Dicembre 2006 in brasile al ventaclub pratagy

Cinque giorni di ferie inaspettate … si parte! Abbiamo deciso velocemente: destinazione Brasile. Dato che negli ultimi due anni abbiamo viaggiato spesso con il tour operator Ventaglio ci connettiamo al sito e “tentiamo” la prenotazione on-line per il villaggio VentaClub ...

  • di Ricca
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Cinque giorni di ferie inaspettate ... si parte! Abbiamo deciso velocemente: destinazione Brasile. Dato che negli ultimi due anni abbiamo viaggiato spesso con il tour operator Ventaglio ci connettiamo al sito e “tentiamo” la prenotazione on-line per il villaggio VentaClub Pratagy (località Riacho Doce – Maceiò – stato Alagoas) partenza 8 Dicembre 2006 con rientro 16 Dicembre 2006 (tutto questo nella settimana 27-30 Novembre)...C’è disponibilità ed il prezzo è veramente interessante! La prenotazione on-line genera una opzione valida 48 ore con la specifica dei costi, la stampiamo e ci rechiamo presso la nostra agenzia di viaggi per pagare (la prenotazione on-line elimina le spese di apertura pratica dell’agenzia).

Ci siamo quasi mancano pochi giorni ... l’euforia è a mille: partenza da Milano Malpensa 8/12/06 ore 11.20, scalo tecnico a Salvador de Bahia partenza ore 19.30, arrivo Maceiò ore 20.30 – rientro 15/12/06 Maceiò ore 21.45 arrivo a Milano il 16/12/06 ore 10.50 (fuso orario – 4 ore).

I vostri compagni di viaggio sono Riccardo e Sena che cercheranno di descrivere al meglio quanto vissuto.

Siamo arrivati al giorno X, partenza al mattino presto per arrivare in tempo all’aereoporto di Milano Malpensa; parcheggiamo presso il parcheggio Park to Fly (possedendo la Card Riparty Silver di Ventaglio, carta fedeltà dove si accumulano punti in base ai viaggi effettuati con in gruppo Ventaglio abbiamo il parcheggio gratuito) dove la navetta ci accompagna al terminal n. 2. La consegna dei documenti ed il check-in sono molto veloci...Non ci resta che attendere la chiamata del volo.

Partiamo con circa un’ora di ritardo, il vettore è Livingstone ... il viaggio passa tra un film, un po’ di musica in cuffia, il pranzo, gli snack e ... finalmente arriviamo all’aereoporto di Maceiò! Il Brasile ci accoglie con un caldo “favoloso”, veramente un buon auspicio! Usciamo dall’aereoporto dove ci accolgono gli assistenti Ventaglio, saliamo sull’autobus e in circa 40 minuti raggiungiamo il villaggio; ad attenderci una accoglienza festosa a cura dell’animazione con balli e cocktails di benvenuto per accompagnarci al ristorante per la cena. Nonostante la stanchezza visitiamo il villaggio e andiamo a dormire: domattina ci aspetta la prima giornata di vacanza e la riunione con lo staff per escursioni ed altre informazioni. Piccola nota: la camere è confortevole, abbiamo un letto a tre piazze, un bagno con una doccia grande e un bel terrazzo in legno.

Buonanotte! Ci svegliamo e ... è davvero un bel buongiorno, un bel sole e 35 gradi! Che goduria!Il villaggio non è grande ma ben curato nei dettagli e gli alloggi non distano molto dalla spiaggia; è collegato alla spiaggia tramite un ponte in legno che oltrepassa una piccola zona lagunare, luogo in cui usualmente si utilizzano le canoe.

La spiaggia è bella, sabbia bianca fine, palme (che saranno la nostra “oasi di ombra”), mare non cristallino (l’acqua è pulita ma non fa l’effetto azzurro delle Maldive o dei Carabi) ... Uscendo della spiaggia del villaggio andando a destra ci sono chilometri di spiaggia e palme dove ogni tanto si incontrano piccoli e caratteristici ristoranti; proseguendo per vari chilometri possiamo arrivare a Maceiò! Andando a sinistra è necessario oltrepassare a nuoto un corso d’acqua che sfocia in mare, oltrepassato ci sono ancora chilometri di spiaggia deserta ... il paesaggio “marino” che incontriamo varia in continuazione a causa delle alte e basse maree.

In questi momenti ci ricordiamo della nostra vicina Versilia (Viareggio, Lido di Camaiore, Forte dei Marmi ...) nei periodi estivi in cui per fare una passeggiata sulla spiaggia è necessario fare a “spallate”, dove ovunque si vedono persone, persone, persone ... che bella sensazione! E’ proprio durante una passeggiata che conosciamo Lorenzo e Michela (inizialmente scambiati per Livornesi, in realtà Pisani .. Oooppsss che errore!) e in una successiva Daniele e Claudia (di Verbania)

  • 1665 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social