Roma, "caput folla"

Una breve vacanza, immersi nella città eterna ed eternamente caotica!

  • di Sisetta
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

Carissimi TpC, come si suol dire: “nuovo giro, nuova corsa” e in questo specifico caso, mai, modo di dire, fu più azzeccato, viste la brevità e l’intensità del viaggio nella città eterna, che pochi giorni fa io e mia sorella abbiamo assaporato.

Causa impegno lavorativo in terra romana previsto per l’inizio di maggio, optiamo per una estensione della permanenza e scegliamo di trattenerci tre giornate nella capitale (che per altro, non avevo ancora avuto modo di visitare).

Anche in questa occasione, “santa” Ryanair ci permette di risparmiare qualcosa: per Cagliari – Roma Ciampino e ritorno, spendiamo a testa circa 90 euro. Nessun bagaglio in stiva e questo fornisce l’indicatore di quanto spostarsi dalla nostra isola alla penisola, sia purtroppo abbastanza dispendioso.

Assicurato il posticino sull’aereo, come di consueto, inizio a documentarmi sui possibili alberghi nei quali soggiornare e mi affido al mio amatissimo booking.com, prezioso ed esaustivo come al solito. Attenti confronti mi portano a una precoce decisione, della quale resteremo assolutamente soddisfatte: prenotiamo al B&B Home 16 Relais, colazione inclusa, due notti, circa 140 euro a testa. Mi rendo conto che possa sembrare una cifra esorbitante, ma vi assicuro per il periodo di riferimento (maggio 2012), è stata una delle soluzioni economicamente più vantaggiose che potessi trovare per le nostre esigenze.

Il giorno della partenza arriva prestissimo, sveglia (purtroppo) all’alba, perché il volo da noi scelto è alle 6.50 del mattino e dopo meno di un’oretta siamo a Ciampino! Nonostante non sia il principale aeroporto cittadino, è collegato in maniera eccellente con il centro città (Stazione Termini). In aereo ci propongono di acquistare il biglietto per il bus navetta della compagnia “autostradale”, andata e ritorno e visto che, una volta atterrati sarebbe stato comunque il primo acquisto da fare, accettiamo e appena uscite dalla zona “arrivi”, ci dirigiamo alla nostra sinistra e troviamo una distesa di autobus pronti a condurre turisti e cittadini romani, nel cuore della città.

In alternativa al bus “autostradale” da noi utilizzato per i motivi di cui sopra, ci sono anche il bus della compagnia Terravision ugualmente con destinazione Termini e il bus dei trasporti urbani cittadini che ha destinazione Anagnina (fermata metro capolinea di una delle due linee cittadine, la linea A). Quest’ultimo è meno dispendioso (il biglietto costa un euro), il nostro e il Terravision costano circa 6 euro a tratta (quindi 12 euro in tutto), ovviamente ci si può sedere e risulta più comodo di un bus che prendono molte più persone.

Arriviamo alla Stazione Termini in circa 45 minuti, la distanza da Ciampino è in realtà ridotta, ma il traffico è talmente intenso che rallenta di gran lunga i tempi.

L’impatto con la stazione centrale è disarmante, la folla è talmente consistente che per un attimo resto disorientata (mi chiedo: 7 miliardi di umani, hanno scelto tutti questa meta?!). Una fiumana di persone si dirige verso la metro e devo racimolare idee e concentrazione per raggiungere la biglietteria automatica e acquistare i ticket per arrivare al B&B.

I costi della metro sono abbastanza simili a quelli delle altre città italiane: corsa singola, 1 euro, validità 75 minuti. Io e mia sorella optiamo per l’abbonamento turistico valido tre giorni, circa 11 euro a testa, ci permetterà di utilizzare senza vincoli, metro, bus e treni del servizio cittadino. Abbiamo risparmiato parecchio, perché ci siamo spostate tanto e verso diverse destinazioni

Annunci Google
  • 7122 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social