Scozia e Inghilterra del nord. Un viaggio tra storia e natura

Viaggio alla scoperta della Scozia e del nord dell’Inghilterra. Tra splendide città storiche, castelli da sogno, isole incontaminate e misteriose e tanto altro ancora
 
Partenza il: 01/08/2010
Ritorno il: 09/08/2010
Viaggiatori: 4
Spesa: 1000 €

Ciao questo è il Diario del nostro ultimo viaggio in Scozia con una puntatina in Inghilterra. Abbiamo cercato di non farci mancare nulla e crediamo di esserci riusciti: splendide città storiche come York ed Edimburgo, castelli da fiaba come il Blair Castle e l’Eilean Donan Castle, isole incontaminate e misteriose come le Ebridi, montagne lussureggianti, mare incontaminato e persino il festival della cornamusa.

Nottingham

Partiamo in un assolato pomeriggio di agosto destinazione aeroporto East Midlands, nel nord dell’Inghilterra. Atterraggio perfetto e dopo un’attesa di mezz’ora al banco del check in finalmente la nostra spider è pronta e via alla scoperta del mondo di Robin Hood. Prima tappa Nottingham, una graziosa città mollemente adagiata sulle rive del Leen. Dopo un’ottima cena nel primo pub della vacanza ha inizio il tour by night della città. Il castello dove alloggiò il cattivo principe Giovanni, la statua del leggendario arciere (come non resistere ad una foto insieme all’arciere) e la bellissima piazza dove Robin sfidò il terribile sceriffo di Nottingham. Dopo il tour tutti a nanna perché la strada verso al Scozia è lunga.

Sulle orme di Robin Hood (452 km e 5 ore di viaggio più le deviazioni)

Stamattina ci aspetta l’attraversamento della Foresta di Sherwood (attenti ai banditi……..ma attenti anche a tenere la sinistra siamo in Gran Bretagna). Ci fermiamo nel paesino di Edwinstowe proprio nel cuore della foresta. Qui grazie alle spiegazioni di un gentilissima signora inglese scopriamo tutti i segreti della cappella dove Lady Marian e Robin Hood si sono scambiati la promessa di matrimonio e dello Sherwood Forest Visitor Centre dedicato a Robin. All’interno del parco possiamo anche assistere ad uno spettacolino su temi “Robinhoodiani”. La vegetazione è molto rigogliosa e dietro ogni albero sembra proprio celarsi uno dei famigerati compagni di scorribande di Robin.

Lasciandoci alle spalle Sherwood proseguiamo verso nord alla scoperta della leggendaria York. Qui rifocillati da una buona Jacket Poteto (mangiata all’ombra del castello sembra ancora più buona) ripercorriamo i cammini di ronda delle antiche mura, ci perdiamo nei violetti medioevali e d’improvviso ci troviamo di fronte la maestosa cattedrale di York. Spettacolare!! Peccato non aver tempo per visitarla all’interno. La strada è ancora lunga, dobbiamo ripartire per Edimburgo.

Edimburgo

Intera giornata dedicata alla scoperta di quella che per noi sarà la porta verso la Scozia. Come non percorrere per intero il miglio d’oro che congiunge il vecchio castello di Edimburgo con il palazzo di Holyroodhouse con i suoi splendidi interni (qui tra i tanti personaggi che hanno fatto la storia della città sentiamo parlare per la prima volta di Bonnie Prince Charlie, uno dei fautori dell’identità nazionale scozzese). Non possiamo poi tralasciare la graziosa piazza del mercato e l’elegante New town con le vie perfettamente a squadra. Siamo fortunati perché il festival internazionale degli artisti di strada, che si tiene nella prima settimana di Agosto, è già iniziato e lungo il miglio d’oro possiamo gustare nel pomeriggio e in serata alcuni divertenti sheck.

Questa sera mangiamo al Doric Pub il più antico e famoso gastro pub di Edimnburgo citato su tutte le principali guide turistiche. Devo dire che il salmone freddo è ottimo e tutta la cena non delude nessuno della comitiva.

Nel cuore delle Highlands (253 km e 3 ore di viaggio)

Prosegue il viaggio verso nord. Prima tappa Dunkeld nelle Highlands centrali. Si tratta di un grazioso villaggetto con alcune abitazioni antiche perfettamente restaurate e una cattedrale del XXIII in parte restaurata per formare una chiesa più piccola e una parte non restaurata ma molto più suggestiva adagiata sulle rive di un placido fiume scozzese.

La tappa successiva è il Blair Castle. Il castello è il più visitato di Scozia e la cosa non ci stupisce vista la bellezza dell’esterno (la bianca facciata che si staglia sul verde del prato) e la ricchezza delle sale interne che sembrano non finire mai. Ad ore prestabilite nel cortile del castello è anche possibile assistere ad un piccolo concerto di Cornamusa. Verso sera arriviamo ad Inverness. L’idea iniziale era di visitare la città ma visto che alloggiamo un po’ fuori ci siamo lasciati tentare da un caratteristico pub proprio fuori dall’hotel con un bellissimo giardino “The Snow Goose Vintage”. Non l’avessimo mai fatto… La cena di per sé era molto buona ma tra incomprensioni e favoritismi abbiamo dovuto aspettare quasi due ore e alla fine hanno anche cercato di farci pagare due piatti di salmone in più che avevamo ordinato ma poi dovuto sostituire con altro perché il salmone era finito. (Finire il salmone in Scozia ah ah ah).

Alla ricerca di Nessi e poi via verso le Ebridi (205 km e 3 ore di viaggio)

Ridiscendiamo verso sud costeggiando il leggendario lago di Loch (abbiamo scoperto che loch significa lago in gallese) Ness tenendo un occhio alla strada (ricordiamo di tenere la sinistra) e un occhio al lago per vedere se emerge Nessi. Ci fermiamo a Drumnadrochit per dare un’occhiata all’esterno alla Lochness 2000 Exhibition (che in realtà ci sembra molto, troppo turistica) e al villaggio dove tutto sembra richiamare il mostro lacustre. Poi proseguiamo per Urquhart Castle per ammirare la rovine di questo castello impareggiabile per la sua posizione sul loch. Attraversando la higlands con un paesaggio di aspre colline interamente ricoperte da simpatiche pecore dal musetto nero arriviamo a Dornie dove si trova l’Eilean Donan Castle, il castello più fotografato di Scozia e usato nelle riprese di molti film tra cui Highlander. Dopo una sosta a Kyle of Lochalsh per un frugale pasto con i tipici fish and chips attraversiamo il ponte e siamo finalmente sulle Ebridi, nell’isola di Skye. Gli abitanti di quest’isola sono una delle principali culle dell’identità gaelica e grandi sostenitori di Bonnie Prince Charlie. L’isola di Skye alterna lande e torbiere interamente ricoperte da pecore e con qualche sparuta candida casetta, rilievi montuosi nell’interno e bellissime falesie nella parte più a ovest. Ci fermiamo a Portree ad ammirare il porticciolo con le case colorate e poi proseguiamo per il nostro Bed and Breakfast a Earlish vicino a Uig. Il B&B si chiama Carnbeag ed è una stupenda casetta bianca in mezzo alla brughiera e dalla finestra della camera e dalla veranda si vede la bellissima baia di Uig e le coste a picco sul mare. La sera andiamo al paese di Uig. Paese!! Quattro case e un molo dove ci divertiamo a vedere i barcaioli di ritorno dalla pesca con le casse piene di scampi che potremo gustare nell’adiacente ristorante di Pier (l’unico nel raggio di miglia).

Guarda la gallery
fort-william-e326n

Cattedrale di York

fort-william-a32r4

Castello Di Edimburgo

fort-william-tb579

Baia di Uig- Isola di Skye

fort-william-1fz5d

Isola di Mull

fort-william-8wj5t

Festival della Cornamusa - Glasgow

fort-william-46hqt

Highlands

fort-william-pqh9u

Eilean Donan Castle



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Fort William
    Diari di viaggio
    in scozia lungo la north coast 500

    In Scozia lungo la North Coast 500

    un pub e un negozio che vende di tutto. Il sole tramonta verso le 22.304 giugno Iniziamo la North 500 –...

    Diari di viaggio
    scozia: otto giorni tra le highlands

    Scozia: otto giorni tra le Highlands

    La Scozia è sempre stata un paese che mi incuriosiva per la sua storia, i bellissimi paesaggi e i castelli da favola. Così la scorsa...

    Diari di viaggio
    viaggio nelle highlands

    Viaggio nelle Highlands

    Abbiamo scelto una settimana di fine maggio, abbiamo valutato attentamente i percorsi di treni e pullman individuando quelli che meglio ci...

    Diari di viaggio
    in scozia per... castelli, cornamuse, distillerie e il treno di harry potter

    In Scozia per… castelli, cornamuse, distillerie e il treno di Harry Potter

    = 35 €; Pass Explorer = 60 € per ingresso cumulativo nei castelli; Distillerie = gratis.Un consiglio: prenotare il volo per tempo,...

    Diari di viaggio
    scozia e londra

    Scozia e Londra

    16/08/2011 Siamo partiti da Pisa con volo Ryanair diretto a Edimburgo, volo prenotato con largo anticipo a Febbraio per avere una tariffa +...

    Diari di viaggio
    scozia senza pioggia

    Scozia senza pioggia

    Io e Lucia siamo partiti il 19 luglio da Venezia, volo Ryanair con scalo a Leeds (180,00 euro), Inghilterra centro-settentrionale....

    Diari di viaggio
    scozia e inghilterra del nord. un viaggio tra storia e natura

    Scozia e Inghilterra del nord. Un viaggio tra storia e natura

    Ciao questo è il Diario del nostro ultimo viaggio in Scozia con una puntatina in Inghilterra. Abbiamo cercato di non farci mancare nulla e...

    Diari di viaggio
    scozia agosto 2010

    Scozia Agosto 2010

    2 Agosto Comincia il viaggio Ore 8: Sveglia con colazione Ore 11: Arrivo all'aeroporto Ore 12: Attesa all'aeroporto, la Ryanair sta facendo...

    Diari di viaggio
    in lungo e in largo nella terra di brave heart

    In lungo e in largo nella terra di Brave Heart

    Il viaggio inizia alle 21 di venerdì 18 giugno… uscita dal lavoro, mi catapulto a casa, doccia ristoratrice e via si parte!!! Viaggiamo...

    Diari di viaggio
    la scozia in senso orario

    La Scozia in senso orario

    Premessa: i B&B indicati sono tutti consigliati; li ho scelti con cura e attenzione e dopo uno screening di moltissime sistemazioni. Il...

    Video Itinerari