Relax a Martinica

L'isola verde e fiorita delle Antille

Diario letto 9173 volte

  • di Gabry1962
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Un mese prima, io e mio marito, abbiamo prenotato il volo Air France con partenza da Milano Linate e scalo a Parigi Orly (756 € a persona). Inoltre, avevamo prenotato la camera (senza colazione) all’Hotel Pagerie di Les Trois Ilets, 821 € per nove notti. La prenotazione del volo è stata fatta direttamente dal sito di Air France e la prenotazione della camera dal sito hotel.com.

Siamo partiti quindi il 04.12.2012 ed il volo da Parigi è decollato con un’ora di ritardo. Siamo atterrati all’aeroporto di Fort de France alle ore 18.00 locali, dove ritiriamo l’auto, presso l’autonoleggio Jumbo car. Prenotazione on-line dall’Italia per nove giorni, al costo di euro 273.00, con tutte le assicurazioni (RCA e kasko senza franchigia).

Raggiungiamo l’hotel, che è situato vicino ad un piccolo centro commerciale molto carino (villaggio in stile creolo) e dopo aver lasciato le valigie in camera, essendo molto stanchi e non avendo molto appetito optiamo per una ottima crepes.

5 dicembre 2012

Al mattino facciamo la colazione a buffet in hotel, al costo di euro 10.00 per persona. Buona, ma un po’ cara, rispecchia i prezzi delle colazioni dell’isola e in Francia…

Iniziamo a scoprire le spiagge caraibiche del sud dell’isola: L’Anse a l’ane, poi Anse Noire e Anse Dufour, divise solo da un promontorio ma così diverse tra di loro: la prima di sabbia nera e la seconda di sabbia candida. Da vedere! Poi scendiamo più a sud: la spiaggia tranquilla di Grande Anse, Les Anses d’Arlet dove ci fermiamo. Bella spiaggia, acqua limpida, abbiamo utilizzato gli sdrai del ristorantino dove abbiamo poi pranzato. Piatto unico di pesce o pollo 10.00 euro + il bere. Qui si può anche fare la foto che è diventata una delle immagini più celebri della Martinica: imboccate il pontile in legno che sbocca sul mare, arrivate in fondo e poi giratevi … Mare azzurro, spiaggia e la chiesetta del paese!

Prima di rientrare andiamo alla Petite Anse e poi continuiamo lungo la strada costiera passando davanti al Rocher du Diamant, ma rimaniamo un po’ delusi. Vediamo anche il memoriale di Le Diamant… un po’ trascurato.

6 dicembre 2012

Destinazione Les Salines, da tutti indicata come spiaggia più bella di Martinica! Facciamo qualche fotografia dal punto panoramico prima del paese Le Marin e, prima di arrivare alla spiaggia, ci fermiamo a Saint Anne: grazioso paesino con il suo mercatino di prodotti tipici: spezie, rum ecc… e bancone del pesce fresco. Arrivati alla spiaggia noleggiamo uno sdraio per 6,50 euro. Il posto è veramente fantastico e non molto affollato, come letto da molte parti (forse perché non siamo nel periodo di altissima stagione). Dopo un acquazzone della durata di 10 minuti, pranziamo in uno dei tanti ristorantini sulla spiaggia. Poi passeggiata nel palmeto, in mezzo a numerosi granchi dal colore rosso (specie protetta).

7 dicembre 2012

Imbocchiamo la N6 per Le Francois; poco prima svoltiamo a dx ed andiamo a visitare una delle tante distillerie dell’isola, la Clement, dove, previo assaggio, acquistiamo le prime bottiglie. Dopodiché iniziamo a percorrere la Routes des Cretes, stradina con pendenze non indifferenti, ma che offre bei panorami. Ci fermiamo a Le Vauclin e al mercato e acquistiamo delle banane mignon. Buonissime. Tappa alla spiaggia di Pointe Faula: qui ci sono i fondali bassissimi e sembra di camminare sull’acqua per centinaia di metri. Inoltre il paesaggio è stupendo: il prato verde, con palme altissime, arriva fino al bordo dell’acqua azzurra. Dopo un ottimo panino caldo con il tonno preso da uno degli ambulanti che si trovano sul posto, percorriamo la strada che scende verso sud, passando da Anse Michel e Anse au Bois con spiagge molto selvagge. Ci eravamo fermati anche dove partono le barchette che conducono all’Ilet Chevalier, ma non c’era nessuno, probabilmente perché era troppo tardi per andare sull isoletta. Raggiungiamo quindi Le Marin con il suo grande porto. Lì nei dintorni, la guida segnala che si può vedere il più bel panorama a 360° dell’isola. Così decidiamo di verificare…..Imbocchiamo la strada per Morne Gomier e dopo aver percorso una ripidissima e lunga salita, che quasi ci faceva rinunciare, avvistiamo il secondo cartello che segnala il punto panoramico a soli 100 mt. Posteggiamo e saliamo sulla terrazza panoramica (ingresso 2 euro, meritatissimi!). Vista mozzafiato da tutte le parti. Lì c’è un anziano signore simpaticissimo, che ci spiega tutto con molti aneddoti e poi ci accompagna all’uscita facendoci fare un giro del giardino e fornendoci molte informazioni su tutte le specie botaniche della Martinica (i due euro servono per le spese del giardiniere)…… Bella sosta. Consigliata

  • 9173 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social