Carrie mi hai fregato: itinerario Nyc e east coast

IL NOSTRO VIAGGIO A NEW YORK E EAST COAST: 16 AGOSTO 2006 Si parte! Finalmente è arrivato il tanto atteso giorno di inizio vacanza. Partenza ore 5 del mattino. Dobbiamo arrivare fino a Milano Malpensa, lasciare l’auto e poi con ...

  • di londonpaola
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

IL NOSTRO VIAGGIO A NEW YORK E EAST COAST: 16 AGOSTO 2006 Si parte! Finalmente è arrivato il tanto atteso giorno di inizio vacanza. Partenza ore 5 del mattino. Dobbiamo arrivare fino a Milano Malpensa, lasciare l’auto e poi con tutti i problemi terrorismo che ci sono stati in questo periodo, volando con British Airways e facendo scalo a Londra Heathrow, mi avevano detto di arrivare con molte ore d’anticipo.

Arriviamo in aeroporto alle 10am, dopo aver lasciato l’auto al parcheggio Travelparking (si è rivelato ottimo. 51 euro per 12 giorni, tutto okay. 5 ore d’anticipo dovrebbero bastare!! Per andare nell’area check-in British airways c’è fila, poiché la polizia è dispiegata e controlla tassativamente ogni passeggero. Alla fine, dopo aver fatto la fila, ci dicono che il check-in British non aprirà prima di mezzogiorno e mezza: non si può ancora passare!!!!. Bene, ogni informazione data dalla stessa british era sbagliata.

Finalmente è giunta l’ora di andare a fare il check-in. Adesso per andare alla nostra area non ci sono più i controlli. Cos’è cambiato da prima ad ora?! In ogni modo avevo già fatto il check-in automatico da casa, tramite il sito della compagnia, sia per il volo Milano-Londra che per quello Londra-Nyc, dovevamo solo consegnare i bagagli:corsia preferenziale per chi aveva già le carte d’imbarco e adesso si parte veramente. Consegnamo 3 bagagli, 2 per me e uno per il mio ragazzo, Matteo. Lui pensa bene di non portare bagaglio a mano, anche se da oggi era possibile portarlo e quindi mette in valigia anche la telecamera comprata nuova appositamente per new York.

Scalo a Londra: cambio terminal e molti controlli. Mentre aspettavamo di partire per Nyc, vediamo alla tv dell’aeroporto che c’è stato un pericolo dirottamento su un volo Londra-Usa.. Iniziamo bene!!! Ricordo che gli attentati sventati di Londra erano previsti proprio per il giorno 16 Agosto.. Grazie Scotland Yard. Sono grata agli inglesi, adesso ancora più di prima.

Arrivo a New York city, Jfk airport ore 08:45pm, con volo tranquillo. Scendiamo e andiamo al ritiro bagagli: le mie valigie arrivano, mentre quella di Matteo non si vede. Alla fine sentiamo la sirena e la voce che dice che non ci sono più bagagli dal nostro volo. Chiediamo in giro e ci viene mostrata la black list delle valigie non pervenute e ci siamo anche noi. Andiamo all’ufficio British per fare la denuncia di smarrimento. Molto velocemente e senza troppi convenevoli siamo liquidati, con un numero da chiamare per sapere che fine ha fatto la valigia e con la denuncia in mano. Era meglio se quest’esperienza non capitava! I miei buoni propositi di prendere la subway oppure la navetta con supershuttle svaniscono quando vediamo che ore sono:le 11:15pm.. Capperi quanto tempo abbiamo perso per questa valigia! Taxi per Manhattan fino al nostro hotel .Costo 45$ tariffa fissa + tips and toll( mancia e pedaggio ponte) ..Totale 50$ circa.

Si legge molto circa il rispetto delle regole di guida da parte degli americani.. Beh,i tassisti sono un caso a parte. A quest’ora c’era molta fila sul ponte Queensboro per raggiungere Manhattan e naturalmente le strade alternative per arrivare di là ci sono. Ecco,il nostro tassista si è messo a fare retromarcia sul ponte,per prendere una via alternativa. E come lui altri 1000. In più si ferma nel mezzo alla strada per farmi fare la prima foto della vacanza ai grattacieli illuminati..Grazie mille,anche gentilissimo! L’hotel scelto è la Leo House.

Pulito,comodo, in zona Chelsea, molto carina e tranquilla,con le tipiche case in arenaria rossa..Il nostro hotel è di proprietà di un ordine di suore francesi. Prenotazioni solo by fax o telefono. Camere perfette, magari piccole, ma per 90 dollari a notte non ci si può aspettare l’Hilton. Pulizia camere ogni giorno,asciugamani cambiati tutti i giorni ..Perfetto!! Reception e portiere di notte,adatto sia per coppie che per famiglie. Standard alto per il prezzo. Corrisponde ad un hotel 2/3 stelle a New York..Insomma, consigliatissimo!!!! Possibilità di fare colazione per 7 $

  • 6960 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social