Eolie in autunno, un viaggio magico

Lipari, Stromboli, Vulcano
 

È inizio autunno di un anno pieno di restrizioni, un anno in cui, nonostante tutto, la voglia di viaggiare ci ha ugualmente spronato a muoverci, dove consentito. È l’occasione giusta per realizzare un sogno da tempo nel cassetto: le isole Eolie. Qui il mese di ottobre è in realtà una pigra stagione di fine estate, la migliore, ci confermeranno poi gli isolani, per godere appieno la bellezza e i colori delle isole.

Come arrivare alle Isole Eolie

Il comodo traghetto diretto da Napoli della Siremar viaggia solo una volta a settimana, e non nei giorni a noi opportuni, per cui optiamo per un volo su Catania. Da Pescara (la nostra città) con la Compagnia Volotea, troviamo un prezzo bassissimo e con circa 70 euro a/r in due, e un’ora di volo, siamo in Sicilia. La comodità di Volotea è che offre il bagaglio a mano gratuito delle dimensioni 55-40-20 fino a 10 kg, oltre una borsa piccola. Per le nostre esigenze ciò è più che sufficiente, e non necessitiamo di bagagli aggiuntivi a pagamento.

Atterrare a Catania, con la vista fumante dell’Etna, è un’emozione sempre rinnovata.

Dall’aeroporto ci sarebbero i bus diretti Giuntabus per il Porto di Milazzo (da dove ci imbarcheremo per Lipari), ma con le restrizioni Covid gli orari sono ridotti, e il nostro aereo atterra dopo l’ultima corsa. Così prendiamo l’Alibus per il centro (4 euro) e passiamo la notte quasi di fronte la stazione dei treni, al b&b Platamone Rooms. Consigliato, tranne a chi ha problemi di deambulazione o bagagli pesanti: non c’è ascensore e ci sono da fare 2 piani di scale ripide e strette.

Cena veloce, visto anche l’orario, approfittando dei furgoni di street food con tavolini di fronte alla stazione, dove, per chi piace, si possono mangiare anche hamburger e polpette di cavallo. Avremmo voluto approfittarne anche al ritorno per il pranzo, ma purtroppo sono presenti solo di sera.

Giorno 2 – Da Catania alle Eolie

La mattina successiva, prima di prendere il treno per Milazzo, una passeggiata per il centro dell’amata Catania ci sta tutta. Villa Bellini, l’Anfiteatro Romano, il Teatro Bellini, la Via Etnea, la Cattedrale di sant’Agata, il mercato del pesce, o, semplicemente, qualunque strada in cui si respiri quell’inconfondibile aria di antica Sicilia.

Anche il viaggio in treno sarà poi piacevole e panoramico, costeggiando il mare: i faraglioni di Aci Trezza, Giardini Naxos, lo Stretto di Messina. Dalla stazione di Milazzo al porto c’è un bus urbano non proprio frequentissimo, oppure si può optare per i taxi che fanno pagare circa 5 euro a persona. All’andata prenderemo il bus, al ritorno (sotto la pioggia) il taxi.

Fatto al botteghino il biglietto per l’aliscafo Liberty Lines per Lipari (la prima delle nostre tre isole), iniziamo finalmente la nostra nuova avventura. La prima fermata dell’aliscafo è l’isola di Vulcano, ed è incredibile come l’isola si lasci annunciare da un penetrante odore di zolfo. Sono felice: per me che tanto amo i vulcani, questo fetore è elettrizzante. Il viaggio prosegue, e dopo pochi minuti siamo a destinazione nella dirimpettaia Lipari. Ad attenderci al porto il titolare dell’Eolian Residence, un personaggio davvero unico e di una disponibilità e gentilezza imbarazzanti.

Guarda la gallery
eolie in autunno

img_20201008_183234_burst1

img_20201010_190426

img_20201011_170354



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su RaccontaItalia
    Diari di viaggio
    tra termoli e peschici sotto la pioggia: la magia di un viaggio

    Tra Termoli e Peschici sotto la pioggia: la magia di un viaggio

    Ad un certo punto, è pur vero che accade: in una frazione di secondo, dopo ore trascorse in coda lungo l’Adriatica, si materializza il...

    Diari di viaggio
    viaggio a passo lento con lo zaino sul sentiero degli dèi

    Viaggio a passo lento con lo zaino sul Sentiero degli dèi

    Quello che amo fare nei viaggi che scelgo di organizzare è unire l'esperienzialità del gusto con l'esplorazione senza filtri del...

    Diari di viaggio
    la ceramica di grottaglie

    La ceramica di Grottaglie

    Cammino per le viuzze di un centro storico realizzato sul modello tipicamente pugliese, circondato da voci, colori, monumenti e arte...

    Diari di viaggio
    cinque terre low cost

    Cinque Terre low cost

    Cinque Terre low cost si può? Certo che sì! Essendo una studentessa da qualche anno ormai cerco di organizzare le vacanze assieme al mio...

    Diari di viaggio
    3 regioni in 3 giorni

    3 regioni in 3 giorni

    Approfittiamo del weekend lungo del ponte del 2 Giugno per salire in sella alle nostre bici e affrontare il passo del Cerreto.Giovedì...

    Diari di viaggio
    isola d’elba: non tutta ma bonaparte

    Isola d’Elba: non tutta ma Bonaparte

    Quando si pensa all’Isola d’Elba, la prima cosa che viene subito in mente è il meraviglioso mare e le tipologie differenti di...

    Diari di viaggio
    lo stile moresco a due passi da casa

    Lo stile moresco a due passi da casa

    Eh si chi l’avrebbe mai detto, questi decori arabeggianti tra gli Appennini bolognesi.Non ci troviamo a Siviglia, a Cordova o a...

    Diari di viaggio
    riviera di levante in treno

    Riviera di levante in treno

    Sabato partenza con Flixbus da stazione di Mestre-Venezia alle ore 10, biglietto per Genova previsto alle 17 circa, costo 24 euro, con...

    Diari di viaggio
    in moto tra le colline toscane lungo la via di setteponti

    In moto tra le colline toscane lungo la via di Setteponti

    In questi primi giorni di estate ho deciso di percorrere sulla mia vespa una strada antica e bellissima, che attraversa un angolo di...

    Diari di viaggio
    venezia non stanca mai

    Venezia non stanca mai

    Eccoci qui, per l’ennesima volta, a visitare Venezia!Questa volta partiamo in treno da Brescia, su Italo: alle 10.00 di sabato...