Itinerario e consigli per visitare Barcellona

Aeroporto di arrivo Girona che si trova a circa 100 km da Barcellona, che si raggiunge con autobus di linea . La città si gira ottimamente in metro e autobus, conviene comprare presso le stazioni i biglietti giornalieri o per ...

  • di romano.tp
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Aeroporto di arrivo Girona che si trova a circa 100 km da Barcellona, che si raggiunge con autobus di linea .

La città si gira ottimamente in metro e autobus, conviene comprare presso le stazioni i biglietti giornalieri o per più giornate che consentono di viaggiare su tutti i mezzi pubblici(metro e autobus).

Itinerario consigliato: Conviene iniziare da piazza Catalunja dove convergono diversi mezzi pubblici e si trova un grosso centro informazioni turistiche dove danno gratuitamente piantine e informazioni varie della città, dalla piazza inizia la Ramla(viale alberato che è la via d’accesso dal mare verso il centro città)ove si trovano bancarelle, artisti di strada, di giorno e fino a tarda notte, verso la parte centrale vi è sul lato destro scendendo al mare il mercato della Boqueria uno dei più belli d’Europa con verdure frutta e varietà esotiche dui tutto il mondo, dove si può pranzare e sorseggiare succhi di frutto tropicale e stupirsi della sistemazione della frutta e dei variopinti colori.

Adiacente alla Rambla si trova il Barrio Gotic(quartiere antico in stile gotico dove si può ammirare la cattedrale la Plaza del Rej, e la piazza St.Juaime e ammirare negozi e ristoranti tipici dove si può assaggiare la paella e bere la sangria o il sidro.

Tornati sulla Rambla e percorrendola per intero si arriva al mare(Port Vell) dove si può vedere la statua di Colombo, attraversati il ponte levatoio si arriva al Maremagnum(cinema, ristoranti, negozi e il grande acquario), ritornati sulla terra ferma c’e il museo del mare(con una riproduzione di un antico galeone e altro).

Si può passeggiare sul lungomare che è molto interessante e dirigersi presso ristoranti tipici, nelle vicinanze si trova la bellissima chiesa di Santa Maria del Mar; Da non perdere : • L’Arc del Triomf con l’adiacente Parc de la Ciutadella con la splendida fontana; • Parc Guell che si raggiunge con autobus di linea da piazza Catalunja in venti minuti(ingresso libero)dove si trova la panchina a serpente più lunga del mondo , varie realizzazioni tra cui due casette che sembrano le casette di marzapane di Hansel e Gretel e la casa museo di Gaudi, e altre realizzazioni fantastiche; • La Sagrada Famiglia splendida cattedrale incompiuta, Opera Omnia di Gaudì, che si può visitare all’interno ma è tutto un cantiere, • Casa Batlo’(da visitare e fotografare biglietto un po caro € 16,50) e la Pedrera situate lungo al Passeig de Gracia dove si trovano negozi di lusso e altre case dello stile del Gaudì, come Les Punxes; • Cattedrale e Plaza de Rey; • Palau de la Musica Catalana(quartiere Ribera), patrimonio mondiale dell’umanità ove all’interno c’è un graziosissimo bar dove degustare le famose”Tapas(antipasti di pesce e varie) e una coppa di spumante(Cava)”; • Castel de Montjuic, ove si trova un castello e un bel parco e si gode di un panorama mozzafiato, raggiungibile con funicolare o con funivia che parte da Port Vell(vicino statua Colombo); • A Plaza de Espanja si trova il Museu Nacional D’Art de Catalunja dove antistante si può assistere la sera ad uno spettacolo mozzafiato la splendida fontana con giochi d’acqua a ritmo di musica e colori(da non perdere); • Poble Espanyol , quartiere dove si raccolgono le ricostruzioni delle principali architetture dell’intera Spagna(entrata a pagamento); • Tibidabo che si trova sull’omonimo monte con grande parco giochi e cattedrale; • Arena Monumental dove si svolgono i fine settimana le corride, all’interno si può visitare il museo de Toreador(fermata metro Monumental), • Museo Picasso; • Mercato S.Antonio(all’interno si può pranzare); Per acquisti vari • Centro Commerciale Glories(fermata metro Gloria) con adiacente palazzo di ferro e vetro a forma di proiettile diventato simbolo di Barcellona, nelle immediate vicinanze si trova il famoso Mercatino dell’usato dove fare acquisti di antiquariato e varie; • El Corte Ingles a piazza catalunya centro commerciale a otto piani , comprensivo di ristoranti e bar; • Nel Barrio Gotico negozietti di artigianato e antiquariato; dove mangiare: o El Paguajo (ottima carne e specialità argentine, parlano italiano prezzi buoni) Parque 1 a 50 metri ca dalla fine della rambla lato mare; o Sagardi, bar de Tapas self service(più adatto per la cena), ogni tapas è appuntata da uno stuzzicadenti e si paga alla fine del pranzo contando gli stuzzicadenti che sono rimasti nel piatto(è quasi una certezza che qualche stuzzicadenti si perda per strada), o I Rati, bar de Tapas self service (come sopra) dietro la Rambla quasi di fronte la Bouqeria; o Lungo la Rambla si possono degustare i panini al Kebab, carne allo spiedo con pane arabo o i panini vegetariani con i falafel, che è una specialità indiana) o Sempre nella zona vi sono molti ristoranti tipici dove preparano un’ottima Paella(magari non quelli proprio sulla rambla che sono turistici e cari dove si mangia scadente, basta allontanarsi un po); dove alloggiare o Catalunya Atenas **** Avenue Meridiana 151 (fermata Metrò Clot); o se non si vuole faticare si può prendere il bus turistico scoperto che con ca €19,00 fa girare i posti principali fermandosi per farli visitare e poi ripartire(ma si consiglia un comodo paio di scarpe e girare a piedi con calma, si gusta di più le bellezze della città, a voi la scelta o vito da marsala

  • 22191 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social