Viaggio di nozze in Spagna e Portogallo

Diario di viaggio: Viaggio di nozze in Spgna-Portogallo di Alida e Marco 26 Settembre-15 Ottobre 2005 Scritto da Alida Madrid 26/09/2005-29/09/2005 Questo è stato per noi un viaggio unico, perché è stato il nostro viaggio di nozze ed è stato ...

  • di alida
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Diario di viaggio: Viaggio di nozze in Spgna-Portogallo di Alida e Marco

26 Settembre-15 Ottobre 2005

Scritto da Alida

Madrid 26/09/2005-29/09/2005

Questo è stato per noi un viaggio unico, perché è stato il nostro viaggio di nozze ed è stato il primo (e per ora il solo) così lungo (ben tre settimane!); la scelta è stata dura, visto il periodo dell’anno (ottobre, tifoni e pioggie ovunque!) e la paura di Marco di volare e del terrorismo; dunque, dopo lunghe e logoranti discussioni, dico addio ai miei sogni di vedere il selvaggio West, e mi accordo con il mio futuro sposo per la Spagna meridionale, in particolare per quella travolgente provincia araba nota come Andalusia, unita alla ospitale capitale spagnola e al fascinoso Portogallo. Il giro è rotatorio, si parte da Madrid, si prosegue poi verso il Sud, seguendo un’ellissi si vaga per tutta l’Andalusia, si costeggia la costa della Luz, Gibilterra, Siviglia e poi via diretti verso il Portogallo, da sud a nord, da Lisbona a Porto, per chiudere la rotatoria e tornare con una corsa pazza di 850 km tutti in un giorno a Madrid. Via, si parte...Dopo un tranquillo volo Iberia Bologna-Madrid (la tranquillità è solo mia, non di Marco, nonostante l’imbottitura di gocce calmanti) ci spostiamo in centro città col metrò (pratico e ben funzionante)La prima occhiata su Madrid è strepitosa, passare dal buio sotterraneo del metro alla luce bianca abbagliante di Granvia, con i suoi enormi palazzi stile retrò, arricchiti da arzigogolati balconcini in ferro battuto...E’ caldo nonostante sia la fine di settembre, ci saranno 25-27°C; Io e Marco siamo sudati e accaldati per il peso delle valigie (senza rotelle purtroppo e pesanti visto che dobbiamo stare via più di venti giorni) e cerchiamo subito un ostello: che fortuna, il mio fiuto infallibile in queste cose mi porta a trovare un ostello carino e pulito centralissimo, proprio a Granvia, all’ottavo piano, con una vista strepitosa di giorno e da togliere il fiato la sera. Dormiamo con la finestra aperta... Dormiamo è una parola grossa; Marco dorme, vinto dalla stanchezza, ma i ricordi del giorno prima affiorano duecento volte nella mia mente e mi alzo e mi avvicino alla finestra osservando Madrid al buio, nella calma apparente della notte..Ripenso alla serata appena trascorsa: Madrid è unica per quantità e varietà di persone che incontri, stili di vita, modi di vestire; vedi fiumane di persone in giro per il centro città fino alle nove, l’ora di chiusura dei negozi e dopo la vita notturna continua più che mai : locali, ristoranti, pub sono gremiti fino a tarda notte, la gente fa la fila davanti ai teatri e ai cinema, per vedere musicals e spettacoli di ogni genere (che differenza in questo con l’Italia!). Anche noi girovaghiamo fino a che la stanchezza ci sovrasta, poi torniamo all’ostello e Marco crolla al suolo... il resto sarà storia del domani...

Oggi abbiamo fatto i classici turisti da giro in bus organizzato, ma d’altronde la città è grande e per chiarirsi un po’ le idee è necessario usare questo mezzo comodo e veloce; la mattina l’aria è fresca, ci sono 15°C, ma pian piano la temperatura si alza e già verso mezzogiorno è molto caldo, caldo che perdura tutto il pomeriggio fino a tarda serata; non c’è differenza di fuso orario tra Spagna e Italia, e ciò a noi appare strano, perchè tutto sembra spostato in avanti rispetto all’Italia, i negozi aprono più tardi, si pranza e cena almeno un’ora dopo che da noi, anche più, e naturalmente anche il sole sembra adeguarsi a tale variazione di orario, cioè spunta più tardi, ma cala poi molto più tardi; la mattina presto la Spagna tutta è quasi deserta, girovagare per la città è da stralunati...Sicuramente da turisti incalzanti di conoscere e non da Spagnoli... del resto anche noi ci abituiamo in fretta ai nuovi ritmi e al nuovo sole..

  • 8296 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Georgia 2
    , 10/2/2012 00:23
    Bellissimo!!!! Prenderò spunto!!!!
  2. Georgia Galiano
    , 10/2/2012 00:21
    Bellissimo!!!! Prenderò spunto!!!!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social