Relax in Val d'Orcia

Per questo Natale ci siamo regalati tre giorni di relax in Val d’Orcia. È una zona che ci piace molto per la sua tranquillità, per il paesaggio meraviglioso e per la buona tavola, in più è a due passi da ...

  • di lauralp
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Per questo Natale ci siamo regalati tre giorni di relax in Val d’Orcia. È una zona che ci piace molto per la sua tranquillità, per il paesaggio meraviglioso e per la buona tavola, in più è a due passi da casa (abitiamo vicino Firenze!).

27 dicembre Dopo una buonissima colazione al bar davanti casa siamo partiti per la Val d’Orcia sotto un sole ‘primaverile’. Abbiamo fatto l’A1 fino a Firenze Certosa, poi la Firenze-Siena fino a Siena e da qui abbiamo iniziato con quelle splendide e tranquille strade sulle colline che piacciono tanto al mio maritino. Non avevamo un programma preciso, abbiamo viaggiato guidati dall’ispirazione. La prima tappa è stata Asciano, classico borgo toscano, molto gradevole da scoprire. Vicino al parcheggio c’è una bellissima zona coperta con le vasche che un tempo venivano usate per lavare: è chiuso, ma molto ben conservato. Da qui ci siamo spostati verso l’abbazia di Monte Uliveto Maggiore: un paradiso in mezzo al verde. È un complesso piuttosto grande costruito con i classici mattoni rossi a cui si arriva camminando in mezzo a un viale di cipressi. Dopo la visita dell’abbazia ci siamo diretti verso Pienza passando da Sant’Anna in Camprena, che, purtroppo, era chiusa. Quando veniamo da queste parti non possiamo fare a meno di passare da Pienza e mangiare un buonissimo panino con la porchetta di Bernardini Laura, un negozio di alimentari sulla strada principale del centro, sulla sinistra appena passata la piazza. Così, con €4 ci siamo comprati i nostri due panini e siamo andati a mangiare al sole sulle panchine del belvedere a fianco della chiesa. Ci siamo riscaldati un po’ e poi abbiamo visitato il paese, questa volta ci è piaciuto particolarmente, un po’ perché era vuoto di turisti, un po’ perché sotto Natale con gli addobbi l’atmosfera è più magica. Da qui siamo andati a Montalcino, che, a dire la verità, un po’ ci ha deluso. Famoso com’è per il suo Brunello ci aspettavamo un centro storico pieno di cantine e, invece, ce ne sono pochissime, neanche un bar per un caffè. Abbiamo, comunque, girato il paese in lungo e in largo, apprezzando il fatto che è rimasto un paese e non si è fatto travolgere dalla furia del turismo. Da qui siamo andati a San Quirico d’Orcia, dove avevamo prenotato al B&B Casa Lemmi per due notti (€100 a notte-www.Casalemmi.Com). È in pieno centro storico, proprio di fronte alla Collegiata e a piazza Chigi. Antonio, gestore della struttura, ci aveva inviato per mail anche il pass per poter arrivare davanti con la macchina per scaricare i bagagli (!!!). È un antico palazzo ristrutturato da un anno con 6 camere enormi, noi eravamo all’ultimo piano nella stanza del vin santo: stupenda con la vista sulla Collegiata e il pavimento fatto con il legno delle botti, un bel regalo per Natale. Sono le 17, ma è già buio, allora facciamo un giro per il paese e ci rifugiamo in un bar per una cioccolata calda e due chiacchiere. Verso le 18 e qualcosa ci siamo avviati verso Bagno Vignoni: veramente molto suggestiva la piazza-vasca del paese con la nebbiolina dell’acqua termale. Qui abbiamo adocchiato un’osteria per cenare, ma è ancora presto, così con la macchina andiamo verso Castiglione d’Orcia, altro borgo molto suggestivo con la piazza principale, piazza il Vecchietta, in discesa e pavimentata di ciottoli. Finalmente è ora di cena, torniamo a Bagno Vignoni, all’Osteria della Madonna, in piazza, proprio di fronte al loggiato di Santa Caterina. È un locale piuttosto piccolo, a gestione familiare, abbiamo mangiato bene e abbondante per soli €32 in due. Sotto un cielo pieno di stelle torniamo a San Quirico per il nostro meritato riposo

  • 2594 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social