Mari e monti

Premessa Avevo voglia di vedere qualcosa della Polinesia, che non fosse la stereotipata Thaiti. Avevo quindi preso in considerazione alcuni arcipelaghi: Fiji, Tonga, Cook, Samoa. Le Fiji le avevo scartate perchè volevo qualcosa di piccolo, Tonga perchè il mare non ...

  • di aucat
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: 3500
 

Premessa Avevo voglia di vedere qualcosa della Polinesia, che non fosse la stereotipata Thaiti. Avevo quindi preso in considerazione alcuni arcipelaghi: Fiji, Tonga, Cook, Samoa. Le Fiji le avevo scartate perchè volevo qualcosa di piccolo, Tonga perchè il mare non è eccezionale ed è freddo, le Samoa non ricordo più perchè e quindi la mia scelta era caduta sulle Cook. Nelle guide e nei racconti dei conoscenti che c'erano stati (non molti, anzi ... Solo uno) c'erano tutte le premesse per una stupenda vacanza. Per il volo avevo deciso che la cosa migliore era acquistare un biglietto per il giro del mondo: il prezzo era uguale se non inferiore, e mi consentiva di vedere anche la Nuova Zelanda e Singapore dove non ero mai stato. Ho quindi acquistato questo biglietto con voli Alitalia (per le tratte: Milano - Losa Angeles e Singapore Milano) e Air New Zealand (per le tratte: Los Angeles - Rarotonga, Rarotonga - Auckland, Auckland - Singapore). Era possibile effettuare il viaggio sostituendo l'Alitalia con la Lufthansa. Ho optato per l'Alitalia perchè il volo Milano-Los Angeles era più agevole, e gli alberghi nelle città di appoggio (Los Angeles, Auckland e Singapore) migliori. Alla fine però è accaduto che l'Alitalia ha cancellato il volo Singapore - Milano, costringendoci ad un volo supplementare a Bankgok.

Il viaggio è durato 28 giorni (tre a Los Angeles, dieci a Rarotonga, dieci in Nuova Zelanda e tre a Singapore, più due notti in volo) e si è svolto tra la fine di luglio e la fine di agosto.

Il diario Il viaggio da Los Angeles alle Hawaii é ottimo, la Air New Zealand non fornisce cose particolari, ma si viaggia comodi ed il cibo non é male. Partiamo da Los Angeles alle 21 ed arriviamo a Honolulu alle 23,30 dopo 5 ore e mezza di volo, ma si deve tirare indietro la lancetta dell'orologio di tre ore (oggi, pertanto, siamo agli esatti antipodi rispetto all'Italia: 12 ore di differenza). Ci si ferma in aeroporto due ore ed alle 01,30 ripartiamo. Arriviamo a Rarotonga dopo altre 6 ore di volo tranquillo. Il cielo é plumbeo e piove. Le pratiche doganali sono veloci. Cambiamo qualche dollaro in dollari neozelandesi, che valgono circa 1000 lire l'uno (non vedremo mai i coloratissimi dollari delle Cook) e ci presentiamo al desk del free transfer al nostro albergo: Pacific Resort and Villas sulla Muri Beach. In 15 minuti siamo dall'aeroporto all'albergo. Prima impressione dell'isola ottima: molto verde con alte cime che si stagliano nel cielo (oggi, però, grigio). All'albergo ci danno la chiave della camera, ma ci avvertono che sarà pronta alle 10 (ora sono le 8,30). Ne approfittiamo per andare a fare le spese alimentari (abbiamo a disposizione la cucina). A due minuti dal complesso c'é un graziosissimo negozio di alimentari che ha un po' di tutto. Acquistiamo: pomodori, aglio e cipolla (gli spaghetti ce li siamo portati dall'Italia), pane, olio extravergine di oliva (italiano a L. 24.000 al litro), vino e birra neozelandese, formaggio, salame, tonno e altro. La dispensa é ben fornita. Alle 10 puntualissimi ci consegnano la camera, che é deliziosa: é una villetta con due camere da letto, due bagni, una sala con grande e fornita cucina, un bel portico con il tavolo per la cena. Abbelliscono il tutto svariate composizioni floreali sui letti e in sala, belle scatole con saponi, shampoo e altri gadgets, e ci sono pure le collane di conchiglie. Peccato che piova e non faccia caldo (ci sono 20 gradi).

Giornata di "costretto riposo". Un po' di giringiro, e di conoscenza delle strutture dell'albergo, compreso un giretto in Internet attraverso il collegamento offerto (a pagamento) agli ospiti: purtroppo la velocità di connessione é terribilmente lenta (il collegamento é offerto dalla locale Telecom ed é l'unico provider per tutta l'isola, ma ha a disposizione soli cinque modem!). Prepariamo un'ottima cena a base di spaghetti conditi con pomodori freschi delle Cook. Crolliamo dal sonno e quindi andiamo a letto presto

  • 1653 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social