Siracusa Plemmirio immersioni per disabili

A giugno ho avuto la fortuna di essere invitato, a trascorre una vacanza di una settimana a Siracusa, dal Parco Marino del PLEMMIRIO ( www.plemmirio.it ). Il Plemmirio è un area marina protetta, nata nel 2005, che si estende a ...

  • di ROTEX
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
 

A giugno ho avuto la fortuna di essere invitato, a trascorre una vacanza di una settimana a Siracusa, dal Parco Marino del PLEMMIRIO ( www.Plemmirio.It ).

Il Plemmirio è un area marina protetta, nata nel 2005, che si estende a pochi chilometri a sud della città di Siracusa ovvero lungo la parte orientale della Penisola della Maddalena a sud di Siracusa.

Il Parco marino si propone obiettivi ulteriori alla conservazione della natura, intervenendo e dando attenzione a situazioni di disagio.

Tra le missions dell’Area Marina Protetta del Plemmirio vi è quella di realizzare un modello di fruizione dell’Area che dia la possibilità a chi non possiede tutte le abilità, ad accedere ad un bene comune qual’è il mare.

Sono stati individuati ben sette accessi al mare per disabili dislocati nella siracusana. Di questi ultimi, due sono accessi spiaggia, due su scogliera, due punti pesca ed uno per le immersioni.

Alla Fanusa è presente un piccolo immobile a disposizione della speciale utenza che funge da Infopoint per il turismo dei disabili.

Una opportunità straordinaria, per i portatori di qualsiasi tipo di handicap, fisico o mentale, di godere di una delle spiagge più belle di Siracusa in tutta serenità e fare un tuffo nelle acque trasparenti della Fanusa.

All’Area Marina Protetta del Plemmirio tutto è pensato a misura di disabile: dalla grande imbarcazione con il fondo di vetro, per permettere la visione dei fondali durante la navigazione, dotata di un adeguato spazio per le carrozzine a bordo, al futuro acquario multisensoriale che sorgerà nella sede definitiva del Consorzio Plemmirio. Il cuore pulsante dell’Amp sorgerà in un luogo di rara suggestione ubicato in quel di Ortigia, isolotto del mito entro cui è racchiuso il centro storico di Siracusa città dichiarata patrimonio Unesco, in quella che stata una Caserma storica protesa sul mare. Il centro accoglienza realizzato all’interno consentirà ai diversamente abili di poter interagire con i pesci. Infine, il progetto più originale, ancora unico nel Mediterraneo: due percorsi subacquei realizzati per non vedenti nella zona di Capo Meli e di Punta della Monache che utilizzano anche il linguaggio Braille per permettere un supporto informativo alla speciale visita sottacqua. Anche chi privo del dono della vista potrà tuffarsi negli splendidi fondali marini dell’Area Marina Protetta del Plemmirio, in tutta sicurezza, in maniera consapevole e informata. Perchè tutti, ma proprio tutti, siano Liberi di volare in mare.

E’ stata introdotta inoltre, con un opportuno percorso didattico, la figura di Accompagnatore in mare di persone diversamente abili, unica nel panorama nazionale, cui si affianca anche quella di Volontario in Area Marina Protetta.

Anni fa presi il brevetto per le immersioni subacquee, presso la mia città in quanto vi una scuola di subacquea accreditata al rilascio di brevetti per portatori di handicap.

Il corso fu fatto inizialmente in aula e poi in piscina, sino ad arrivare alle immersioni al lago ed al mare.

Ho fatto diverse immersioni in Toscana e in Mar Rosso, ma poi mi sono fermato per diversi anni.

Quando mesi fa, mi è stata proposta l’opportunità di effettuare alcune immersioni nel Plemmirio ho accolto l’offerta con molto entusiasmo.

Ho pertanto avuto la possibilità di effettuare delle immersioni in quest’area protetta, che è meravigliosa e ricca di fauna oltre che di vegetazione.

Sono rimasto notevolmente sorpreso, non solo dalle bellezze naturali, ma dalla cortesia e dalla professionalità dell’istruttore che mi ha accompagnato in queste immersioni

  • 1586 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social