Marettimo, il Mediterraneo si è fermato alle Egadi

Mare fantastico e un’atmosfera che si perde nel tempo…

  • di Ink
    pubblicato il
 

È la più lontana e isolata dell’arcipelago delle Egadi, e proprio per questo ha conservato la sua autenticità. A Marettimo, le vacanze sono “ruspanti”: si dorme in case affittate dai pescatori o in piccoli b&b senza pretese. Per chi viene in vacanza, le giornate sono scandite dai ritmi semplici e antichi della vita di mare: di giorno si scoprono le grotte e i fondali, di sera ci si ritrova nei ristorantini o nei caffè del paese.

QUANTE GROTTE!

Il litorale (10 chilometri) è prevalentemente roccioso, puntellato da centinaia di grotte. L’unica spiaggia, sul versante orientale, è Praia Nacchi, un lido di ghiaia, che si raggiunge percorrendo un sentiero di 300 metri. Spettacolare è anche il mare di Scalo Maestro, un lido roccioso. Il modo migliore per “vivere” l’isola è dal mare, facendosi portare in barca dai pescatori a fare il bagno al largo o in cale altrimenti inaccessibili. Prima di imbarcarsi, si può fare colazione al Caffè Tramontana, sul porto antico, inzuppando il cornetto o la brioche nella granita (i gusti classici sono al caffè e ai gelsi). Le barche partono al mattino, dalla banchina del porto allo Scalo Nuovo (il costo va da 10 a 15 euro a persona al giorno, secondo la stagione). L’itinerario dipende dalle condizioni del vento e del mare: il classico giro dell’isola permette di ammirare la Grotta del Cammello (all’interno nasconde una spiaggetta di ghiaia), il promontorio con il castello spagnolo di Punta Troia, la Grotta del Tuono e la Grotta Pipa, i fondali della secca di Cala Cretazzo, Cala Bianca (con sosta per il bagno) e Punta Libeccio, con il faro abbandonato. Il cibo si porta dal paese, dove l’unico fornaio vende il tradizionale “pane cunzato”, pane rustico condito con pomodorini, acciughe, aglio e origano (costa 2 euro).

PESCA E DIVING

Oltre ai classici giri in barca, la Società cooperativa San Giuseppe organizza battute di pesca artigianale (palangari, lenze e ritiro reti) con partenza al mattino presto e possibilità di acquistare il pescato. I fondali dell’isola sono spettacolari, popolati da gorgonie e aragoste, ma esistono anche grotte sottomarine, come quella della Cattedrale, con ingresso a una trentina di metri di profondità, e un percorso di oltre 100 metri tra stalattiti e stalagmiti. I centri diving dell’isola, Voglia di Mare, Marettimo Diving Center e Stella Marina, organizzano pacchetti di soggiorno per subacquei (alloggio+immersioni) e immersioni di varia difficoltà: i costi medi sono di 40 euro per un’immersione singola, 50 per una notturna, 75 euro per un’uscita “full day” con pranzo (due immersioni, una guida ogni sei sub, bombola e pesi). E dopo una giornata al mare, un po' di relax con un aperitivo al bar La Scaletta, sullo Scalo Nuovo, o al Baia del Sole, in piazza Umberto, dove si possono gustare sfiziosi piatti di pesce: crudo e affumicato, oppure fritto.

Annunci Google
  • 468 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social