Turisti per Caso in primo piano: Davovad

<strong><em>“Latinos” a confronto! Il Turista per Caso di questa settimana è Davovad, <a href='/viaggi/forum/testo_guide.asp?ID=38704'>Guida per Caso di Perù</a>, </em></strong><strong><em><a href='/viaggi/forum/testo_guide.asp?ID=27258'>Bolivia</a></em></strong> <strong><em>e <a href='/viaggi/forum/testo_guide.asp?ID=27250'>Colombia</a>,</em></strong> <strong><em>intervistato da Niki Japan che invece è di casa a Cuba. Hasta l'intervista! </em></strong> <strong><em>Niki Japan: </em></strong><strong>Ciao ...

 

“Latinos” a confronto! Il Turista per Caso di questa settimana è Davovad, Guida per Caso di Perù, Bolivia e Colombia, intervistato da Niki Japan che invece è di casa a Cuba. Hasta l'intervista!

Niki Japan: Ciao Davo, innanzitutto complimenti per i tuoi molti interventi e contributi nel sito e per le tue guide precise e puntali, ma a proposito tu vivi in Colombia mi sembra?

Davovad: Sì, vivo a Bogotá da 7 anni. Magari si nota da come scrivo. Ormai confondo l’italiano col castigliano, spero di non sbagliarmi.

Niki Japan: E com’è? Davovad: Bogotá, come tutte le metropoli sudamericane, è inquinata, caotica e tendenzialmente pericolosa. Però io non ci sto male. Si trova a 2.600 metri d’altitudine ed è fiancheggiata dai Cerros orientali, che le danno un piacevole tocco di verde. L’8 novembre 2007 Bogotá ha vinto il Leone d’Oro nella decima Mostra di Architettura. Il direttore della Mostra, Richard Burdett, ha detto che “il premio è andato alla città più intelligente, che guarda al futuro in modo serio, in un Paese del terzo mondo con problemi di povertà e di criminalità, che però è riuscita a rilanciarsi grazie ad alcuni politici ispirati.” In effetti le ultime amministrazioni hanno migliorato notevolmente la qualità di vita della città. L’unico rammarico è un po’ il clima, spesso nuvoloso e con frequenti piogge. E mi dicono che rispetto ad anni fa, prima che iniziasse il disboscamento degli Llanos, pioveva ancora di più! Niki Japan: E come ci sei arrivato, cosa ti ha portato a questa scelta di vita che non penso sia dovuta a mera necessità? Davovad: Avevo sempre avuto un remoto, romantico interesse nei riguardi del Sudamerica, che risaliva alla mia prima adolescenza, quando leggevo libri d’avventura e sognavo di navigare nei Mari del Sud. Non ricordo quando nacque l’idea di partire. So soltanto che c’era qualcosa che mi attraeva irresistibilmente, che mi diceva d’andare. Avevo trascorso giornate intere a fantasticare viaggi in quelle terre remote. Ma non riuscivo a coronare questo sogno, costretto dall’età, dalla mancanza di soldi e di tempo. Non mi sarei accontentato della solita vacanza di due o tre settimane. Dopo la laurea l’idea del viaggio in Sudamerica cominciò a prendere corpo. Decisi di partire dopo l’esame di abilitazione alla professione di avvocato. Il risultato delle prove scritte non sarebbe arrivato prima di cinque o sei mesi, se andava bene, così avrei avuto a disposizione il tempo sufficiente. Niente al mondo poteva più trattenermi. Nel dicembre 1998 andai a Bologna per sostenere l’esame scritto di tre giorni. Palasport di Casalecchio di Reno, duemila candidati. Sembrava di essere a Piazza Affari in una giornata di euforia. Sentivo che il pesante portone della responsabilità e dell’onorabilità stava per serrarsi dietro di me, condannandomi a tutta una vita di abiti scuri, di ricorsi, di decreti e di citazioni. La mia unica salvezza era il Sudamerica. In quel primo viaggio ho girovagato per 4 mesi in Sudamerica. Poi nei due anni seguenti sono stato in Messico per altri 4 mesi. Ormai si trattava solamente di scegliere il modo di rimanere in America Latina. L’opportunità si è presentata con una ONG di promozione e difesa dei diritti umani che opera in Colombia: Peace Brigades International. Sono partito per starci un anno e ne sono passati già sette. Ho comprato un appartamento a Bogotá, però non vuol dire che ci rimarrò tutta la vita. Sul futuro non ho ancora pensato

  • 1136 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social