NORMANDIA E BRETAGNA, una fiaba da vivere

Ogni viaggio è una scoperta unica ed irripetibile. Le immagini, i suoni, gli odori si imprimono negli spazi più profondi della memoria, formando una parte importante del vissuto. Quello che ci ha profondamente colpito, della Normandia come della Bretagna, è ...

  • di Gio66
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ogni viaggio è una scoperta unica ed irripetibile. Le immagini, i suoni, gli odori si imprimono negli spazi più profondi della memoria, formando una parte importante del vissuto. Quello che ci ha profondamente colpito, della Normandia come della Bretagna, è la luce. E’ diversa da quella cui siamo abituati. Si ha la percezione di essere immersi nella sconfinata tela di un Dio impressionista, contemporaneamente sperimentando un’altra forte sensazione che quei luoghi sanno dare: la vivificazione del nostro immaginario di bambini. Sarà l’abbondanza di foreste e fiumi, l’amorevole cura con cui le i borghi e i piccoli villaggi (ma anche le città) sono adornati di fiori di ogni colore, la struttura delle case in legno e pietra, il burrascoso mare del nord, l’aspetto originale della gente. A dirla tutta, l’archetipo del mondo fantastico delle favole che ci venivano raccontate. Abbiamo ancora gli occhi pieni di queste cose. Speriamo che il nostro racconto sia piacevole, ma soprattutto possa esservi utile, come lo è stato per noi leggere quello di altri viaggiatori e fare tesoro dei loro suggerimenti. Prima di descrivere il nostro viaggio nel dettaglio, vogliamo fornire alcune indicazioni di carattere generale, dettate dall’insieme delle esperienze vissute nei vari posti dove siamo stati.

In Normandia come in Bretagna, è abbastanza facile trovare una sistemazione economica e confortevole, specie se non si hanno troppe pretese e ci si sa adattare. Gli alberghi sono abbastanza numerosi e mediamente di discreto livello. Tuttavia, l’offerta più abbondante e singolare è quella delle “Chambre d’Hotes”, che spaziano dal classico Bed & Breakfast all’interno di tenute eleganti e gestite in maniera (di solito) molto professionale, alle pensioni al piano superiore, o nel retro, di locande e ristoranti, fino alle sistemazioni più familiari (ma non per questo da scartare) nelle fattorie o nelle villette private. Le troverete ovunque: nelle città, nei piccoli villaggi, in campagna. Pro: sono abbastanza economiche; offrono colazioni mattutine ottime ed abbondanti; sono spesso situate in luoghi incantevoli e silenziosi. Contro: capita che, nelle sistemazioni più modeste, i servizi siano in comune; nella maggior parte dei casi, i proprietari, specie in Bretagna, non parlano una parola in lingua straniera e dovrete arrangiarvi come potete, se non conoscete il francese. Per quanto riguarda noi, abbiamo spesso preferito questo tipo di sistemazione per due principali motivi: è un modo per entrare in contatto diretto con la gente del posto, conoscere le loro abitudini e avvalersi delle loro indicazioni sui luoghi; siamo dei viaggiatori frenetici e molto curiosi e, considerando il pochissimo tempo che passeremmo in albergo (praticamente dormire), preferiamo sistemazioni semplici. Riguardo a pulizia e sicurezza (qualità irrinunciabili) dei posti dove abbiamo soggiornato, anche i più modesti, non abbiamo mai avuto nulla da lamentare. Per quanto detto, non siate timidi! Quanto vedete il cartello “Chambre d’Hotes” entrate a vedere se vi piace la sistemazione. Troverete sempre gente estremamente cortese ed accogliente. Sarà per questo che frequentemente sono al completo. Ad ogni buon conto (noi facciamo sempre così), è utile fare una preventiva ricerca in internet e portare con se un elenco di alberghi e/o B&B, con relativo indirizzo, dei luoghi allineati sul vostro percorso. Questo aiuta la pianificazione ideale del viaggio (e le spesso inevitabili variazioni) e fa sentire più tranquilli, specie quando si arriva in un posto totalmente sconosciuto, magari un villaggio di piccole dimensioni ed in tarda ora

  • 29579 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social