Scozia: non solo nessie e fantasmi

Prima di iniziare il racconto del nostro viaggio, vorrei dare alcuni informazioni pratiche che potranno essere utili a chi ha intenzione di recarsi in questo bellissimo paese. Dormire - “Accomodation” Noi abbiamo sempre alloggiato in Bed & Breakfast (B&B) a ...

  • di Karin
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Prima di iniziare il racconto del nostro viaggio, vorrei dare alcuni informazioni pratiche che potranno essere utili a chi ha intenzione di recarsi in questo bellissimo paese.

Dormire - “Accomodation” Noi abbiamo sempre alloggiato in Bed & Breakfast (B&B) a 3 o 4 stelle con bagno in camera (tranne in un caso in cui era nel corridoio ma comunque riservato a noi). La differenza con i B&B a 2 stelle sta proprio nel fatto di dover condividere il bagno con altri ospiti. I prezzi che abbiamo trovato andavano da 23 a 38 £ per persona con la prima colazione. Non propriamente economico! Gli asciugamani ci sono sempre stati forniti e cambiati ogni giorno. Inoltre, abbiamo sempre trovato phon, gel doccia e shampoo. In camera è sempre disponibile un bollitore elettrico con bustine di caffé, tè e alcuni biscotti confezionati.

Avevamo prenotato solo la prima notte dall’Italia, via email. Per le altre notti ci siamo affidati alla Lonely Planet o ai cataloghi di B&B (telefonando direttamente) o ai Tourist Information Centers che si trovano in ogni città. Hanno un Desk Accomodation dove, contro una commissione di 3 £ e un anticipo del 10%, delle gentili signore o signori si prodigano nel trovarti una stanza secondo le tue esigenze. Bisogna comunicargli il posto (pertanto si può chiedere una stanza per un’altra città, sono tutti collegati via computer), se si vuole una camera “ensuite” (ossia con bagno in camera) e il budget approssimativo. Se trovano posto in un B&B o una Guesthouse ti chiedono se puoi confermarglielo subito mentre il padrone di casa è in linea. Se è ok, ti danno un foglio che servirà da voucher da presentare all’arrivo. Si paga quindi il 10% dell’importo totale che ovviamente viene dedotto dalla somma da pagare poi ai padroni di casa.

Attenzione, d’estate, certe località sono affollatissime e abbiamo avuto non poche difficoltà nel trovare posto nelle Orcadi, sull’isola di Skye e a Edimburgo. Abbiamo dovuto addirittura stravolgere il nostro itinerario facendolo diventare antiorario per poter prenotare una stanza a Skye per la settimana successiva. Infatti a Skye nei week-end è praticamente impossibile trovare posto se non si ha prenotato con largo anticipo. Nelle Orcadi ci sono pochi alloggi quindi è meglio prenotare se non si vuole rischiare di dormire in mezzo ai campi (è altamente consigliabile prenotare il posto da dormire prima di prenotare la nave!). A Edimburgo invece ci sono i vari festival in agosto e le stanze vengono prese d’assalto.

È vero che ci sono moltissimi B&B ma tanti hanno la scritta “No vacancy” il che significa che non c’è posto. Non so come sia la situazione in altri periodi dell’anno ma in agosto c’è il pienone e tocca spesso accontentarsi oppure aumentare il proprio budget... Attrazioni turistiche Gli Scozzesi sono molto ben organizzati da questo punto di vista. Ci sono cartelli stradali marroni che indicano i Visitor Center e le varie attrazioni che si presentano lungo la strada o in una certa località che si sta per attraversare. È pertanto molto difficile perdersi un’attrazione! In compenso i musei, castelli, ecc. Costano parecchio! Esistono alcuni biglietti cumulativi per visitare 2 o 3 castelli per esempio.

Le strade Sono di solito molto belle ma molto strette in alcune regioni, come nelle Highlands, nelle Orcadi e a Skye, dove ci sono quasi esclusivamente strade a corsia unica. Ci si deve incrociare con le altre macchine usando appositi rientri sui lati (“passing places”). Bisogna ricordarsi di fermarsi sul lato sinistro della strada (ricordarsi che si guida a sinistra) per far passare, anche se una passing place si trova sulla nostra destra. In questo caso sarà la macchina che arriva di fronte a dover usare questa passing place. Gli Scozzesi sono molto cordiali in macchina e quando ci si incrocia su queste stradine ci si fa un segno amichevole per ringraziarsi. Sui lati e in mezzo alla carreggiata ci sono segnali luminosi inseriti nell’asfalto per vedere bene la strada di notte

  • 1425 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social