Slovenia e croazia 2008

Lunedì 18 Agosto Partenza da Roma alle 4, orario impossibile, studiato per un viaggio senza traffico. Infatti, arriviamo in Slovenia in un lampo, facciamo rifornimento ad uno dei primi distributori incontrati (la benzina era agli sgoccioli, furbescamente calcolata per passare ...

  • di probiviro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Lunedì 18 Agosto Partenza da Roma alle 4, orario impossibile, studiato per un viaggio senza traffico. Infatti, arriviamo in Slovenia in un lampo, facciamo rifornimento ad uno dei primi distributori incontrati (la benzina era agli sgoccioli, furbescamente calcolata per passare la frontiera e poco di più). Pagare un litro di benzina poco più di 1 euro, anziché quasi un euro e mezzo è una vera goduria! Prima di lasciare la Slovenia ci fermiamo ad una Konoba (trattoria all’aperto) dove mangiamo spaghetti al goulash, maialino, cotoletta alla milanese (da queste parti la chiamano cotoletta alla viennese), crepes, strudel, acqua minerale e birra per circa 15 euro, moneta avente valore legale in Slovenia da gennaio 2008.

Arriviamo a Lovran, 6 km da Opatija, dove abbiamo affittato un appartamento alla modica cifra di 40 euro al giorno. L’appartamento è all’interno della città vecchia, vicinissimo al mare e con uno splendido panorama sul golfo. L’appartamento è grande, salotto, bagnetto, tinello e cucinino, terrazza e giardinetto a piano terra, camera, cameretta, bagno e terrazza al primo piano.

Martedì 19 agosto.

Troviamo un posto vicino al nostro appartamento dove piazzare i nostri asciugamani e dove fare un ricco favoloso bagno. Nel pomeriggio visitiamo Opatija e Rijeka. Mi serve un adattatore di spina per alimentare il mio notebook. Giriamo tutto il gran centro Commerciale Tower Center, ma non la troviamo. Troviamo invece scarpe a saldo a prezzi molto convenienti. L’adattatore lo troviamo in centro da Euronics, dopo una lunga ricerca affannosa e dopo essere riusciti nell’impresa quasi disperata di trovare un parcheggio. Ho notato che in tutto il centro della città non esiste - o forse non ho trovato - un ferramenta o un negozio di articoli di elettricità. La sera, dopo cena, passeggiata sul molo e lungomare, e un ricco, buon gelato, che costa meno di 1 euro “a palla”.

Mercoledì 20 agosto Fish Picnic – alle 10 salpiamo dal porticciolo di Lovran a bordo della Contessa, barcone con 50 posti, destinazioni previste isole di Krk e di Cres, con pranzo a base di pesce. A bordo siamo solo 8 passeggeri e navighiamo lentamente godendoci il sole e la brezza. Sostiamo nel porticciolo di Marinska. Approfittiamo della sosta per fare un bel bagno e qualche piccolo acquisto, poi rientriamo sul barcone per il pranzo, che consumiamo molto scomodamente seduti sulle panche del barcone con i vassoi appoggiati sulle ginocchia. Il pesce è buono, ma le bevande sono calde e dobbiamo andarcele a prendere zigzagando tra gli altri gitanti. Rosico parecchio perché nel barcone da 100 posti ancorato vicino a noi i gitanti sono seduti a comodi tavoli e hanno a portata di mano varie bottiglie di bevande fresche. Poi ripartiamo per la prossima sosta dove facciamo un altro bagno. Il rientro a Lovran, previsto per le 18, avviene solo alle 19, per la lentezza del barcone. Anche le soste sono state abbreviate, 3 ore anziché 4. Probabilmente il pilota andava pianissimo per risparmiare il carburante. Se volete un consiglio, quando prenotate la gita, accertatevi che il battello sia uno di quelli da 100 posti. Viaggerete più veloci, mangerete più comodi e farete soste a terra più lunghe. Il prezzo per la gita Fish Picnic è sempre lo stesso, 250 kune, e su alcuni battelli include il pranzo di pesce al ristorante anziché sul barcone.

Giovedì 21 agosto – sabato 23 agosto Normale routine – la mattina sole e bagni sugli scogli, pomeriggio esplorazione del territorio circostante, a piedi e in autobus. Il biglietto AR per l’autobus 32 da Lovran fino ad Opatija costa 20 kune, e fino a Rijeka 30 kune. Venerdì nel porto di Lovran si tiene la festa del pescatore. Ceniamo nel porto approfittando degli stand allestiti che offrono piatti di pesce a prezzi modestissimi. Poi ci godiamo lo spettacolo allestito da un complesso con un vasto repertorio, dal folcloristico al moderno. Molto brava la cantante

  • 2260 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. dritangremi
    , 4/3/2011 20:26
    ho sentito parlare dei <a href="http://www.dentistiinalbania.com/1/dicono_di_noi_1529244.html">dentisti in croazia</a>. Mi sapete indicare qualcuno?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social