Sull’atlantico piove sempre, invece no

Visto il successo della mia precedente recensione, torno a dare il mio contributo su TPC. Questa volta la meta è stata il nord della Spagna durante il ponte “della madonna”. Prima tappa: Volo Ryan Air Bergamo Saragozza. Perché Saragozza? Per ...

  • di chebellavita
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Visto il successo della mia precedente recensione, torno a dare il mio contributo su TPC.

Questa volta la meta è stata il nord della Spagna durante il ponte “della madonna”.

Prima tappa: Volo Ryan Air Bergamo Saragozza. Perché Saragozza? Per il costo del volo: 1 centesimo + tasse (tot 30 € in due). Puntuale e senza grossi problemi; stretti sì, ma sono due ore di volo.

Arrivati a Saragozza si parte per la prima meta: La Rioja, dove si arriva in max due ore di comoda autostrada. Noleggio auto fatto direttamente dal sito Ryan Air e via verso la “Casa El Caracol” a Tricio (minuscolo paesello).

Per tutti i pernottamenti mi sono orientato verso agriturismi prenotati in internet (cercare sotto turismo rural). Mi sono trovato sempre molto bene; le strutture erano quasi sempre ristrutturate di recente e, per chi non ne può fare a meno, con tutte le comodità. Prezzi tra i 55 ed i 65 € la stanza doppia con colazione.

Seconda tappa: gita tra i vigneti della Rioja con degustazioni e acquisti nella regione vinicola spagnola più tradizionale e conosciuta. Dal momento che il 6 dicembre è in Spagna giorno di festa (festa della costituzione), ho dovuto contattare precedentemente le cantine per sapere se e quando erano aperte (anche stavolta viva viva internet). Qualcuna l’ho trovata aperta e mi sono dedicato a qualche acquisto. Quasi sempre l’accoglienza è stata ottima con l’offerta di degustare a volontà, anche i vini di punta, ciò che in Italia non sempre avviene. Per i cultori, assolutamente da non perdere la visita alla cantina Viña Real. Una cantina moderna di grande design e tecnologia ma dove nulla è superfluo o di sola immagine; lo scopo principale resta produrre vino.

Nel pomeriggio invece si parte finalmente verso l’Atlantico, attraversando i Paesi Baschi con direzione Santillana del Mar in Cantabria, dove il giorno seguente é in programma la visita delle Grotte di Altamira. Appena arrivati in vista dell’oceano comincia a piovere, e questo ce lo aspettavamo, a Santillana diluvia, e anche se ce lo aspettavamo la cosa non ci rende felici. Comunque non ci scoraggiamo, per cena è in programma la prima abbuffata di pesce.

Terza tappa: Per chi non lo sapesse le Grotte di Altamira sono grotte dipinte 30.000 anni fa con scene di caccia di una bellezza e realismo impressionanti. A dire il vero le grotte originali sono chiuse da qualche anno, ma ne è stata fatta una ricostruzione minuziosa pochi metri più in là e l’affluenza è tale che bisogna comunque prenotare se si vuole essere certi di poter entrare.

Poi visita al grazioso borgo medievale di Santillana del Mar e via lungo la costa atlantica in direzione Galizia attraversando le Asturie. Purtroppo, nonostante la posizione più a ovest ci regali un’oretta di sole in più, a dicembre la lunghezza delle giornate è quella che è e non possiamo goderci le scogliere che nel buio sicuramente ci stanno accompagnando nel nostro viaggio. La destinazione è nei pressi di Ferrol e dovrebbero essere meno di 400 Km, ma non c’è autostrada e la strada non finisce mai. Nonostante il traffico non eccessivo arriviamo per le 22.00. Ma tanto in Spagna si mangia tardi e poi alla Casa Rural Outeiro ci hanno preparato una signora cena . Ah dimenticavo, non è piovuto, anzi abbiamo avuto una splendida giornata di sole, ma non ci illudiamo, sarà un caso.

Quarta tappa: infatti il giorno dopo nuvole basse e uggia la fanno da padroni, ma noi andiamo lo stesso verso Finisterre, punta estrema protesa sull’atlantico. Ma che succede, durante la mattinata il cielo si schiarisce, esce il sole e fa pure caldo. E allora ci godiamo la giornata e, andando verso Santiago de Compostela, nostra ultima destinazione, ci fermiamo nel bel paese di Muros. Dormiamo alla Casa do Cruceiro poco fuori città

  • 1450 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social