In ciclabile lungo il Reno fino al Mare del Nord

In ciclabile lungo il Reno fino al Mare del Nord: da MAINZ ad AMSTERDAM Cartografia di riferimento: Verlag Esterbauer Bikeline Radtourenbucher  RHEIN Radweg 3: da MAINZ a ROTTERDAM  NORDSEE Radweg 1: da ROTTERDAM a LEER Agosto 2006: Dante ...

  • di dantebellini
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

In ciclabile lungo il Reno fino al Mare del Nord: da MAINZ ad AMSTERDAM Cartografia di riferimento: Verlag Esterbauer Bikeline Radtourenbucher  RHEIN Radweg 3: da MAINZ a ROTTERDAM  NORDSEE Radweg 1: da ROTTERDAM a LEER

Agosto 2006: Dante e Cristina Bellini – CONCESIO Brescia – dantebellini@libero.It

1. da CONCESIO a MAINZ sabato 05/08/06 – km percorsi 9,61 Partiamo da casa nel pomeriggio di sabato, raggiungendo in bicicletta la stazione ferroviaria di BRESCIA. Con l’interregionale delle 17:23 di Trenitalia arriviamo a VERONA con un buon margine di anticipo sull’orario di partenza del NachtZug proveniente da VENEZIA. Alloggiamo le biciclette nel vano della vettura predisposta al trasporto bici e ci sistemiamo nella vettura letto; alle 19:52 il DB NachtZug UEx13380 lascia in orario la stazione di VERONA instradandosi sulla linea del BRENNERO. E’ iniziato il viaggio di avvicinamento al Mare del Nord: perplessi ci interroghiamo se siamo consapevoli dell’avventura che ci attende ...

2. da MAINZ a BIRGEN domenica 06/08/06 – km percorsi 38,81 Il cielo è coperto e grigio, ma non piove. Ha piovuto molto durante la notte e nel tratto di percorso ferroviario da FRANKFURT a MAINZ ha piovuto a tratti, anche intensamente. Poco prima della città di MAINZ incontriamo il maestoso fiume Reno attraversandolo sul lungo ponte ferroviario; il DB NachtZug arriva nella stazione di MAINZ alle 08:30 con un ritardo di circa 30’: è incredibile per le precise DB tedesche. Ora inizia davvero l’avventura: percorriamo il centro storico della città fino a congiungerci con la ciclabile sulla riva sinistra del fiume. Terminato il percorso urbano la ciclabile si discosta dal fiume ed affianca un lungo tratto di strada suburbana per poi ritornare su un più tranquillo tracciato di campagna vicino all’argine. Il cielo è sempre più scuro ed arriva il primo rovescio temporalesco della vacanza, che evitiamo fermandoci saggiamente sotto una provvidenziale “tettoia del contadino”. Termina lo scroscio, riprendiamo a pedalare, schiarisce, si vede un po’ di sole. Si prosegue lungo l’argine in piacevoli campagne. Arriviamo nella cittadina di BINGEN dopo le 13:30. Pranziamo, ci piace l’Hotel Koppel nel centro storico e riteniamo sensato riposare per il restante pomeriggio e recuperare così il sonno perso nella notte trascorsa in vagone letto. Siamo sorpresi nell’osservare che il Reno è una grande idrovia fluviale, intensamente percorsa da grandi chiatte tedesche, olandesi, francesi, ucraine e rumene cariche di ogni tipo di merce e di container. Una breve passeggiata nel centro e ceniamo alla trattoria Primavera.

3. da BIRGEN a KOBLENZ lunedì 07/08/06 – km percorsi 74,38 A BINGEN inizia la Valle della Loreley e fino a KOBLENZ il Reno assume certamente l’aspetto più caratteristico e suggestivo di tutto il suo percorso, scorrendo con ampie anse tra rilievi collinari interamente ricoperti dai vitigni Riesling e Muller-Thurgau e dominati dai numerosi castelli medioevali; sulle sponde si aprono vivaci paesi rivieraschi turisticamente molto frequentati. Poco dopo le 08:00 siamo già usciti dal centro storico di BINGEN, attraversando il ponte sul fiume Nahe, affluente del Reno e percorriamo la ciclabile interamente sull’argine del fiume, molto piacevole. Il cielo è sereno solo con qualche nuvola, ma un vento teso e costante soffia da nord-est, purtroppo nella opposta direzione alla nostra marcia, quindi la velocità è ridotta e la fatica moltiplicata; è confortante constatare che sebbene il vento ci ostacoli, mantiene il cielo pulito dalle nubi e il sole ci incoraggia a procedere. Attraversiamo attraenti paesi con i propri castelli, distesi sulla riva del fiume: Trechtinghausen, Niederheimbach, Bacharach, Oberwesel, St.Goar con il punto più stretto del Reno dominato dalla suggestiva rocca della Loreley, mitica fanciulla che stregava i naviganti con il proprio canto facendoli naufragare, Bad Salzig e Boppard. Il percorso ciclabile è prevalentemente sull’argine, salvo che nei punti più stretti della Valle della Lorelay ove spesso procede parallelo alla strada a medio traffico, restando comunque sempre sul proprio percorso protetto. Incrociamo molti altri cicloturisti in ambedue le direzioni. Il cielo si mantiene sereno e nel pomeriggio fa anche caldo, ma il vento contrario non demorde. Dopo BOPPARD la vallata si allarga definitivamente e la ciclabile torna stabilmente sull’argine del fiume; sostiamo nel piccolo borgo di SPAY per il pranzo, percorriamo altri quindici km sull’argine ed entriamo in KOBLENZ alle 16:00 circa. Un Turist Information efficiente ci prenota il pernottamento all’Hotel Reinhard in centro città. In serata visitiamo il centro storico e la punta Deutsches Eck ove la statua di Guglielmo I ammira la Mosella gettarsi nel Reno. Ceniamo nella trattoria italiana di Raffaele

  • 4871 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social