Pantelleria

La nostra vacanza inzia purtroppo con un enorme ritardo alla partenza da Malpensa a causa dell'inefficienza della compagnia MyAir - 7 ore di ritardo - che ha coinvolto non solo il nostro volo ma anche tutti gli altri voli della ...

  • di ElisaF
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

La nostra vacanza inzia purtroppo con un enorme ritardo alla partenza da Malpensa a causa dell'inefficienza della compagnia MyAir - 7 ore di ritardo - che ha coinvolto non solo il nostro volo ma anche tutti gli altri voli della stessa compagnia da Venezia e Bologna per più giorni. Sconsigliamo questa compagnia per raggiungere l'isola. Alitalia e Airone volano quotidianamente dai maggiori aeroporti italiani.

A parte l'inizio spiacevole la vancanza sull'isola è stata fantastica.

Abbiamo alloggiato presso il villaggio Suvaki a Punta Fram. La struttura è gradevole, le camere sono pulite, la cucina ottima anche se la sala ristorante non è condotta come si conviene ad una struttura che vanta quattro stelle.

Sin dal primo giorno ci è parso fondamentale noleggiare un mezzo di trasporto per girare l'isola. Noi abbiamo optato per una fiat600 che ci ha permesso di scoprire tutta l'isola (la perimetrale è lunga 42 km e l'isola ha una superficie di circa 82 kmq).

Ogni giorno abbiamo raggiunto una caletta diversa e le più belle, a nostro giudizio, sono: Punta Nica, Cala Cinque Denti, Mantingana, Ballata dei Turchi, Arco dell'Elefante.

L'accesso non è mai semplice e in alcuni casi (Ballata dei Turchi) la discesa è lunga e anche un po' impegnativa. Consigliamo quindi scarpette da scoglio e tanta voglia di camminare. Se siete amanti della spiaggia, lettino e ombrellone, Pantelleria non è l'isola adatta! Il premio è però assicurato: il mare è stupendo ovunque, gli scogli sono di roccia vulcanica intervallati da rocce bianche e tutto è circondato da una stupenda macchia mediterannea. I dammusi e i tipici muretti a secco fanno parte di un paesaggio unico. Merita sicuramente una visita lo spettacolare lago di Venere. Si tratta di un lago di origine vulcanica alimentato da acqua salmastra che in alcuni tratti è molto calda e permette di fare dei veri e propri bagni termali. Il lago lungo le rive è poco profondo e dal fondo si può raccogliere il fango termale e cospargersi il corpo come in una vera beauty farm. L'isola è adatta a chi cerca silenzio, tranquillità e pace e permette di scaricare lo stress e di rigenerarsi camminando lungo i sentieri tra paesaggi lavici, vitigni di zibibbo e piantagioni di capperi.

Alcune parti dell'isola molto famose ci hanno invece un po' deluso. Ad esempio Cala Gadir famosa per le vasche termali ci è piaciuta molto poco a causa delle gettate di cemento direttamente sul mare e dalle due piccole vaschette che dovrebbero accogliere i turisti! Anche Cala Tramontana e Cala Levante sono di fatto costituite da due piccoli moli di cemento utili per i diving ma poco accoglienti per i bagnanti. Il mare però e splendido ovunque e tutte le calette, scogli, grotte e insenature meritano di essere visitate. Il clima, contrariamente a quanto pensavamo, è abbastanza umido a causa dei venti che soffiano di continuo. L'escursione termica tra il giorno e la notte è notevole e dopo giornate molto calde permette di rigenerarsi durante la notte. Noi siamo stati sull'isola a luglio e abbiamo goduto di un clima perfetto e del fatto che l'isola non era per nulla affollata.

Consigliamo quindi a tutti gli amanti del mare, dlella natura e della buona cucina mediterranea una bella vacanza rigenerante a Pantelleria.

Elisa&Stefano

  • 1658 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social