Bretagna e Normandia in libertà

Viaggio ricco di emozioni, bellissimo, adatto a tutti

  • di Millycat
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Questo è un viaggio semplice, adatto a tutte le tipologie di viaggiatori. L’unica difficoltà è stata quella di fare un programma di viaggio più razionale possibile, al fine di visitare il maggior numero di posti. L’impatto con la gente del posto è stato ottimo, massima disponibilità da parte di tutti, anche se abbiamo avuto qualche difficoltà con la lingua, perché l’inglese lo parlano veramente in pochi.

20 Agosto Sabato

Bellissima giornata/sera pioggia

Beauvais- Giverny- Lassay-les-Chateaux-Fougeres (circa 350 km) (Hotel Brit Hotel Du Parc – Fougères Zone De La Pilais - Lécousse Fougeres, 35133 Tel+33223515050 Fax+33223515060 E-mail: fougeres@brithotel.fr; Euro 63)

Arriviamo all’aeroporto di Parigi-Beauvais alle 8.30 del mattino con volo Ryanair (costo 408 euro in due) da Roma e troviamo una splendida giornata di sole. Recuperati bagagli e preso possesso della macchina, una Peaugeot 107 rossa, che complessivamente ci costerà 380 euro per 16 gg di noleggio fatto con la Hertz che ha una convenzione con la Ryanair, partiamo alla volta della nostra prima tappa, Giverny, dove visiteremo il villaggio e la casa dove Monet ha vissuto e dipinto per più di 20 anni. Posto molto affollato ma comunque di gran fascino, soprattutto per tutti gli amanti dei suoi quadri. Personalmente vivo un’emozione molto forte nel giardino giapponese con il laghetto pieno delle ninfee che Monet ha dipinto in molti dei suoi splendidi quadri. Pranziamo al volo con la nostra prima baguette francese, che ci è sembrata buonissima, sarà per la fame, sarà per il contesto “pittoresco” in cui ci troviamo. Poi nel primo pomeriggio ci rimettiamo in cammino perché oggi sarà la tappa più lunga. Strada facendo ci fermiamo in un piccolo paesino, Lassay-les-Chateaux, che non era in programma ma che ci ha incuriosito per la presenza di un castello, il nostro primo castello del viaggio. Facciamo una visita guidata in francese, anche se non lo mastichiamo affatto, ma la nostra guida è talmente brava e ci ha scandito le parole così bene, che abbiamo capito quasi tutto. Il castello è carino, anche se le sale aperte sono poche, visto che parte del castello è attualmente ancora abitata dai proprietari. Il castello è adiacente ad un laghetto molto “ameno” (parola che è ricorsa moltissimo durante tutto il viaggio), e questo laghetto ce lo ricorderemo di sicuro, anche perché lì perdiamo un bel paio di occhiali. Dopo la visita ci dirigiamo verso Fougeres che è la nostra tappa finale della giornata. Vi arriviamo alle 19.30 e con un po’ di difficoltà troviamo l’albergo già prenotato. Nel frattempo il cielo si è coperto e comincia a piovigginare. Facciamo un rapido giro della città e andiamo a cena in un posto che non è un granchè. Poi stanchi della lunga giornata andiamo a dormire.

21 Agosto Domenica

Nuvoloso al mattino e bello al pomeriggio

Fougeres-Vitrè-Rennes-Josselin (150 km) (Chambre d’Hotes b&B Jean et Marie Guyot, Butte St Launent 56120 Josselin, tel 0297222209/0614447463; email: chez.guyot@wanadoo.fr Euro 55)

Ci svegliamo abbastanza presto e poichè vorremmo fare colazione in un bel bar con caffè e con i celebri croissant francesi, verso le 9.30 ci avviamo al centre ville (o centro città che dir si voglia) e… ci imbattiamo in una città fantasma. Bella e molto curata, è vero, ma senza nemmeno una persona per strada o un bar aperto. Restiamo perplessi, e lì per lì non riusciamo ad apprezzare la bellezza del posto. Poi, pian piano la cittadina si anima, e nel frattempo siamo anche riusciti a trovare una boulangerie aperta dove ci tuffiamo in croissant e baguette caldi e buonissimi, e tutto si trasforma e magicamente assume una luce nuova e positiva. Visitiamo il bel castello con audio guida in italiano (7.5 euro a persona) e poi il quartiere medievale splendidamente conservato. Non riusciamo a capacitarci del fatto che un posto così bello non venga minimamente menzionato dalla nostra guida, la Lonely. Per fortuna avevo letto i diari di altri TPC e mi era venuta la curiosità di visitare questo paese. Poi partiamo per Vitrè dove è in programma la visita al castello. Il castello è bellissimo esternamente, veramente maestoso e ben conservato, ma l’interno è piuttosto deludente, quindi non facciamo la visita delle poche sale aperte visitabili, a ci dedichiamo alla visita del centro storico ricco delle tipiche casette medievali, dette a graticcio

  • 44212 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. jacknice
    , 10/6/2012 15:49
    Ciao,
    sto organizzando un viaggio in Bretagna e le tue indicazioni mi sembrano davvero utili :) vorrei sapere che guida hai usato e se nella guida c'è più o meno tutto quello che hai visitato :) Grazie Giacomo

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social