia di Arbroath. Quando arriviamo a St.Andrews c’è un sole bellissimo un pò prima del tramonto e la costa frastagliata battuta dalle onde del Mare del Nord è un quadro. Alloggiamo nel college New Hall, con la stessa formula usata a Durham, ma la struttura è moderna e nuovissima. Visitiamo il piccolo e molto carino centro cittadino, il castello e l’abbazia. Il settimo giorno partiamo verso Edimburgo, dove nel pomeriggio riconsegneremo l’auto: lungo il percorso vistiamo la città di Dunfermline. Nella chiesa della città, situata a fianco del palazzo medievale è sepolto Robert Bruce, il primo Re di Scozia. Infine vistiamo Cullross, piccolo borgo medievale di pescatori del Firth of Forth. Consegnata l’auto in aeroporto prendiamo la navetta AirLink nr.100 (3,50 £ andata – 6,00 £ andata e ritorno- ogni dieci minuti dalle 4.00 alle 23.45), mezzo più conveniente per il centro cittadino. Ad Edimburgo alloggiamo in un appartamento in Grove street (Haymarket), lo Smart IQ, una bella e pratica soluzione nel centro della città. Abbiamo girato la città sempre a piedi. Vi consigliamo di visitare il castello di Edimburgo, la Scottish National Gallery, il museo degli scrittori, il museo della città di Edimburgo, il nuovo parlamento scozzese, e di andare a Calton Hill per vedere il panorama. Per mangiare vi consigliamo Hendersons in Hannover street o da Clarinda’s a Canongate street, ottimi ed economici, il secondo è anche molto caratteristico. Il 29 mattina ci siamo recati all’aeropoto con il bus navetta ed abbiamo fatto ritorno a casa con u volo della Jet2.com (300,00 euro) Consiglio per la guida: preparatevi il percorso tappa per tappa con ben chiaro il kilometraggio da fare giorno per giorno ed i posti che dovete vedere. Ovviamente la guida è a sinistra e le distanze stradali sono in miglia, le autostrade non sono a pagamento. Fatte attenzione agli animali lungo la strada, soprattutto nelle Highlands (scoiattoli, lepri, cervi e pecore). I prezzi degli alloggi costano mediamente 65,00 £ a notte per una doppia con bagno e prima colazione, noi li abbiamo prenotati tutti da casa tramite internet tranne uno. E’ consigliato se avete già in mente un itinerario e se non volete perdere del tempo ogni giorno per ricercare uno. Come esperienza è stata unica ed emozionante, soprattutto perchè fatta a tappe ci ha lasciato ogni giorno qualcosa di nuovo e di inaspettato. Ne vale la pena.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Fort William
    Diari di viaggio
    in scozia lungo la north coast 500

    In Scozia lungo la North Coast 500

    un pub e un negozio che vende di tutto. Il sole tramonta verso le 22.304 giugno Iniziamo la North 500 –...

    Diari di viaggio
    scozia: otto giorni tra le highlands

    Scozia: otto giorni tra le Highlands

    La Scozia è sempre stata un paese che mi incuriosiva per la sua storia, i bellissimi paesaggi e i castelli da favola. Così la scorsa...

    Diari di viaggio
    viaggio nelle highlands

    Viaggio nelle Highlands

    Abbiamo scelto una settimana di fine maggio, abbiamo valutato attentamente i percorsi di treni e pullman individuando quelli che meglio ci...

    Diari di viaggio
    in scozia per... castelli, cornamuse, distillerie e il treno di harry potter

    In Scozia per… castelli, cornamuse, distillerie e il treno di Harry Potter

    = 35 €; Pass Explorer = 60 € per ingresso cumulativo nei castelli; Distillerie = gratis.Un consiglio: prenotare il volo per tempo,...

    Diari di viaggio
    scozia e londra

    Scozia e Londra

    16/08/2011 Siamo partiti da Pisa con volo Ryanair diretto a Edimburgo, volo prenotato con largo anticipo a Febbraio per avere una tariffa +...

    Diari di viaggio
    scozia senza pioggia

    Scozia senza pioggia

    Io e Lucia siamo partiti il 19 luglio da Venezia, volo Ryanair con scalo a Leeds (180,00 euro), Inghilterra centro-settentrionale....

    Diari di viaggio
    scozia e inghilterra del nord. un viaggio tra storia e natura

    Scozia e Inghilterra del nord. Un viaggio tra storia e natura

    Ciao questo è il Diario del nostro ultimo viaggio in Scozia con una puntatina in Inghilterra. Abbiamo cercato di non farci mancare nulla e...

    Diari di viaggio
    scozia agosto 2010

    Scozia Agosto 2010

    2 Agosto Comincia il viaggio Ore 8: Sveglia con colazione Ore 11: Arrivo all'aeroporto Ore 12: Attesa all'aeroporto, la Ryanair sta facendo...

    Diari di viaggio
    in lungo e in largo nella terra di brave heart

    In lungo e in largo nella terra di Brave Heart

    Il viaggio inizia alle 21 di venerdì 18 giugno… uscita dal lavoro, mi catapulto a casa, doccia ristoratrice e via si parte!!! Viaggiamo...

    Diari di viaggio
    la scozia in senso orario

    La Scozia in senso orario

    Premessa: i B&B indicati sono tutti consigliati; li ho scelti con cura e attenzione e dopo uno screening di moltissime sistemazioni. Il...