Hydra... tante meraviglie elleniche!

Destinazione Hydra Beach Resort (Valtur) a Thermisia (Peloponneso, Grecia), con annesse escursioni alle isole di Hydra e Spetses.

  • di ecm33
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

PARTENZA: VENEZIA, ITALIA, VOLO ALITALIA ARRIVO: ATENE, GRECIA COLLEGAMENTO ATENE-THERMISIA (200Km): PULMAN (4 ORE COMPRESA SOSTA A CORINTO)

Come dire, non vorrei scoraggiare chi ha scelto come meta il Resort Hydra Beach, ma preparatevi alle 4 ore di pulmann che vi attendono dall'aereoporto di Atene alla ridente località di Thermisia...d'altronde attraverserete buona parte del Peloponneso! Durante questo trasferimento potrete assaporare l'entroterra greco con le sue strade quasi di montagna e i vostri occhi vedranno ulivi, casette bianche, il mare all'orizzonte e anche edifici iniziati e mai finiti...colpa dei blocchi alle concessioni edilizie? Vi fermerete a sgranchire le gambine presso lo stretto di Corinto e ripartirete quasi subito... L'arrivo a Thermisia e al villaggio Valtur renderanno merito alle vostre fatiche Ercoline fatte per arrivare sin laggiù: il Resort Hydra Beach è nuovo nuovo ed è alla sua prima stagione di apertura(2009), non gli manca nulla. Il viaggio che mi ha portato fin qui, è un viaggio premio. Il villaggio avrebbe dovuto chiudere la stagione la settimana prima, ma era rimasto aperto solo per noi del gruppo di partecipanti e, nonostante il personale fosse leggermente ridotto, se la sono cavata benissimo lo stesso. Unico neo di questo villaggio? I campi da tennis: leggermente in discesa o in salita a seconda della metà di campo in cui vi trovate... Comunque se volete dare un'occhiata al Vilaggio nella sua bellezza, cliccate pure nel link qui di seguito: http://www.valtur.it/village_resort/hydrabeach/ le immagini sono veritiere: niente trucchi, niente inganni! La camera dove alloggiavo era vista mare, pulita e con un bagno nuovo di pacca con una doccia larghissima... E vogliamo parlare del cibo? Ragazzi, non mi sono mai sentita tanto FOOD DIPENDENTE come in questo villaggio. Chi era in cucina era sicuramente uno stregone... Il tempo era scandito dalla colazione, dal pranzo, dalla cena e per fortuna anche dalle attività ginniche offerte dal Resort! Ho mangiato benissimo, anche il vino bianco era ok e la sera, cenare sulla terrazza illuminata dal chiarore delle candeline ai tavoli, a ridosso del mare, con un po' di musica che saliva dal bar sottostante era a dir poco romantico...che bei ricordi! Il menù spaziava dalla carne al pesce, dalle foglie ripiene di riso (le mie preferite) alla mussakà (pasticcio di ragù e melanzane): l'ultima sera hanno cotto un pesce spada enorme per tutti! Non so se lo avete capito, ma io da Thermisia non sarei mai voluta partire per tornare al lavoro! Non ho bambini, ma chi li aveva era contentissimo dell'operato dei ragazzi del Villaggio che si occupavano di intrattenere quelle "simpatiche canaglie"...Ho sentito una mamma dire soddisfatta che le sembrava di essere in seconda Luna di Miele, visto che era libera di pensare in buone mani il suo erede e lei di dedicarsi un po' al santo relax! Che altro dire? Le escursioni? Si poteva andare ad Atene in aliscafo in giornata, ma non ne valeva la pena: troppe cose da vedere per ridurle a corsette veloci di qua e di là nella megalopoli. Ottima scelta invece l'escursione serale all'isola di Spetses: isoletta tranquilla, purtroppo poco illuminata e per questo motivo vi consiglio di girarla con la guida che vi porterà a colpo sicuro a vedere una piccola chiesetta, dove se siete fortunati vi beccate pure il matrimonio greco con sposi arrivati in calesse, e la casa-museo dell’eroina greca Bouboulina. Vi lasceranno il tempo di cenare in uno dei tanti locali dell'isola e a mezzanotte o giù di lì farete ritorno al villaggio cullati dalle onde del golfo argosaronico..

Annunci Google
  • 4157 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social