Nostalgia di gente meravigliosa

Parto per un viaggio da tempo sognato, chiesto in regalo al compagno della mia vita per i miei 50 anni MADAGASCAR - nosy be e tour del nord Primo incontro con il Madagascar: ti viene in mente una frase letta ...

  • di genoa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Parto per un viaggio da tempo sognato, chiesto in regalo al compagno della mia vita per i miei 50 anni MADAGASCAR - nosy be e tour del nord Primo incontro con il Madagascar: ti viene in mente una frase letta su internet: il Madagascar non e' un luogo per turisti ma per viaggiatori... Niente di piu' vero secondo me.

Infatti quando esci dal paradiso finto e dorato dell'albergo curato, tutto palme e giardino tropicale con fiori meravigliosi ti scontri letteralmente con un mondo che e' il Madagascar: povere capanne, sollevate da terra di circa 40 cm con una sola porta e un tetto di foglie di palma con tanti bambini che giocano intorno alcuni solo con una ruota di bicicletta. Benvenuto in Madagascar...

Eppure ti rendi subito conto, percorrendo la lunga strada che va da da Anfiky a Diego Suarez che almeno quelli di loro che vivono in campagna hanno di che sfamarsi: la natura provvede per loro con molta varieta'. I problemi pero' sono enormi, inimmaginabili per noi, il primo che ti salta subito alla mente e' la difficolta' di scolarizzare tanti bambini cosi'...

Si ferma il pulmino e i bimbi che escono da una delle tante scuole di Manina ti salutano con un CIAO allegro, e' una parola ormai universale e tutti la conoscono. Ti gridano "ciao VASA'" (bianco) ma senza cattiveria, sempre con il loro eterno sorriso.

Abbiamo UNO ZAINETTO di matite e temperini, li consegnamo alla nostra guida locale che li distribuisce con ordine: non dimentichero' mai gli occhi ed il sorriso di una bimba che mi si avvicina e mi dice ringraziandomi "bonne chance". Buona fortuna a te piccola, che il cielo sia buono con te e con il tuo meraviglioso paese... Ancora oggi quando ricordo quell'incontro fugace mi commuovo. Questi bimbi non conoscono ancora la rabbia e la cattiveria di altri che ho incontrato in altre parti del mondo, vi prego, aiutiamoli senza calpestare la loro dignita'.

Scendendo da una lancia improbabile al porto di Anfiky ti rendi subito conto che tutto sembra improvvisato ma che ognuno di loro recita la sua parte con serieta' e compostezza: ti trovi immerso in un mondo di povera' umanita', taxi improvvisati, camioncini distrutti ma carichi all'inverosimile, barche che scaricano ogni genere di merce, carabattole, povere cose, macchie di combustibile e olio a terra; eppure tutto ha un ordine, ognuno recita la sua parte senza interferire nei disegni degli altri, neanche nei tuoi. Mi stupisco nel vedere una bimba che in mezzo a tutto questo vociare, a questa umanita' brulicante lava i piatti, seduta per terra, in un catino di colore ormai imprecisato con metodo come se si trovasse in una vera casa, in una vera cucina super accessoriata! Lungo i 240 km che da Anfiky vanno a Diego sempre capanne e bimbi ti fanno compagnia: il paesaggio, meraviglioso, ora e' secco ora umido, cambia repentino a seconda di dove ti trovi da una foresta di magrovie passi ad una foresta di palme del viaggiatore o ad una savana dove cresce a malapena l'erba e qualche albero. Una vera sorpresa e' il villaggio dei cercatori di zaffiri. E' un ammasso di capanne sorto per caso sulla strada che va a Diego intorno al miraggio degli zaffiri: i cercatori tornano la sera e vendono sulle povere bancarelle gli scarti delle pietre. Le pietre di calibro sono subito adocchiate da un onnipresente cinese che,con tanto di occhialini sceglie le migliori.

Il tramonto a Diego Suarez dalla montagna dei Francesi sul Pain de Sucre visto la sera stessa fa parte di una di quelle cartoline immaginarie che ti si fissano nella mente e non dimentichi piu', cosi' come l'emozione di assaggiare il frutto del Baobab. L'albero strano ma meraviglioso ti guarda mentre ti stupisci davanti alla bellezza del tramonto, a lui quel tramonto non sembra straordinario, per lui e' quello di tutti i giorni..

  • 2322 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social