Baviera e Baden-Württemberg, una meraviglia

Periodo del viaggio: agosto 2006 Cosa abbiamo visto, in sintesi: A me e Annalisa piace fare viaggi con che uniscano più dimensioni: storia, cultura, natura, gastronomia... E anche in Baviera e Baden-Wuerttemberg questo è possibile: siamo entrati in Germania passando ...

  • di mauro_ra
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Periodo del viaggio: agosto 2006 Cosa abbiamo visto, in sintesi: A me e Annalisa piace fare viaggi con che uniscano più dimensioni: storia, cultura, natura, gastronomia... E anche in Baviera e Baden-Wuerttemberg questo è possibile: siamo entrati in Germania passando da Innsbruck e abbiamo visto i castelli di Ludwig (Hoheschwangau, Neuschwanstein, Linderhof e HerrenChiemsee) e il territorio circostante, Monaco, molti paesi della Romantische Strasse rilevanti per urbanistica e storia(Donauwort, Dinkelsbuhl, Nordlingen, Rothenburg ob der Tauber, Wurzburg), la città di Bamberg, poi abbiamo attraversato in auto la Foresta Nera (Schwarzwald) toccando prima Bad Wimpfen, poi Baden-Baden, Triberg ed il Titisee, visitato Friburgo (con la cattedrale gotica stupenda, anche se la parte del leone nel nostro viaggio lo ha fatto il barocco ed il rococò) per poi volgere verso il Bodensee (Lago di Costanza) con Lindau, un tratto di Deutsche Alpen Strasse (Lindenberg, Oberstaufen) per finire con il Berchtesgadener con Ramsau e il Konigsee, da dove siamo usciti dal territorio tedesco verso Salisburgo.

Comunicazioni la Germania è un paese molto civile: abbiamo visto una rete autostradale estremamente articolata e capillare (oltre che favolosamente gratuita), dal manto perfetto, e altrettanto dobbiamo dire delle piste ciclabili: queste ultime corrono a volte a fianco della sede stradale, ma sempre separate da almeno un paio di metri di terreno erboso, o talvolta seguendo percorsi autonomi che di tanto in tanto tornano ad incrociare la strada riservata ai mezzi a motore: e le piste vengono usate, eccome, da grandi e piccoli, famiglie intere, coppie, singoli che si recano a scuola o la lavoro o a fare la spesa, con la pioggia o con il sole: se di notte vedete qualche luce mobile per la campagna, probabilmente non sono lucciole ma fanali di biciclette! Per strada e in autostrada: correttezza, fair-play, educazione.

Energia qual'è il paese del sole? La Germania! sono moltissime le fattorie e le case che hanno installato sul tetto due o più file di pannelli solari fotovoltaici: avevo letto in passato della dedizione dei tedeschi a questo tipo di energia, nonostante non si possa certo dire che la Germania è un paese assolato; non manca nemmeno il vento, e allora ecco che spuntano di tanto in tanto poderose pale eoliche talvolta bianche, talvolta grigie, talvolta con le estremità dipinte di rosso: sono moderni mulini a vento! Qualcuno le considera antiestetiche e pensa che violentino il paesaggio, ma io credo che se collocate in posizioni opportune le pale possano essere addirittura belle, quasi una forma di arte (di sicuro un bel soggetto per una fotografia!); non parliamo poi della separazione dei rifiuti finalizzata al riciclaggio, perseguito con metodicità e capillarità: ovunque ci sia un “cestino”, sia in città che in campagna, in realtà ce ne sono almeno due ma spesso tre o quattro: carta, metalli, plastica, organico...Non è stato neanche difficile riuscire ad alimentare la nostra Multipla NaturalPower sempre a metano (“erdgas”) in quanto la rete dei distributori e gli orari di apertura consentono di viaggiare senza interruzione con questo combustibile, e noi di km ne abbiamo fatti circa 4000! Nota: il rifornimento di metano in Germania e in Austria è self-service! Sulle prime si rimane un po' sconcertati, anche perchè le istruzioni affisse sono spesso solo in tedesco, poi si impara ma... Mai definitivamente, abbiamo individuato almeno 5 o 6 “procedure” differenti, tutte però fattibili visto che ce la siamo sempre cavata

  • 5122 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social