Grecia in moto - "La nostra bella Odissea"

GRECIA "La nostra bella odissea." Questo viaggio è stato “scelto” da Laura, dopo che in inverno si era “sacrificata” per me alla causa messicana . Appena avuto il via, mi sono “tuffato” su tutto quello che potevo trovare sulla Grecia, ...

  • di M@X
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

GRECIA "La nostra bella odissea." Questo viaggio è stato “scelto” da Laura, dopo che in inverno si era “sacrificata” per me alla causa messicana . Appena avuto il via, mi sono “tuffato” su tutto quello che potevo trovare sulla Grecia, riviste, guide mototuristiche, forum internettiani ecc..Per mettere in piedi l’itinerario migliore che poteva soddisfare le nostre esigenze di mototuristicontemplatori.

Come ogni anno partenza di buona mattina, carichi come asini (ovviamente..) ma con buona parte del bagaglio costituito da stracci vari e cinghie protraghetto, questo dopo aver sondato virtualmente e “live” i vari amici con esperienze di navigazione mototuristica che ci ammonivano nei più svariati modi sui rischi che correva la nostra beneamata sul traghetto.

Insomma, 500 km di pensieri ed ansia fino al porto di Ancona che si riveleranno infondati.Arrivati al momento dell’imbarco, mi fanno parcheggiare la moto nel mezzo del traghetto, parte posteriore, senza nessun ancoraggio particolare a parti fisse della nave.

Ci si lancia in cabina ancora dubbiosi ma ormai tant’è..Doccia e tour della nave.

Si entra subito nello spirito della vacanza quando la speaker ci invita alla sistemazione degli orologi, sulla nave vige l’ora greca ! Al mattino dopo ci svegliano che siamo già ad Igoumenitsa, ritroviamo “Bixi” sana e salva ed ancora intera e poggiamo le ruote sul suolo greco in perfetto orario. Prima impressione ?!? Fa caldo, sono le 8 e fa già caldo !!! Benzina (0,990 al litro !!! Viene voglia di berla a quel prezzo) e via verso le Meteore passando da Ioannina e Metsovo. L’asfalto è come ce l’hanno dipinto, anzi l’hanno proprio dipinto tanto è lucido. Ci colpiscono subito i piccoli “tempietti”/”santuari” che ci sono ai bordi della strada. Un’infinità, a volte anche più di uno nello stesso punto; scopriremo più avanti che parte sono in ricordo delle vittime della strada e parte sono “eretti” dalle comunità locali per chiedere al Santo cui son devoti di “proteggere” gli utenti della strada...Facciamo il passo Katara , bei paesaggi, ma chi lo paragona alle Alpi, forse non le ha mai viste...In tarda mattinata siamo alle Meteore. Lo spettacolo della natura è grandioso, ci trova davanti a questi enormi “massi”che ti lasciano senza fiato. Dev’essere quello che vedono le formiche quando si trovano davanti un gruppo dei bei sassi lisci, enormi ai loro occhi, come lo sono queste specie di Menhir posate da qualche gigante. Sulla cima di queste rocce han costruito nel XIV secolo dei monasteri. Ne sono in piedi ancora 6, ci siam limitati a visitarne 3, questo perché come accade in altri posti, alla fine son tutti uguali...Quello che a noi è piaciuto di più è l’incredibile paesaggio in cui sono incastonati, i monasteri in sé ci hanno un po’ deluso in quanto troppo ristrutturati per i nostri gusti..Un particolare che ci ha colpito salendo alle Meteore da Kastraki sono stati i panni stesi in un anfratto della roccia, proprio sopra al paese: ogni venerdì dopo Pasqua offrono un indumento a San Giorgio per chiedere la buona salute al marito per l’anno che verrà..(che donne le greche !!!); questi capi vengono stesi dai giovani del paese che si arrampicano con le corde, una vera e propria scalata.

Dopo le Meteore ci siam tuffati a picco in direzione sud, obbiettivo Delfi. Trasferimento lungo e noioso fino agli ultimi 100 km ; passata Lamia si comincia un piacevole saliscendi su stradoni larghi e vuoti, che sarebbero il perfetto regno dello smanettone, se non fosse per l’asfalto saponetta

  • 19943 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Peppe 8
    , 12/9/2011 18:12
    Veramente un diario ben fatto ricco di idee e di avventura. Mi puoi dare qualche indicazione maggiore?? Se volessi rifarlo in macchina!!?:-) grazie
  2. Peppe 8
    , 12/9/2011 18:12
    Veramente un diario ben fatto ricco di idee e di avventura. Mi puoi dare qualche indicazione maggiore?? Se volessi rifarlo in macchina!!?:-) grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social