Austria on the roead

15/09/2007 ORE 06:00 Sono nel letto tutto tranquillo e beato, quando ad un tratto sento nelle orecchie il rumore della sveglia, stupore dentro di me, perché penso che sono in ferie e nn devo andare a lavoro, ma d’un tratto ...

  • di GianlucaGuida
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

15/09/2007 ORE 06:00 Sono nel letto tutto tranquillo e beato, quando ad un tratto sento nelle orecchie il rumore della sveglia, stupore dentro di me, perché penso che sono in ferie e nn devo andare a lavoro, ma d’un tratto una voce mi riporta alla realtà, “Sveglia, il caffelatte è pronto”, è la mia dolce metà, che ovviamente è gia in piedi pronta, lavata e stirata per salire in moto... Mi alzo con la solita faccia da grillotalpa, senza sapere bene dove sono e a tastoni raggiungo il bagno, mi lavo, mi vesto e mi metto a fare colazione mentre ripenso a tutte le cose che dovevo fare prima di partire, mi sembra che sia tutto ok!!... Chiudiamo le borse, carico la moto, saluto i miei, giù la visiera e via, incredibile, per la prima volta dopo tanti anni riesco a partire all’orario stabilito, devo essere sincero, è tutto merito di Ale...!!!!!! Da Piombino (LI) imbocco la SP 23 “della Principesa” fino a San Vincenzo, da qui la SS n°01 Aurelia (varinte) fino a Roignano, dopo di che si vola sulla A12 per poi prendere la A11 fino a Lucca, da qui decido di lasciare l’autostrada per prendere la SS n°12 dell’Abetone e del Brennero per divertirmi un po’ sulle curve altrimenti mi addormento. La strada è vuota, l’asfalto scivola leggero sotto le ruote della mia cavalcatura d’acciaio, il paesaggio è incantevole mentre un’arietta tersa rinfresca l’anima e il corpo. Verso Bagni di Lucca Alessandra mi fa segno di volersi prendere un bel caffè, sulla strada troviamo un bellissimo bar-pasticceria che fa proprio il caso nostro e cos io ne approfitto per farmi una seconda colazione con crostata appena sfornata e cappuccino!!!! Si risale in sella e riprendiamo il viaggio, i km passano veloci perché il panorama è veramente bello, si valica il Passo dell’Abetone in perfetto orario sul ruolino di marcia e lentamente si inizia la discesa verso Modena, l’aria di montagna ci dà sempre quella sensazione di fresco che nn gusta proprio... All’unanimità decidiamo di mangiare un bel piatto di tortellini, ad una osteria sulla strada nei pressi di Modena, nn male!!!! Da qui lasciamo la SS n°12 per imboccare la A22 del Brennero, volevo continuare sulla statale, ma devo arrivare a Innsbruck e per nn rischiare di arrivare troppo tardi vado sulla via più veloce.

L’autostrada vola via, praticamente senza traffico in uscita dall’Italia, al valico del Brennero si scatta la foto di rito e per soli Euro 10,50, se nn ricordo male, faccio l’abbonamento per 2 mesi alle autostrade austriache per la moto...PROPRIO COME IN ITALIA!!!!! Dal confine scendo verso il cuore del Tirolo Austriaco, 6 Km prima di Innsbruck c’è l’uscita di Igls dove ci aspetta il nostro amatissimo Hotel Romerhof, ormai tappa fissa di ogni nostro viaggio verso nord!!!! Il proprietario appena mi vede si mette a ridere e mi dice, in un inglese perfetto, “ Guarda chi c’è, l‘ultima volta che ci siamo visti era Febbraio!!!” (Nel Febbraio del 2007 sono passato in moto per cercare di andare al Kristallrally in Norvegia) Dopo i saluti di rito a lui e alla famiglia volo in camera e mi getto nella vasca per un bel bagno caldo, stasera si rimane dentro con cena all’ottimo ristorante dell’albergo con cucina casalinga, l’indomani ci aspetta una giornata intera a spasso per le vie di Innbruck .

16/09/2007 Sveglia ore 09:00, alle 09:30 siamo a fare una bella colazione ricca e abbondante, Alessandra si sbizzarrisce tra miele e marmellate varie. Comodamente scendiamo, in sella alla mia amata, verso la città e ci godiamo tutto il panorama dalla collina, dove si trova l’albergo, che sovrasta Innsbruck! La strada passa proprio accanto allo stadio, già pronto per ospitare i campionati europei di calcio nel 2008, un cartellone recita: “Looking forwards”!!! Arriamo in centro, ovviamente trovo subito parcheggio in uno dei tanti sotterranei, due passi e ci immergiamo nei vicoli della città vecchia dove si gustano tutti i sapori e i costumi tirolesi. E’ un piacere solo passeggiare lungo la Herzog-Fredrich Strasse, decidiamo di iniziare dal Duomo di Snt Jacob, c’è la messa e aspettiamo fuori comodamente seduti al sole nella Dom Plat... Si entra niente di particolare ma visto che ci siamo accendo un bel cero a San Giacomo, da segnalare la tomba dell’Arciduca Massimiliano III. La visita della città prosegue verso la facciata più famosa di Innsbruck, il Goldenes Dachl (tetto dorato) fatta costruire dall’Imperatore Maasimiliano I per il suo matrimonio. Per godere una vista dall’alto del centro storico consiglio inoltre di salire sulla torre che si trova sulla destra guardando il Tetto Dorato!!!! Prima di andare a pranzo facciamo visita alla Hofkirche, voluta dall’Imperatore Massimiliano I per farci costruire la sua tomba imperiale che merita di essere vista per lo sfarzo da impero romano con la quale è stata costruita, destino a voluto che Massimiliano nn venisse seppellito qui ma a Vienna...! E’ ora di pranzo e per rimanere nel centro storico si opta per la storica Goldener Adler (Aquil d’oro), che è la locanda più antica della città, dove per 25 Euro in due mangiamo un ottimo Gulasch con contorno vario, due birre e acqua. Consiglio di prendere solo specialità locali, ottima la carne!!!! Dopo pranzo continuiamo a passeggiare in centro affascinati dai vari angoli suggestivi e dalla imponente facciata dell’ Hofburg, il castello imperiale che però nn visitiamo, in quanto preferiamo il Tiroler Volkskuntmuseum e il Landesmuseum Ferdinandeum che meritano sicuramente una visita!!! All’uscita ultimo giro per comprare cartoline e regalini vari e poi via in albergo per una bella doccia!!!! Si decide di andare a mangiare in un localino a Igls paese, il Milchstuberl, il menù è vario e molto economico, il locale fa anche da alimentari e anche per la cena spendiamo 20 euro!!! Scriviamo le cartoline con una bella birra in mano e la compagnia della proprietaria che parla inglese e un po’ di italiano, serata piacevole, alle 23.30 siamo in camera per rifare le valige perché domanimattina si parte alla volta di Bregenz sul Lago di Costanza!!! 17/09/2007 Sveglia ore 08:00, oggi dobbiamo fare un po’ di passi alpini in direzione di Bregenz. Salutiamo tutti e alle ore 08:45 siamo in moto sulla 171 in direzione di Telfs, da qui si prende la 189 verso Imst, il paesaggio è grazioso e viene voglia di fermarsi ad ogni paesino che ha qualcosa di caratteristico da fotografare!!!! Sosta colazione a Obsteig in un baretto simpatico sulla starda che vende di tutto ed è ritrovo del paese!!!! Giunti a Imst abbiamo qualche problema a trovare la strada per il Hahntennjoch e siamo costretti a fermarci all’ufficio del turismo dove gentilmente e gratuitamente ci regalano un po’ di cartine del paese e della regione segnandoci la strada da seguire che praticamente era dietro l’angolo ma nn segnalata... Si inizia a salire dolcemente, piacevole è l’aria e la strada, il paesaggio cambia i funzione dell’altitudine e alla fine gli alberi spariscono per fare posto a prati di pascolo all’interno di un bellissimo canalone, residuo un antico ghiacciaio...Arriviamo al passo a quota 1894 m.S.L. Ci fermiamo per le foto di rito, incontriamo una marea di moto, tutti pronti al saluto e allo scambio di opinioni, si riparte scendendo verso Elmen, la giornata è soleggiata, un piacere infinito guidare su queste strade con questo tempo, arriviamo a valle e da qui prendiamo la 198 in direzione di Warth

  • 1817 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social