La terra della dea eriu

Eireann, la terra della Dea Ériu, ci ha sempre affascinato per la sua cultura, per la sua musica, per la sua birra, per i suoi paesaggi e per i suoi misteri. E’ stata quindi la meta del nostro secondo viaggio ...

  • di elenick2004
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Eireann, la terra della Dea Ériu, ci ha sempre affascinato per la sua cultura, per la sua musica, per la sua birra, per i suoi paesaggi e per i suoi misteri. E’ stata quindi la meta del nostro secondo viaggio insieme. Questo diario non è stato scritto subito ma a 12 anni di distanza basandomi sulle descrizioni dei luoghi scritte all’epoca per accompagnare la visione delle diapo (che ora ho digitalizzato!) e su ricordi ormai lontani.

Nel 1996 non disponevo di internet per scopi personali per cui il viaggio è stato organizzato richiedendo le brochures ai vari uffici del turismo irlandesi e leggendo le guide del Gabbiano, L’Airone viaggi e Meridiani. Abbiamo prenotato volo e automobile con l’offerta Fly and Drive di Aer Lingus. Anche i Bed and Breakfast sono stati prenotati dall’Italia, tramite agenzia, nelle località che avevo stabilito disegnando un itinerario sulla cartina stradale che ci ha portato a percorrere quasi 3500Km. Avendo pochi soldi a disposizione, abbiamo mangiato quasi sempre cose acquistate nei supermercati e ci siamo concessi una cena tipica irlandese soltanto una sera. In compenso abbiamo sempre fatto una buona Irish Breakfast e talvolta la sera abbiamo cenato solo con patatine e birra irlandese nei tipici pubs. L’unico cruccio è non aver avuto all’epoca una digitale o una videocamera: abbiamo infatti centellinato il numero di foto facendone circa 30-40 al giorno per un totale di 480. Ma la bellezza dei luoghi ne meritava ancora di più.

Per poter assaporare tutta la magia di questa terra, il nostro itinerario ha toccato tutte e 4 le antiche province dell’Irlanda:

Leinster - comprende le pittoresche montagne del Wicklow, gli acquitrini e le spiagge sabbiose della contea di Wexford, Kilkenny, residenza di campagna dei nobili Butler, le rigogliose praterie di Kildare e Meath, le piane di Louth, Offaly, Laois e Carlow, e le zone acquitrinose di Westmeath e Longford;

Munster - le sei contee che costituiscono la provincia di Munster hanno dei paesaggi del tutto diversi tra loro. Si va dalla lussureggiante Tipperary alla pittoresca Waterford, dalla leggiadra bellezza del Cork e delle sue baie agli splendidi laghi del Kerry, dalla storica Limerick alle piane calcaree del Clare.

Connaught - la provincia occidentale del Connaught è costituita dalla vivace città di Galway, con un circondario di acquitrini che prosegue nel Mayo. C’è la vallata di Roscommon e la scabra bellezza di Sligo, famosa per essere la terra di Yeats, insieme alla zona lacustre di Leitrim.

Ulster - l’antica provincia dell’Ulster comprende la verdeggiante zona dei laghi del Fermanagh e del Cavan, il duro ambiente acquitrinoso del Donegal, l’antica città di Derry, Antrim, con la sua strana formazione geologica detta Giant’s Causeway, Belfast, capitale dell’Irlanda del Nord, le montagne del Mourne, nel Down, la città ecclesiastica di Armagh, le morbide ondulazioni delle colline del Tyrone e le collinette del Monaghan (Spesso l'Irlanda del Nord viene chiamata erroneamente Ulster. In realtà, quest'ultimo comprende sei contee dell’Irlanda del Nord e tre contee della Repubblica d'Irlanda).

Non abbiamo toccato tutte le contee ma abbiamo cercato di vedere, oltre ai luoghi classici, i siti megalitici ed i luoghi che ricordavano i cicli epici della mitologia irlandese. Infatti negli anni precedenti avevo letto sia i racconti del Ciclo dell’Ulster, incentrati sulla figura dell’eroe Cúchulainn, che quelli del Ciclo dei Fianna, che ripercorrono le gesta di Fionn Mac Cumhaill. Purtroppo abbiamo dovuto sacrificare alcuni siti interessanti, come Belfast, Cork e la zona dei Rosses … perché 14 giorni sono veramente pochi per vedere tutta l’Irlanda!!!

Sunday, 26th of May 1996

Partenza: Milano

Arrivo: Dublin

Alloggio: Mrs. E. Keane “Breifne”, 23 Bettyglen, Raheny, Dublin North 5, Co. Dublin, Leinster, Eire

Km tappa: 13

Km totali: 13

Luoghi visti

Dublin (Co. Dublin, Leinster, Eire)

Partiamo da Milano Linate alle 8.55 e, dopo uno scalo a Bruxelles, arriviamo a Dublino alle 12.00. Andiamo subito a ritirare l’automobile. Ci danno un’auto più grande di quella prenotata: una Mazda 5 bianca. Come al solito Sergio guida ed io faccio il navigatore. Questa volta c’è la novità della guida a sinistra ma lui riesce ad abituarvisi da subito. Cartina alla mano, ci avventuriamo in cerca del nostro primo B&B, che è situato fuori Dublino, nel quartiere di Raheny. Riusciamo a trovare la casa dove ci accoglie una loquace padrona, Mrs Eileen, che subito ci inonda di domande. Questo è un B&B vecchia maniera dove la padrona di casa cerca di familiarizzare con gli ospiti e cerca di dare consigli per rendere la visita della città più agevole. Molti B&B incontrati successivamente invece ci sono sembrati dei mini-alberghi e quindi un po’ più impersonali. Dopo aver lasciato i bagagli in camera, salutiamo la signora e ci dirigiamo verso il centro di Dublino che è a circa 10Km di distanza. Decidiamo di non prendere l’automobile, per non avere problemi di parcheggio, ma di utilizzare la DART (Dublin Area Rapid Transit), una linea ferroviaria di superficie

  • 5884 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico