Polonia, Lituania, Lettonia, Estonia 2006

Polonia e Repubbliche Baltiche 2006 Equipaggio: Laura (34) e Nunzio (42) Camper: Miller Alabama 2006 Giorno di partenza: 26/08/2006 Giorno di ritorno: 16/09/2006 26 e 27/08/2006 Marina di Ragusa – Cassino - Klagenfurt Ancora paesi dell’Est quest’anno, dopo Repubblica Ceca, ...

  • di perizone
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Polonia e Repubbliche Baltiche 2006 Equipaggio: Laura (34) e Nunzio (42) Camper: Miller Alabama 2006 Giorno di partenza: 26/08/2006 Giorno di ritorno: 16/09/2006 26 e 27/08/2006 Marina di Ragusa – Cassino - Klagenfurt Ancora paesi dell’Est quest’anno, dopo Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria nel 2002. Si avvicina il 26 Agosto, il sabato prescelto per la partenza e la gioia di sperimentare il camper nuovo fiammante. Partiamo da Marina di Ragusa intorno alle 9,30 e intorno alle 13 siamo a Messina per il traghetto. La Rc-Sa è il solito sacrificio da compiere: tra Atena Lucana e Sicignano veniamo addirittura dirottati sulla SS19 per una trentina di km in una coda di traffico micidiale, per alleggerire la A3 utilizzata quindi solo verso Sud ma alle 23 siamo comunque a Cassino dove pernottiamo al solito Parking Europa piccolo decoroso campeggio poco fuori città e con l’Abbazia bene in vista in cima a Monte Cassino.

Giornata di trasferimento anche la domenica, nessun intoppo sulla Firenze-Bologna e siamo in Austria a Villach intorno alle 20: abbiamo percorso 1627 km e siamo appena usciti dall’Italia dopo 2 giorni di viaggio. Di sicuro qui c’è un freddo che il 27 Agosto a Marina di Ragusa non conosciamo. Sfruttiamo questo poco di luce che rimane per arrivare a Klagenfurt sul Wortersee in nel bellissimo Camping Strandbad a pochi metri dal lago. www.Tiscover.At/camping-klagenfurt 28/08/2006 lunedì, Klagenfurt - Zakopane Sveglia alle 8,30, colazione e inizio delle operazioni di camper service. Il campeggio è costato € 21, molto funzionale, tutta erba e servizi nuovissimi. All’uscita ci accorgiamo di essere proprio sul lago e ne approfittiamo per una passeggiata su un moletto. Atmosfera da fine estate, zona di villeggiatura austriaca per anziani, ci sembra, prati verdi con macchie floreali dai colori vivaci. Un paio di foto, un caffè con la moka e via verso est, ci aspetta una giornata di trasferimento.

Attraverseremo l’Austria da Est a Ovest e sfiorando Vienna e Bratislava via Trencin e Zilina arriveremo intorno alle 22,30 a Zakopane, località turistica sui Monti Tatra all’estremo sud della Polonia e troviamo quasi subito (con il navigatore) il campeggio www.Podkrokwia.Pl ; per via della pioggia caduta per tutta la giornata il fondo è fangoso. L’impressione è che l’erba non abbia il tempo di crescere, disfatta sotto le ruote dei mezzi nella terra sempre bagnata. Il campeggio ha anche un ristorante all’interno, qualche bungalow, servizi non eccelsi, abbastanza frequentato da giovani con le tende. Ci addormentiamo soddisfatti dopo aver notato che il televisore non riproduce i suoni; sarà così per tutto il viaggio fino al ritorno in Austria, si vede che le trasmissioni avvengono su frequenze diverse da quelle in uso nell’Europa Occidentale.

29/08/2006 Zakopane, Wieliczka Abbiamo appreso da altri diari di viaggio che una bella escursione sui Monti Tatra è quella all’Occhio del Mare”, il Morskie Oko, un lago dall’aspetto dei nostri laghi alpini che la leggenda vuole collegato, tramite un canale sotterraneo, al mare. Vi si arriva utilizzando dei minibus da prendere nei pressi dell’ingresso del campeggio per proseguire poi a piedi per circa 7 km. Ebbene stamattina ci svegliamo abbastanza tardi e siamo fuori intorno alle 10, la mattinata è piovosa.

Inutile dire che l’escursione non ci solletica molto. Il colpo di grazia viene da un Ufficio Informazioni Turistiche che si trova al rondò appena fuori il campeggio dove ci sconsigliano di intraprendere l’escursione perché il tempo è nebbioso e non vedremmo niente. Meglio dirigersi alla Dolina Koscieliska (Vallata di Koscielisko) o alla Dolina Chocholowska (Vallata Chocholowska). Nel dubbio (e allo scopo di evitare una scarpinata in una giornata che è già molto piovosa) decidiamo di rinunziare ad ogni velleità escursionistica e di puntare verso il centro della città, peraltro vicinissimo

  • 8347 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social