Vienna ed i mercatini di Natale

Organizzare un viaggio fai da te..non e' mai facilissimo, ma da casa, dal profondo sud,Vienna sembrava lontana...inizio ad organizzare il viaggio prenatalizio da fare con Tata, la mia meta' ad inizio ottobre...per la cronaca io sono Davide; faccio tutto da ...

  • di davintour
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Organizzare un viaggio fai da te..Non e' mai facilissimo, ma da casa, dal profondo sud,Vienna sembrava lontana...Inizio ad organizzare il viaggio prenatalizio da fare con Tata, la mia meta' ad inizio ottobre...Per la cronaca io sono Davide; faccio tutto da internt, decidiamo questa volta di non optare per l'aereo e scegliamo il treno, nonostante la lontananza c'e' qulacuno tra noi che se puo' non vuole volare...

Partiamo dalla provincia di Reggio Calabria alle 10 di sera per giungere a Venezia dove avremo una giornata di riposo in attesa del treno di mezzanotte per la stazione di Vienna sud...La prima delusione ci arriva dalle ferrovie tedesche con le quali prenoto il Venezia Vienna a/r, l'andata e' servita da carroze fatiscenti, poco calde e invece della cuccetta da 4 troviamo una vecchia cucetta da 6...Cmq lasciamo perdere, meglio di attendere alla stazione di Venezia Mestrea 0 gradi senza sala d'attesa aperta! Giunti a Vienna si capisce che la temperatura e' di quelle che in calabria non e' mai arrivata, c'e' la neve, freddo pungente, ma tanta felicita'; compriamo un biglietto per il tram per arrivare al centro citta', per recarci vicino al Opern Ring, nella zona pedonale la Karntner strasse, dove alloggiamo per 3 notti all'hotel Astoria 4 stelle trovato in offerta su internet a 109 euro a camera, diciamo che le promozioni li abbiamo prese buone, l'hotel e' accogliente, caldo, e la colazione e' super abbondante se si arriva prima della 9e 30 di mattina...Grazie anche a qulche suggerimento estratto da questo grande sito, e dalla rete in generale, iniziamo gia dal primo giorno a girovagare per il centro, per orientarci, anche se il mio amore, gia da subito e' convinta che io ci sia stato gia a Vienna, grazie ad internet, alle webcam in posti strategici, riesco a conoscere la citta' e sapere dove andare senza esserci mai stato,diciamo che oltre il freddo piu' che polare le giornate sono state ottime, la zona pedonale e' tranquilla per niente rumorosa, e doffre tanti negozi ed attivita' tra cui l'hotel sacher con il bar annesso che chiede per una cioccolata e panna e una fettina di torta, qualcosa come 16 euro...Ma nn si poteva non assaggiare uno dei simboli di Vienna...Per gli altri dolci, cuorisi delle palle di mozart ci fiondiamo a comperarle ma restiamo scioccati dai prezzi esagerati dei Mostly Mozart, e cosi tranne un assaggino lasciamo stare, in attesa di alternative, diciamo che per mangiare abbiamo sfruttato le colazioni abbondantissime e saltando i pasti, che conviene molto per poter girare abbiamo posticipato il tutto anticipando la cena tra le 17 e le 18 di ogni giorno, e cosa strana, molto strana per noi, a quell'ora tutti mangiano da pazzi...Mah...

Tata inizia a soffrire il freddo, abituata alla grande minima di casa nostra ovvero 6-8 gradi al minimo e addirittura mi devo improvvisare uno scalda sonno per i suoi piedini sotto al Rathaus, il Parlamento, davanti a migliaia di persone, ma l'alternativa era non muoversi piu', al Rathaus inizia la nostra avventura tra i mercatini natalizi ed e' subito uno splendore ma i prezzi sono esagerati per cose poco originali, troviamo dei presepi in legno fatti a mano piccoli piccoli piu' di 20 euro, compriamo ma sappiamo gia che non potremo riempire le valigie di regalini e ricordi e cosi' ci buttiamo al punch e al the caldo portando via le tazzw di tutti i mercatini natalizi visitati, ovvero oltre al rathaus, la freyung, spittelberg, am hof e quello della regia di Schonbrunn, dove seguimo il consiglio, che a nostra volta suggeriamo di arrivare per massimo le 9 per non fare fila...Visitiamo il tutto con le audioguide che sono utilissime e non costano molto e alla fine rimaniamo scioccati di tanto sfarzo di quella camere bellisime, che ti aprono la mente ai tempi degli Asburgo, laloro storia la potenza di un impero che fa sognare! Dopo le stanza visitiamo il parco annesso e salendo fino alla Gloriette che sta su in alto ci troviamo difronte ad un panorama bellissimo, l'unico inconveniente e che le starde del parco sn ghiacciate e per fare prima e senza rischi cadute tagliamo tra le aiule innevate che danno modo ad una piccola donnina di riempirci di urla incomprensibili che mi fanno accorgere dell'accaduto solo quando e' senza piu' voce...Pazienza!Gli spostamenti con i mezzi, i tram specie 1 e 2 in senso orario e antiorario sul ring e le varie linee metro sono efficenti comode e puntuali, consigliamo quindi la Vienna card, che da molti sconti e vantaggi sui mezzi pubblici per 3 giorni ma per noi e' valsa 4!!! Da omaggi anche al casino' per una volta permettere di prendere 25 euro di fish al prezzo di 21 e ricevero un prosecco per il benvenuto ma anche qui abbiamo utilizzato lo sconto piu' volte, in barba al casino', al quale abbiamo portato qulache euro di vincita!!! Per quanto riguarda la ciita', consigliamo di visitate il Belvedere che oltre al famoso Bacio di Klimt, espone quadri di alto valore, tra i quali molti quadri raffiguranti localita' siciliana, campane e laziali davvero bellissime..

  • 4154 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social