Da San Sebastian a Braga in Portogallo e ritorno

Salve a tutti! Finalmente ho un pò di tempo per raccontarvi il mio viaggio di 11 giorni nella Spagna nord-occidentale con il mio ragazzo A.: è la quarta volta che andiamo in Spagna, e dopo la Catalogna e l'Andalusia, quest'anno ...

  • di alisben
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Salve a tutti! Finalmente ho un pò di tempo per raccontarvi il mio viaggio di 11 giorni nella Spagna nord-occidentale con il mio ragazzo A.: è la quarta volta che andiamo in Spagna, e dopo la Catalogna e l'Andalusia, quest'anno abbiamo deciso di spostarci al Nord. Prima di cominciare faccio presente che, nel totale di spese extra giornaliero (che è calcolato per due persone e non a testa) ho calcolato tutto, dal caffè ai souvenir (tranne benzina e autostrada), quindi è indicativo di quanto abbiamo sperperato noi fra cultura e ca**ate...Se sarete più oculati spenderete sicuramente meno di noi mani bucate! E adesso iniziamo il nostro viaggio... Giovedì 06 Settembre 2007 - 1° giorno Giornata praticamente in viaggio: alle 6 del mattino siamo partiti da La Spezia con la macchina dei miei (ovviamente, visto che è un diesel: il risparmio prima di tutto!) senza aver prenotato alcunchè (viaggi senza obblighi d'orario, niente stress, si vive alla ventura) e dopo circa 1800 km (senza fermate in Francia se non per mangiare i panini portati da casa: troppo cari i Galli!) alle 18 circa siamo arrivati a Irun, prima città oltre il confine francese sull'Atlantico. A Irun c'era il primo albergo da noi scelto in precedenza, L'"Ibis hotel" della famosa catena, solo 49.00 Euro a notte ed a quindici minuti in auto dalla nostra prima tappa: San Sebastian, dove siamo andati a cena dopo esserci docciati e riposati. Il nostro impatto con la cittadina è stato incredibile: dovevamo fermarci solo un giorno, ci siamo rimasti due e tornati alla fine del viaggio, ce ne siamo innamorati. Centro storico bellissimo, la parte nuova carina e ben tenuta, spiagge incredibili sull'oceano con un lungomare bellissimo ed un belvedere meraviglioso. E' un pò cara rispetto al resto della Spagna, probabilmente risente dell'influsso gallico, vista la vicinanza, ed è considerata la Biarritz spagnola. Comunque, tornando alla vacanza, dopo un breve giro sul lungomare e nel centro, ci siamo fermati a cena nel "Restaurante Barbarin", Parte Vieja Donostia, Puerto 21 (www.Paisvasco.Com/barbarin), dove con 70 Euro abbiamo mangiato tantissimo, bene e solo pesce! Dopo la nostra cena luculliana abbiamo ripreso la macchina (come in tutta la Spagna in un parcheggio a pagamento, unico vero e proprio salasso a meno che non la lasci per 24 h. Pagando il giornaliero!), siamo rientrati in albergo e, sfiniti ma felici, siamo andati a dormire. Resoconto giornata: Tot. Spesa autostrada: 60,90 Euro. Tot. Spesa Diesel: Euro 100,00. Tot. Spese extra: Euro 118,90 .

Venerdì 07 Settembre 2007 - 2° giorno Appena svegli prima bellissima sorpresa: tempo fantastico! Colazione in albergo (a buffet, da lupi!) e subito a San Sebastian, videocamera e macchina fotografica alla mano: non ci siamo persi neppure un'immagine di quel posto fantastico! Dopo una bella passeggiata alla luce del sole sul lungoceano, meravigliandoci per la velocità della marea oceanica, siamo andati a visitare l'Aquarium, in Plaza Carlos Blasco de Imaz s/n (www.Aquariumss.Com): il biglietto costa 10,00 Euro a testa, ed anche se l'acquario non è gigantesco è molto ben fatto, con i tunnel sommersi e tante specie di pesci, squali e tartarughe compresi, in più c'è una specie di incubatrice dove vedere i piccoli che vengono al mondo. Insomma, secondo me merita la spesa. Dopo la visita ai pesci ed un giro sul trenino Txu-Txu che ti porta per tutta la città, a pranzo siamo andati nel centro storico, in un piccolo ristorantino, chiamato "Kozka", con un menù del dia di soli 12,00 Euro a testa (ma al pomeriggio questi menù speciali in Spagna si trovano praticamente ovunque!). Dopo la scorpacciata abbiamo preso la funicolare che porta al Belvedere sul Monte Igeldo, affacciato sulla Baia di San Sebastian, sulle sue spiagge e la Isla de Santa Clara, proprio al centro della baia: la Bahia de la Concha (questo il suo nome) è circondata da una mezzaluna formata dal Monte Igeldo a sinistra, le lunghe spiagge al centro ed il monte Urgull sulla destra, con il monumento del Sagrado Corazon, sulla sommità, a protezione della città (presente il Cristo di Rio de Janeiro? Uguale, ma più piccolo). Questo monte separa questa baia dall'altra spiaggia della città, la Playa de la Zurriola, affacciata sull'Oceano aperto e frequentata dai surfisti. Dopo questa pienissima giornata, culminata con un giro in centro per lo shopping-souvenir per gli amici, siamo rientrati all'albergo ed abbiamo cenato lì: non si mangia male all'Ibis ed abbiamo speso circa 40,00 euro in due. Quindi a letto, distrutti e soddisfatti

  • 6781 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social