Fabio Tonelli: percorsi turistico antropologici alle isole Galapagos

Syusy ed io conosciamo Fabio Tonelli ormai da diversi anni...

 

Syusy ed io conosciamo Fabio Tonelli ormai da diversi anni. Fu proprio lui a organizzare il nostro lavoro e il difficile soggiorno alle Galapagos la prima volta che ci andammo con Adriatica in occasione del Giro del mondo. In due parole, è una di quelle persone che vale la pena di incontrare durante un viaggio, l’interfaccia ideale che si interpone tra il turista e una situazione particolare.

Fabio ha una “visione del mondo” che è simile alla nostra, che ci corrisponde. Ha messo radici in un luogo che ormai conosce alla perfezione ed è stato in grado di introdurci in una dimensione tutta da scoprire, molto lontana dal nostro.

Ho incontrato alcuni rari personaggi simili a lui in giro per il mondo, e posso assicurarvi che sono il tramite per capire qualcosa di mondi così lontani da noi. Tra questi potrei citare Stefano Poli alle Isole Svalbard, Marco Livadiotti in Yemen.

Fabio faceva il manager in ambito editoriale in Italia, ma a un certo punto ha deciso di cambiare vita ed è andato in Sud America. Qui ha condotto per qualche anno una vita molto avventurosa all’interno della foresta amazzonica, a contatto con le popolazioni locali. Poi, si è perfettamente stabilito in Ecuador, dove vive con una bellissima famiglia. Ormai è un perfetto conoscitore del luogo, ma soprattutto è una persona di grande sensibilità, che ama la sua nuova patria adottiva. Io stesso non gli sarò mai abbastanza grato per averci portato a conoscere la realtà delle Galapagos, una realtà che, al di là degli aspetti naturalistici, è molto interessante scoprire e vivere, con grandi contraddizioni specie per quanto riguarda il sociale. Fabio è riuscito a darcene uno spaccato molto preciso e grazie a lui siamo riusciti a dare un’immagine realistica delle Galapagos.

Aveva accompagnato Syusy durante il giro del mondo, poi è stato anche la guida mia e del professor Telmo Pievani dell’università Milano Bicocca nell’ultimo viaggio “Sulle tracce di Darwin”.

Grazie a lui siamo riusciti a instaurare un rapporto con le comunità indigene locali. Ci ha portato dagli Shuar e dagli Epera, ci ha fatto vivere e capire una realtà assolutamente complicata, contraddittoria, ma proprio per questo interessantissima, permettendoci di vivere delle situazioni in rapporto diretto con queste comunità. Entro certi limiti, siamo riusciti a capire qual è la loro situazione economica e sociale, le loro prospettive.

Inoltre, grazie a Fabio sta nascendo un progetto di turismo solidale e responsabile, promosso da Valeria Sala, una delle partecipanti al viaggio “Sulle tracce di Darwin”, di cui magari parleremo sul sito più avanti. Ma posso anticipare che ha individuato in Ecuador di percorsi di natura turistico-antropologica nei quali la gioia di vedere panorami meravigliosi può essere amplificata dalla sensazione di sentirsi parte di quella realtà, di capirla andando più in profondità. Il turismo che lui propone è una sintesi perfetta tra un turismo divertente e una sorta di bagno nell’antropologia sociale, nella psicologia, nella storia di un popolo. Èd è proprio il tipo di turismo che secondo me andrebbe promosso: un turismo non estremo, ma che unisce divertimento e possibilità di toccare con mano delle situazioni locali reali

Parole chiave
,
  • 6482 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Flavietta
    , 15/9/2011 01:57
    Sono tornata da circa 10 giorni dal tour Ecuador-galapagos con un viaggio "avventura" di rgazzi dai 18 ai 29 anni ed alle Isole Galapagos abbiamo avuto come guida e corrispondente italiano proprio Fabio Tonelli...mi associo persona unica e speciale e che ci ha saputo guidare anche in qualche piccolo disguido...una persona eccezionale... e poi le Galapagos sono un posto unico al mondo....Buon viaggio a tutti !!!
  2. Turisti Per Caso.it
    , 21/9/2010 11:25
    Lo trovi nell'ultima pagina di questa intervista...
  3. terry71
    , 16/9/2010 12:07
    Ciao, siamo in 2amici e vorremo fare un tour di 18gg in ecquador-Galapagos...Abbiamo tentato un primo contatto con l'Associazione Viaggi Solidali di Torino...ma x il mese di Ottobre...non ci garantisce tutti i luoghi che noi vorremo visitare...Vorrei prendere contatto il Sig. Fabio Tonelli..il tour Operator del luogo...ho letto diversi diari di viaggio..e mi pare di capire che si sono trovati bene con lui...io vorrei dormire anche nella jungla ammazonica almeno 2 o 3 notti..incontrare la Comunità Tsachillas..fare la loro Sauna al vapore e vedere un loro rituale...cosi..come vedere quito,banos, ottavallo(e il suo mercato di bestiame), guayachill, tigua, le ande ein ultimo le galapagos(almeno 2notti)...sfruttando il piu possibile il viaggio in volo di ritorno x la notte(e dormire)in modo da sfruttare tutto il tempo possibile...MI DATE IL CONTATTO EMAIL con il sig. TONELLI, xfav??grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social