Sulle Alpi, dentro una cartolina!

Matteo ha vinto il nostro concorso Rodano-Alpi

  • di msmatt3
    pubblicato il
  • Viaggiatori: 2
 

L'itinerario di Matteo, vincitore del nostro concorso Rodano-Alpi! Lo conosciamo meglio in questa intervista... Ecco invece il suo diario di viaggio (ndr):

Ecco che mi ritrovo a scrivere per "Turisti per caso", e questa volta pieno di riconoscenza per avermi fatto vivere una settimana da sogno sulle cima delle Alpi francesi. Ebbene si, qualche volta capita di vincere uno dei tanti concorsi a cui, per semplice sfizio o curiosità, si partecipa, consci del fatto che non riceveremo mai una fatidica lettera o (al giorno d'oggi) un'email che ti annunci la vittoria. Eppure capita. E questa volta é capitato a me. Mi sembra quindi doveroso rendere tutti voi partecipi del viaggio che ho vinto. La destinazione che mi é stata gentilmente proposta dall'Atout France, che si é prodigata ad organizzare il mio soggiorno, é stata Les Contamines Montjoie, un piccolo villaggio a circa 1000 metri di altitudine in Alta-Savoia.

Partiamo con ordine...

L'avventura tra cime innevate, torrenti e cascate di montagna e prelibatezze savoiarde ha preso il via il 26 febbraio, giorno di inizio delle vacanze di inverno per la regione Rodano-Alpi in Francia. La "scalata" delle Alpi si é svolta sulla mitica autostrada 40, la "Route blanche", già di per sé spettacolo d'ingegneria e architettura civile, che col suo snodarsi tra vallate e strapiombi, apre davanti ai tuoi occhi una miriade di scenari sconosciuti o fino ad allora riservati alla sola immaginazione. Ultimi kilometri tra tornanti e curve fino a raggiungere, a detta di molti della regione, una delle perle ancora inviolate delle Alpi francesi, Les Contamines- Montjoie. Questo piccolo paese di circa 1200 abitanti mantiene tutto lo "charme", il fascino da cartolina che ci aspetta di trovare partendo per la montagna. Ma questo al giorno d'oggi, dove il cemento invade un po' tutto distruggendo la genuinità e l'autenticità del territorio, non é poi cosi scontato. Ma per mia fortuna, les Contamines rappresenta ancora un luogo inviolato dove lo sviluppo turistico (per altro molto avanzato, dato che la cittadina era letteralmente invasa da turisti francesi, inglesi e anche italiani, tanto da imporre delle lunghe file anche dall'edicolante) non ha depersonalizzato il paese adeguandolo alle richieste turistiche della zona. Senza pero, badate bene, comprometterne lo sviluppo turistico. Anzi! Al nostro arrivo siamo stati subito accolti calorosamente dall'ufficio di turismo del villaggio, che tra le tante attività, organizza per la stagione invernale, come per quella estiva, mille attività attrattive tra degustazioni di prodotti locali, aperitivo di benvenuto (con l'immancabile "vin chaud" - vino caldo aromatizzato alla cannella e all'arancia, toccasana per il freddo montano-), sci notturno e tanto altro ancora.

Dopo aver preso possesso dell'appartamento a noi riservato (con una vista mozzafiato sul monte Joly) é partita l'esplorazione del villaggio. Les Contamines- Montjoie é circondato da cime tra le piu alte d'Europa. A est i dômes de Miage (3673 m) et l'aiguille de Bionnassay (4052 m), a ovest il Monte Joly e a sud il Col du Bonhomme. Immerso nella vallata, ancora innevata nonostante l'assenza della neve da diverse settimane, il paese mantiene la caratteristica architettura savoiarda, con chalets in legno, intercalati da rare residenze a piu piani costruite rispettando l'armonia della città. Passeggiando per la via principale che conduce agli impianti di risalita, ci siamo imbattuti in una graziosissima chiesetta in stile barocco, rivisitata in uno stile montanaro, la chiesa della Santa Trinità. Allontanandosi dalla strada principale, spesso affollata di turisti soprattutto alle ore di rientro dalle piste, e proseguendo in uno dei tanti sentieri pedonali, é possibile, senza dover essere necessariamente dei grandi esperti di trekking di montagna, ammirare una natura incontaminata, scorgendo un'alternanza di ruscelli, cascate, che si fanno strada in un luccicchio di neve bianca soffice e crepitante ad ogni passo

  • 8535 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. na1zek
    , 25/6/2013 09:27
    Am Susan R. Ghazi,i came across your ID and decided to contact you considering the fact that,in true relationship,language,distance,religion,or race does not matter.So,please contact me with this my personal id ( nazek_2@hotmail.com ) for my photo and introduction.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social