Viaggio itinerante in Australia

Tutta la meraviglia del Kimberley on the road

  • di tommy27
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 
Annunci Google

Finalmente! Dopo averla sognata, voluta, inseguita, studiata, esplorata, percorsa in lungo e largo nell'immaginazione e aspettata giorno per giorno per 11 lunghissimi anni...

STIAMO ARRIVANDO AUSTRALIA!

Ci siamo ! dopo 11 anni dalla nostra prima visita, finalmente ripartiamo alla volta dell'Australia. Ma questa volta sarà un viaggio, decisamente...più impegnativo, abbiamo deciso io e mia moglie Sabrina di noleggiare una... notevole 4x4 Toyota Landcruiser, e di percorrere tutta la Gibb River Road da Broome fino a Kununurra, scendere poi a Bungle Bungle, risalire fino a Katherine, spostarsi nel Kakadu N.P, poi nel Licthfield N.P e rilasciare il nostro mezzo a Darwin. Infine, con un volo ci sposteremo a Melbourne per percorrere la Great Ocean Road, e terminare il nostro viaggio a Melbourne.

SABATO 6 AGOSTO

Partiamo da Firenze con un pò di...commozione. Eh si... lasciamo la nostra bambina Giulia di 7 anni con i nonni, strafelici di averla tutta per loro per 3 settimane da trascorrere tra casa e Trentino. Ma il viaggio (ed ha ragione ne sarò ancora più convinto dopo il ritorno) sarebbe troppo impegnativo per una bambina di 7 anni. Arriviamo a Francoforte, ci dirigiamo al banco Qantas per ritirare le carte di imbarco e dopo un " panozzo " da Mc Donald, ci accomodiamo sul nostro volo per Singapore. Volo tranquillo che io trascorro quasi interamente a leggere le infinite possibilità di impiego della mia nuova telecamera che utilizzerò per immortalare il viaggio dei miei sogni. Arrivati a Singapore, ripartiamo dopo una sosta di 1 ora e mezza, e arriviamo all'1,00 di notte di Lunedi 8 Agosto a Perth... Respiro profondamente... Sì: sono tornato Australia... quanto mi sei mancata! La temperatura è decisamente fresca, e tra l'altro una piccola pioggerella ci da il benvenuto. Prendiamo un taxi e ci rechiamo all'albergo Confort Inn Bel Eyre... Incredibile è lo stesso albergo di 11 anni fa... se poi ci davano anche la stessa camera...èra... Bingo! Prima constatazione: ma quanto è diventata cara l'Australia? Nella nostra prima esperienza nel 2000, la vita, costava poco più che in Italia dei tempi della Lira. Ma ora... il rapporto è di1 a 3 ! Super doccia dormiamo 4 ore (qualcuno dirà : ma ne valeva la pena di spendere i soldi solo per una doccia e 4 ore di sonno ? … Purtroppo sono stato … minacciato … di ammutinamento, se non davo un minimo di respiro a chi mi accompagna...). Alle 5,00 siamo alla reception pronti a prendere lo Shuttle che, puntuale ci porta ai Domestic Flight. Ci facciamo aiutare dal personale del'Aeroporto per stampare i biglietti direttamente dalle macchine automatiche, sparse per l'area ceck in, (come sempre gli australiani si dimostrano gentilissimi e pazienti) e ci imbarchiamo per il volo che ci porterà a Broome. Fa freddo e pioviggina... " speriamo bene altrimenti sarebbe un bel guaio ". Ci vengono assegnati gli ultimi 2 posti in coda all'aereo, che ha solo 2 motori e per giunta, montati sotto l'alettone posteriore... oddio! sembra di di essere su una F1 senza casco! Ok, non ci scoraggiamo ed arriviamo dopo 4 ore a Broome. Atterriamo... Sole, 30 gradi e leggera brezza... fantasticooo! Broome è davvero molto molto carina. Con un taxi ci facciamo accompagnare al nostro Lodge Hotel Mercure, e con l'aiuto dei pullman di linea andiamo alla scoperta di Broome. Primo impatto : gli animali nei parchi pubblici e per strada. Sono bellissimi... pappagalli, aquile, ecc. ecc. E; purtroppo ai margini delle strade sdraiati nei prati... tanti Aborigeni con le loro famiglie intenti sempre e solo a bere! Alcol, o non alcol bevono in continuazione! Andiamo a Chinatown dove sono concentrati tutti i negozi di perle di cui Broome è famosa. Sarà sicuramente tutto molto turistico ed industrializzato, ma tutto questo non toglie di una virgola il fascino che questo quartiere riesce a regalare. Facciamo il nostro acquisto (una promessa è una promessa... E noi la dovevamo alla nostra Giulia). Una bellissima perla, che però ; dal prezzo immaginiamo possa essere solo: made in China o made in Taiwan. Però è carina e a noi va bene cosi. Rientriamo in albergo, ed a piedi ci rechiamo alla Britz per vedere se riusciamo a farci consegnare (pagando la dovuta differenza) la nostra... " belva " che ci accompagnerà fino a Darwin,a partire da domani, ma che ci farebbe molto comodo già da oggi. Troviamo come sempre personale gentilissimo e cortese (anche un ragazzo Italiano di Agrigento che lavora li, e che dopo averci provato in tutti i modi, pensa di ritornare a casa. Ci dice che sono 6 mesi che è a Broome, e a parte i turisti occasionali tipo noi, il resto della vita è veramente...tutta quì! Ma di ritirare la Toyota Land Cruiser prenotata dall'Italia non se ne parla. Perchè il mezzo deve ancora rientrare, poi devono pulirlo e ri-attrezzarlo a dovere, per consegnarcelo... Vabbè: ci rivediamo domani mattina alle 7,30.

Andiamo alla fermata del Bus, e ci rechiamo a vedere la superba spiaggia di Cable Beach. Davvero molto bella, con le sue rocce rosse striate, a ridosso della spiaggia stessa. Con il suo mare, di un azzurro così intenso da lasciare a bocca aperta! Non resisto e allora mi tolgo maglietta e pantaloncini, ed in... mutande, (ma tanto qui non ci fa caso nessuno, tanto più che le persone in spiaggia sono poche decine distribuite su una spiaggia di sabbia di 15 Km...) comincio a correre lungo Cable Beach con le onde che mi sfiorano i piedi ed il tramonto che comincia a materializzarsi... Che sensazione stupenda! Ritorno indietro dopo c.a mezz'ora, e ci sediamo su una di queste pietre coloratissime ad ammirare il famoso tramonto. Curiosità : ci sono tanti Australiani, di mezza età che sono arrivati direttamente in spiaggia con i loro 4x4 (c'è una specie di pista " non " segnalata per arrivare in riva al mare, senza per forza dover … " inciampare " in una di queste pietre affioranti, che rischierebbero di lacerare una gomma.)- E tutti: con le loro sedie pieghevoli, mini tavolino, e... naturalmente, Birra o Chardonnay ghiacciato. Che con puntualità Inglese, tolgono dai loro frigo portatili per brindare, aspettando il tramonto. La cammellata lungo la spiaggia (in questo caso direi molto inflazionata) non ci entusiasma. Ma il tramonto è qualcosa di irripetibile !... Il sole che si spegne nel mare. E che a queste latitudini regala al cielo delle scalature di colori, che vanno dal rosso, rosa intenso, e viola...ineguagliabili. Siamo davvero contenti di aver visto questo spettacolo assolutamente " Unico ", della natura. Decidiamo di mangiare ad uno dei 2 ristoranti direttamente sulla spiaggia di Cable Beach. Sono davvero molto belli entrambi, molto curati nell'arredamento e nelle portate, molto, anzi ; troppo pieni, e... troppo cari ! dopo un rapida occhiata ai prezzi decidiamo che non è il caso, ci aspettano tanti giorni di vacanza davanti, e dobbiamo cercare di èssere parsimoniosi, per quanto possa èssere possibile con questo costo della vita. Dopo una camminata infinita (abbiamo sbagliato strada !) arriviamo ad un Fish and Chips segnalato dalla Lonley. Mangiamo Barramundi alla piastra e patatine. Il Barramundi è qualcosa di squisito, ne mangerei 1 Kg, troppo buono. Sabrina prende una frittura di calamari, che non finisce più... Coca Cola a “ boccia “ (niente bicchieri) e ci incamminiamo per tornare all'albergo. Sono le 8,00 e sembra di essere in una città fantasma...Nessuna macchina, nessuno a piedi, poche case con le luci accese, e nessun tipo di rumore proveniente dalle case stesse... Ma dove sono tutti? E, sopratutto: ma stanno gia dormendo? Mah ! Tornati in albergo, chiediamo la password per la connessione internet per collegarci con Skype dal nostro notebook, e provare a vedere, se riusciamo a parlare con casa, e vedere la nostra Principessa. Alla reception chiedo la password, e mi dicono gentilmente che sono 8$ per 1/2 ora di collegamento... Ma siete sicuri ? Con molta tranquillità, la ragazza mi dice di si, ed io a malincuore " caccio " gli 8$ dovuti, e poco dopo siamo connessi con la nostra Giulia. Che Emozione ! Siamo letteralmente dall'altra parte del mondo e la nostra Bambina è come se fosse li! La giornata è stata piena ed intensa, per cui ci addormentiamo presto, domani si parte per l'avventura nel Kimberley

Annunci Google
  • 15281 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social