I castelli del Ducato di Parma e Piacenza

Tanti luoghi ricchi di storia tutti da scoprire

  • di Davidoof
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

Giusto per non perdere l'abitudine al viaggio io, Davide, e mia moglie Chiara abbiamo trascorso un week-end nella zona dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza. Tralasciando la bella Parma, già visitata in altra occasione, la prima meta del nostro itinerario è il Castello di Torrechiara. Poco è rimasto degli affreschi interni ma una sosta qui è d'obbligo per la splendida posizione panoramica in cui la struttura si trova. Terminata la visita ci spostiamo in quel di Fontanellato dove, oltre all'immancabile Castello, si trova anche un bel Santuario Mariano, famosa meta di pellegrinaggi. Il Castello è situato proprio al centro della cittadina ed è uno dei luoghi di maggior richiamo della zona. Il prezzo del biglietto è ampiamente ripagato dalla visita delle ben conservate stanze affrescate del primo piano, dalla curiosa ed interessante camera ottica ed, in particolare, dallo splendido salottino al piano terra affrescato da Francesco Maria Mazzola meglio conosciuto come “Il Parmigianino”.

Dopo esserci rifocillati in una delle tante bancarelle presenti sulla piazza in occasione del Festival Europeo della Gastronomia (guarda un po' che fortuna...) ci dirigiamo verso la macchina, prossima meta l'Abbazia di Chiaravalle. Pur non essendo particolarmente maestosa una sosta in questo antico luogo è meritevole per conoscere la storia dei Monaci Cistercensi. Chi ha già visitato altre Abbazie noterà come le piante della Chiesa e del Chiostro siano praticamente identiche a quelle di altre decine di strutture sparse per l'Europa, lo stesso nome “Chiaravalle” è stato adottato anche in altri luoghi; per differenziarle i Monaci aggiungevano un suffisso al nome, l'Abbazia in oggetto, ad esempio, ha assunto il nome “Chiaravalle della Colomba”.

Lasciata l'Abbazia e la sua storia ci dirigiamo verso Vigoleno, un piccolo ma interessante borgo situato a pochi km dalla più conosciuta Castell'Arquato. Qui, oltre a fare due passi tra le vecchie (ma ben tenute) viuzze del paese, è assolutamente consigliabile la visita del Castello ed, in particolare, del mastio, dove oltre ad un bellissimo panorama, si possono ammirare armi ed antichi strumenti di tortura. L'ultima tappa della giornata è Castell'Arquato, ed è proprio qui, forse per le troppe aspettative, che patiamo l'unica vera delusione di tutto il fine settimana. Capiamoci non che sia un posto da buttare, anzi, la vecchia Piazza del Municipio con il Palazzo del Podestà, l'antica Rocca e le vecchie Chiese poste lungo il corso principale sono tutti luoghi degni di visita, quello che ci ha lasciato perplesso è l'apparente abbandono in cui versano alcuni di questi monumenti. La nostra prima giornata tra Castelli, Abbazie e borghi antichi termina qui, riprendiamo la macchina per spostarci a Podenzano dove ci aspetta l'Hotel accuratamente prenotato da casa.

Il giorno successivo, dopo una semplice colazione, percorriamo i 2 km che ci separano da Grazzano Visconti, prima meta della giornata. La visita del grazioso borgo medioevale permette di fare un vero e proprio tuffo nel passato di questa antica località, tutto sembra rimasto com'era nel medioevo. All'interno delle mura, oltre ad una bella passeggiata tra le diverse vie che lo percorrono, è possibile anche visitare i giardini del Castello (di proprietà privata) recentemente aperti al pubblico. Terminata la visita di Grazzano risaliamo in macchina, prossima tappa Piacenza

Annunci Google
  • 6938 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social