Un sogno chiamato Repubblica Dominicana

Una settimana di musica e mare tra Santo Domingo, Higuey e Mano Juan

  • di lioness1976
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

9.01.2013

Finalmente il 19 è arrivato! Si parte destinazione Repubblica Dominicana precisamente Bayahibe-Dominicus. Questa volta parto sola, già fatto altri viaggi sola, ma mai così lontano... inizia una nuova avventura! Il volo Neos da Milano Malpensa è puntuale ,come sempre il trattamento a bordo è ottimo e alle 20.40 ora locale si atterra all’aeroporto di La Romana. Dopo il disbrigo delle formalità all’uscita trovo il pullman del tour operator Karambola – Alpitour destinazione Dominicus. Ovviamente tutti andavano nei vari Villaggi, solo io avevo come alloggio un hotel, il Cabana Elke a pochi metri dall’entrata del Viva Dominicus Beach. Ho scelto un hotel con formula pernottamento e prima colazione in quanto non amo particolarmente i Villaggi, si rischia di rimanere chiusi lì dentro tutto il tempo anche solo per il fatto di aver pagato come all inclusive… All’entrata dell’hotel trovo Emilio, il proprietario italiano che mi accompagna alla mia stanza, che dire? Non si poteva chiedere di meglio! Una grande camera tutta per me con letto matrimoniale, un divano, televisione (si vede Rai 3) bagno, armadio, frigo e addirittura il lavello. Sono stanchissima per cui decido di andare subito a dormire per essere riposata il giorno dopo.

20.01.2013

Sveglia alle 8.00, colazione in Hotel (la preparano al momento su richiesta) personalmente ho chiesto cafè con leche e pan tostado con mermelada, buonissima la marmellata devo dire. Dopo colazione inizio ad avventurarmi per la peatonal, la pedonale che costeggia il Viva, un susseguirsi di bancarelle, agenzie di escursioni e ristoranti. In particolare sono alla ricerca dell’Agenzia Mariposa di cui ho letto ottime recensioni e che ho già contattato dall’Italia, confermo tutto quanto è stato scritto su questa agenzia, la proprietaria Manuela è stata attentissima ad ogni mia richiesta e la loro collaboratrice Romina è una persona fantastica che non smetterò mai di ringraziare per la disponibilità e per la simpatia, da ricordare anche le accompagnatrici delle varie escursioni Teresita ed Elva, simpatia e professionalità assicurate. Con Mariposa prenoto subito 3 escursioni, Isla Saona (da non perdere!),Santo Domingo e Safari con traversata del Rio Chavon. Proseguo il mio giro panoramico e mi lascio convincere a farmi fare le unghie in acrilico al prezzo di 20€ da una delle tante ragazze che si dedicano ad unghie e capelli. Risultato piuttosto soddisfacente. Nel frattempo arriva l’ora di pranzo e Romina mi accompagna ad un Ristorante l’Esotic dove fanno comida Dominicana (anche da asporto), il menu del giorno consisteva in carne de cerdo (maiale) con riso e habichuela (i tipici fagioli dell’America Latina) e verdure, tutto ciò al prezzo di 125 Pesos, ovvero circa 2,50 €! Mi fermo al Market per prendermi una Presidente, la birra locale e mi dirigo all’Hotel per consumare il pasto in camera. Nel pomeriggio decido di prendere un po’ di sole e mi avvio alla spiaggia che essendo domenica è affollata di famiglie di dominicani con tanto di stereo e bevande fresche. Anche in spiaggia ci sono molte bancarelle e faccio la conoscenza di James Bond, un dominicano simpatico che mi offre del succo di cocco e riesce a farmi acquistare un abitino per mia nipote e una bambolina tipica al prezzo di 1000 Pesos. In Repubblica Dominicana come in tutta l’America Latina è fondamentale contrattare, sempre e comunque! Non accettate mai il primo prezzo che vi sparano... contrattate. Dopo un'oretta di sole ritorno in hotel per una doccia e mi preparo per la cena. Decido di mangiare al El Mundo, il locale che frequenterò per tutta la vacanza. La proprietaria Antonella è una Romagnola eccezionale, nasce subito un grande feeling e stessa cosa con i camerieri e baristi che lavorano lì, ragazzi preparatissimi e gentili che parlano perfettamente l’italiano. La cena consiste in pollo con papas salteadas e un bicchiere di vino rosso, porzioni abbondanti e carne e patate buonissimi. Dopo cena mi son fermata al bar del ristorante per una birra e lì ho conosciuto Teresita che sarà l’accompagnatrice delle escursioni sull’Isola di Saona e al Rio Chavon. Siccome la voglia di ballare è tanta chiedo dove si può andare da quelle parti e mi indicano il Pure, un locale all’interno del Casinò sempre in zona Dominicus, c’è poca gente, ma per me l’importante è ballare!

21.01.2013

Oggi per pranzo decido di farmi fare un panino al Market davanti al Viva, ottima idea panino enorme con Presidente a prezzi più che contenuti. Dopo pranzo vado in spiaggia a prendere un po’ di sole e prima di rientrare in hotel passo da Mariposa per accordarci sul giorno dopo, in quanto vorrei andare a visitare un orfanotrofio a La Romana e Manuela si mette subito in azione per soddisfare questo mio desiderio! Al rientro in hotel doccia, riposo di un oretta e tappa a El Mundo per un Margarita preparato dal bravissimo Josè. Dopodichè mi unisco a un gruppo che và a fare un giro a Bayahibe, passiamo davanti al Colmado pieno di gente e rientro presto in hotel

  • 9322 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social