Barcellona, Santiago e Galizia

Meta delle vacanze estive 2006… SPAGNA! Era da tanto che volevamo andarci, ma non volevamo una meta tradizionale, così abbiamo pensato alla Galizia dove abbiamo scoperto posti stupendi e pochissimi italiani… che bello! Partenza : 18 agosto aeroporto di Malpensa. ...

  • di chicia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Meta delle vacanze estive 2006... SPAGNA! Era da tanto che volevamo andarci, ma non volevamo una meta tradizionale, così abbiamo pensato alla Galizia dove abbiamo scoperto posti stupendi e pochissimi italiani... che bello! Partenza : 18 agosto aeroporto di Malpensa.

Tutti i voli (economici) facevano scalo a Barcellona così abbiamo deciso di fermarci 4 giorni per visitare la città e i principali monumenti. Bè, su Barcellona hanno già scritto in tanti, confermo i racconti degli altri turisti per caso... alcune veloci considerazioni sulla nostra esperienza: - dall’aeroporto al centro c’è un autobus ogni 7 min. Ad € 3,75 a persona, comodissimo! - non mangiate sulla rambla! Troppo costoso e qualità scarsa! - abbiamo dormito nella zona di placa università e nonostante fosse una zona tranquilla la notte c’era un caos pazzesco - i monumenti sono carissimi, ci aspettavamo qualche sconto per studenti ma niente, così abbiamo deciso di non visitarne nessuno, forse l’unico in cui sarei entrata è la cattedrale gotica ( 4€ ) - i negozi sono bellissimi (anche se loro non hanno un gran gusto nel vestire) ed essendoci andati in tempi di saldi le tentazioni erano tantissime! - Barcellona è bellissima da girare a piedi, ci sono palazzi stupendi lungo tutte le strade! Il metrò è comunque comodissimo e noi abbiamo usato 1 biglietto da 10 corse pluripersonale (€ 6,50) - Siamo stati anche al camp nou ... ingresso 11€!!!! Ci siamo accontentati di fare un giro dal di fuori ... è da non crederci, c’è un vero e proprio pellegrinaggio di milioni di turisti! La cosa che più mi ha colpito di Barcellona sono gli ampi spazi ... marciapiedi larghissimi, strade immense e il lungo mare sembra quello di baywatch e poi me l’aspettavo molto più sporca, invece gli spazzini lavorano 24h al giorno.

Il 22 agosto abbiamo ripreso l’aereo con direzione Santiago de Compostela dove siamo rimasti 2 notti. E’ piena di pellegrini! Il centro con i monumenti principali è circoscritto ed è veramente molto molto carino! La Cattedrale è stupenda e l’ingresso è gratuito! Anche l’ingresso alla cripta con le spoglie del santo è gratuita, ma proprio per questo c’è una fila immensa! Si paga solamente per visitare il museo (biglietto 5€), ma a noi non interessava.

La sera c’è molta vita! Essendo una città universitaria ci sono pub e discoteche... Abbiamo alloggiato all’ostello universitario, 30€ a notte camera con lavandino ma senza bagno, tranquillo.

Il 24 agosto siamo tornati all’aeroporto dove abbiamo noleggiato un’auto. In aeroporto ci sono gli sportelli delle varie agenzie, il 22 al nostro arrivo abbiamo cercato la più economica e abbiamo prenotato. Occorre avere almeno 23 anni, noi per 8 giorni abbiamo speso 300€ per una C2, chiedono anche una franchigia che è di 100€ con carta di credito oppure di 500€!!! Noi abbiamo pagato i 300€ in contanti e per la franchigia abbiamo dato il numero di carta di credito su cui hanno bloccato i 100€, appena restituita la macchina senza danni ci hanno sbloccato i 100€.

Ah! L’auto era a diesel, comunque la benzina costa meno che in Italia! Eccoci pronti per partire! Direzione Oceano - Rias Baix! Non sono riuscita a capire bene come funziona il pagamento delle autostrade, comunque quando possibile cercavamo di fare le strade normali, si girano molto bene.

Sulla costa ci sono moltissimi appartamenti ma tutti affittati ai turisti locali tramite agenzie, abbiamo trovato in un hostal (l’equivalente dei nostri alberghi a gestione familiare) € 38, camera con bagno (nuovissima e pulitissima) nei pressi di Lira, paesino vicino a Carnota dove c’è l’horreo più lungo di tutta la Galizia (c.Ca 34m). Gli horrei sono curiose costruzioni tipo palafitte in cui riponevano il grano per proteggerlo dagli animali, ce n’è uno vicino a quasi tutte le abitazioni

  • 2270 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social